COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

La Bellezza rivelata (4)

Cristo non cancella, ma compie la legge antica

Dal sarcofago di Giunio Basso all’incontro sulla via verso Emmaus, al mosaico absidale di Santa Pudenziana.

In questo nuovo appuntamento il professor Rodolfo Papa ci accompagna alla comprensione di un testo molto complesso. “Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. […] Avete compreso tutte queste cose?. Gli risposero: Sì. Ed egli disse loro: Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche” (Mt 13, 44-52)

artesacra -  sarcofago-giunio-bassoPer farlo percorreremo un itinerario nell’arte attraverso tre opere. Il sarcofago di Giunio Basso, conservato oggi in Vaticano, è un sarcofago datato intorno al 356 d.C. Il sarcofago ci mostra nella parte centrale del registro superiore la traditio legis, un’iconografia molto diffusa in età paleocristiana e medievale che mostra un Cristo giovane, in questo caso addirittura imberbe, il quale passa il rotolo della legge ai santi Pietro e Paolo. Intorno a questo episodio si diramano gli altri tratti dall’Antico Testamento e dai Vangeli. Questo, come osserva il professor Rodolfo Papa, ci dice qualcosa: la venuta di Cristo non cancella, ma compie la legge antica. Dunque lo scriba che si converte e diviene discepolo ha la possibilità di estrarre dal suo tesoro cose antiche e cose nuove come ci mostra la fronte del sarcofago.

Una seconda opera, che ci accompagna nella lettura del brano evangelico, è dipinta da Domenico Robusti (1570-1635), figlio del più noto Jacopo Robusti detto il Tintoretto, ed è L’incontro sulla via verso Emmaus. Questo dipinto, conservato a Vicenza, ci racconta Cristo come “primo esegeta” delle Scritture.

artesacra -  il Mosaico Absidale di S. PudenzianaInfine il professor Rodolfo Papa ci indica un ultimo testo visivo che potremmo indicare come quello di definitiva riconciliazione tra tradizione veterotestamentaria e neotestamentaria: il mosaico absidale della basilica romana di Santa Pudenziana. Questo mosaico, il più antico tra quelli absidali superstiti a Roma, datato tra il 410 e il 417 d.C. ci mostra, come afferma il professor Papa, sulla scorta del De Civitate Dei di Sant’Agostino, la comunità originaria di ebrei e la comunità dei gentili. Alcuni studiosi hanno articolato un impianto esegetico dove è centrale l’immagine di Cristo in quanto maestro, come già avevamo visto nel dipinto di Domenico Robusti. Cristo proclama la parola sulla terra ai gentili e ai giudei riunendo in sé il ruolo del docente per eccellenza: filosofo per la tradizione pagana e maestro per la tradizione liturgica ebraica (Steen 2002). Questo per dirci che il Cristo è il primo maestro dal quale trarre esempio, egli stesso è esegesi, in quanto Verbo incarnato e sul suo modello si imposta tutta l’esegesi corretta. Interessante è sottolineare che questo mosaico viene messo in opera dopo il sacco di Roma di Alarico (410 d.C) che vede una Roma multietnica, dove la necessità di coesione diviene più forte delle diversità etniche: l’appartenenza a Cristo è il primo orizzonte personale per il quale ulteriori divergenze si appianano. In secondo luogo ci troviamo in anni particolari per la stessa esegesi biblica: San Girolamo è chiamato dai circoli romani a tradurre le 14 omelie di Origene su Ezechiele (380 d.C) e a continuare un commentario su tutto il libro di Ezechiele, iniziato nel 410 d.C. e che gli studi hanno dimostrato essere il fondamento biblico di questo mosaico (Andaloro, 2006). Motivazioni politiche ed intellettuali ci mostrano come la Chiesa parli necessariamente attraverso un’arte cristocentrica, in quanto solo attraverso questa qualità è capace di dire l’uomo nella sua complessità.

sources: ALETEIA
Giulia Spoltore
Rodolfo Papa esperto rete di aleteia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27/07/2014 da in Fede e Spiritualità, ITALIANO con tag , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.336 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
luglio: 2014
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

  • 127,537 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

Aborto Advent Advento Africa Alegria Ambiente America Amor Amore Amoris laetitia Anthony Bloom Arabia Saudita Arte Arte cristiana Arte sacra Asia Bibi Ateismo Avent Avvento Bellezza Benedetto XVI Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Bruno Forte Capitalismo Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Church Cibo Cina Cinema Confessione Contemplazione Cristianesimo Cristiani perseguitati Cristianos perseguidos Cristãos perseguidos Cuaresma Cuba Cultura Curia romana Daesh Dialogo Dialogo Interreligioso Dialogue Dio Diritti umani Domenica del Tempo ordinario (A) Domenica del Tempo Ordinario (C) Domenica Tempo ordinario (C) Donna Ecologia Economia Ecumenismo Enciclica Enzo Bianchi Epifania Estados Unidos Eucaristia Europa Evangelizzazione Fame Famiglia Famille Family Família Fede Fondamentalismo France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giovedì Santo Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La Madonna nell’arte La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lectio della Domenica - A Lectio Divina Lent LENT with Gregory of Narek Le prediche di Spoleto Libia Libro del Génesis Libro della Genesi Litany of Loreto Litany of Mary Livre de la Genèse Livro do Gênesis Madonna Magnificat Maria Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Medio Oriente Migranti Misericordia Mission Missione Morte México Natale Navidad Nigeria Noël October Oración Oração Pace Padre Cantalamessa Padre nostro Padri del Deserto Paix Pakistan Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paraguay Paul VI Paz Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione anti-cristiani Persecuzione dei cristiani Pittura Pobres Pobreza Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Preghiera Profughi Quaresima Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Radcliffe Raniero Cantalamessa Rifugiati Rosary Sacramento della Misericordia Santità Scienza Sconfinamenti della Missione Settimana del Tempo Ordinario Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Solidarietà Spiritualità Stati Uniti Sud Sudan Synod Terrorismo Terrorismo islamico Testimoni Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Viaggio apostolico Violenza Virgin Mary Von Balthasar
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: