COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Libia: il vescovo assediato nella sua chiesa

“Non lascio, ho i fedeli da proteggere”.
Monsignor Martinelli: con me 300 filippini terrorizzati.

libia_martinelli

(Guido Ruotolo della Stampa) Lascia Tripoli?
Il timbro di voce è deciso, chiaro: «Come faccio ad andarmene. Devo restare per il momento, qui c’è ancora un gruppo di cristiani che ha bisogno di essere assistito».
Monsignor Giovanni Innocenzo Martinelli è il vicario apostolico di Tripoli e risponde al telefono della chiesa. La Chiesa di San Francesco, a poche decine di metri dalla nostra ambasciata. In un Paese al 100 per cento musulmano, lo stesso Muammar Gheddafi ha lasciato che la Chiesa cattolica avesse la possibilità di assistere il suo gregge. Una comunità che
si basava sui lavoratori stranieri, e si stimava che fossero cinquantamila.

Monsignore, quanti sono i cristiani rimasti a Tripoli?
«Circa trecento filippini».

I nostri connazionali sono stati invitati ad abbandonare la Libia. Lei ha deciso di rimanere. Non ha paura? Quale è la situazione?
«Davvero è quella che si legge sui giornali. Quasi tutti gli stranieri stanno lasciando il Paese. Non ho paura. In questo momento non ho paura. Ma so che arriverà il momento in cui avrò paura».

Davvero le milizie jihadiste, i tagliagola del Daesh, l’Isis, sono arrivate anche a Tripoli?
«Ci sono. Noi e loro cerchiamo di servire il nostro dio. Vuole sapere cosa penso che accadrà? Diciamo che vedo un futuro per nulla meraviglioso. Spero in un ripensamento universale di tutti».

In queste ore la comunità internazionale si interroga sul da farsi. Si ipotizza un intervento militare. È d’accordo?
«Credo che non sia opportuno. Ma non spetta a me giudicare».

Il commissario Onu Leon sta incontrando tutti i protagonisti della situazione libica tentando di percorrere la strada del governo di riconciliazione nazionale. 
«Tutte le strade sono buone, bisogna però vedere se sono accettate».

Dalle milizie?
«Sono loro che hanno tutto in mano. C’è bisogno di tanta buona volontà per trovare un’intesa».

E intanto nel Canale di Sicilia si continua a morire per il freddo o per i naufragi. Ci sono molti immigrati che vogliono partire dalla Libia?
«Purtroppo sono tantissimi. Più che un problema politico dal mio punto di vista è un problema umano. È gente che va in cerca di fortuna, di costruirsi un futuro, un avvenire dignitoso».

Chi gestisce il traffico di clandestini?
«I capi etnici. Sono loro la nuova mafia».

La Stampa, 15 febbraio 2015

 

Un commento su “Libia: il vescovo assediato nella sua chiesa

  1. Bisogna saper aspetttare il tempo Providenziale per ogni Populo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15/02/2015 da in Attualità ecclesiale, Attualità sociale, ITALIANO con tag , , .

  • 406.648 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 833 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: