COMBONIANUM – Formazione e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

India: Vescovi contro estremismo indù.

I vescovi chiedono un intervento del Governo indiano.
Tutela per cristiani e minoranze.

Vescovi contro crescente estremismo indùRipetuti tentativi di «riconversione all’induismo» di cristiani e musulmani; attacchi a «chiese, clero e laici»; «zafferanizzazione» dell’istruzione e della cultura. Rivolgendosi in modo diretto al primo ministro Narendra Modi, la Catholic Bishops’ Coference of India chiede al Governo di prendere una posizione netta contro gli estremisti.

«Mettere fine a simili pericolose tendenze — spiegano i vescovi — è indispensabile per la crescita e lo sviluppo della nostra nazione. La Costituzione dell’India garantisce a tutti i cittadini del nostro Paese di professare, praticare e propagare una religione di loro scelta. L’India è una terra dove differenti fedi religiose hanno prosperato a lungo e i nostri padri fondatori hanno dedicato sforzi speciali per assicurarsi che i diritti di tutti siano salvaguardati, a prescindere dal credo, dal genere o dalla casta».

I vescovi, inoltre sottolineano che «i cristiani d’India credono in Dio e nella bontà delle persone, e hanno servito senza sosta il popolo di questo Paese in vari campi senza alcuna discriminazione di casta, credo o religione. Negli ultimi mesi, sono accaduti deplorevoli incidenti. Essi hanno ferito i sentimenti della comunità cristiana e hanno scosso la fiducia nel tessuto laico della nazione». Al riguardo, gli episodi avvenuti contro chiese, clero e laici in Chhattisgarh, Madhya Pradesh, Orissa, Uttar Pradesh e Delhi hanno causato, secondo i presuli, «grande preoccupazione per la comunità cristiana. Le recenti controversie in nome delle riconversioni religiose ritraggono un’immagine negativa dell’India.

La divisione della comunità e il tentativo di omogeneizzare l’India stanno ponendo delle minacce a tutte le minoranze: donne, dalit, e tutte le minoranze linguistiche, culturali e religiose. I programmi di Ghar Wapsi, la “zafferanizzazione” dell’istruzione e della cultura, e le domande per uno Stato indù pongono altre sfide all’ethos laico del nostro amato Paese. Le conversioni di una natura religiosa — aggiungono — sono un esercizio del libero volere di ognuno, dei suoi diritti costituzionali/fondamentali e della sua libertà di coscienza e religiosa. Ghar Wapsi è un processo politico, portato avanti dai potenti esponenti del nazionalismo religioso, del tutto contrario al principio del secolarismo.

I cristiani — concludono — hanno bisogno di garanzie dal Governo: vogliamo sapere che saremo protetti, salvaguardati e al sicuro nella nostra madrepatria. Mettere fine a simili pericolose tendenze è inevitabile per la crescita e lo sviluppo della nostra grande nazione. Questo grande Paese laico deve restare un luogo in cui persone di ogni religione e di differenti contesti culturali devono vivere in libertà, praticando la loro fede senza paura o minacce, in armonia.

L’Osservatore Romano, 30 gennaio 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29/01/2015 da in Attualità ecclesiale, ITALIANO con tag , .

  • 304.785 visite
Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 697 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: