COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Libia: Trucidati dai jihadisti 21 copti egiziani.

Trucidati dai jihadisti i 21 copti rapiti in Libia.
Papa: copti “uccisi solo perché cristiani”.

Trucidati dai jihadisti i 21 copti rapiti in Libia

Uccisi solo perché cristiani: è quanto ha affermato il Papa durante un incontro in Vaticano con i rappresentanti della Chiesa Riformata di Scozia, riferendosi agli oltre 20 copti egiziani uccisi dai jihadisti del cosiddetto Stato Islamico.

Papa Francesco, rispondendo al discorso del moderatore della Chiesa di Scozia, ha parlato a braccio in spagnolo per esprimere il suo profondo dolore per l’esecuzione dei cristiani copti: “Dicevano solamente: ‘Gesù aiutami’. Sono stati assassinati per il solo fatto di essere cristiani. Lei, fratello, nel suo discorso ha fatto riferimento a quello che succede nella terra di Gesù. Il sangue dei nostri fratelli cristiani è una testimonianza che grida. Siano cattolici, ortodossi, copti, luterani non importa: sono cristiani! E il sangue è lo stesso. Il sangue testimonia Cristo. Ricordando questi fratelli che sono morti per il solo fatto di testimoniare Cristo, chiedo di incoraggiarci l’uno con l’altro ad andare avanti con questo ecumenismo, che sta incoraggiando l’ecumenismo del sangue. I martiri sono di tutti i cristiani”.

EGITTO – Trucidati dai jihadisti i 21 copti rapiti in Libia; per il Patriarca Ibrahim Isaac “sono martiri uccisi per la fede”.

Il Cairo (Agenzia Fides) – Davanti alla strage di 21 copti egiziani decapitati in Libia dai jihadisti affiliati allo Stato Islamico (Is), il Patriarca di Alessandria dei copti cattolici, Ibrahim Isaac Sidrak, “porge le sue condoglianze a tutte le famiglie dei martiri, che hanno dato la vita a motivo della loro fede, e nello stesso tempo ringrazia il Presidente Abdel Fattah al Sisi e tutte le istituzioni del governo egiziano per la veloce risposta che hanno dato a tale atto terroristico”.

Nella dichiarazione affidata all’Agenzia Fides tramite i suoi collaboratori, il Primate della Chiesa copta cattolica invita a guardare alla tragica morte dei fratelli copti ortodossi con uno sguardo illuminato dalla fede, mentre considera rilevante il fatto che, davanti alla barbarie sanguinaria dei jihadisti, si registri in tutto il Paese un moto di reazione unitaria. “Questa tragica vicenda – riferisce all’Agenzia Fides p. Hani Bakhoum Kiroulos, segretario del patriarcato copto cattolico – sta unendo tutto il Paese, cristiani e musulmani. Se puntavano a dividerci, il loro progetto è fallito. La dura condanna dell’università di Al Azhar (massimo centro teologico dell’islam sunnita, ndr) è stata immediata e senza appello. E anche la fulminea operazione militare dell’aviazione egiziana contro le basi dello Stato Islamico in Libia mostra che per il governo i cittadini egiziani sono tutti uguali, e che l’Egitto si sente colpito come nazione dal delirio sanguinario dei terroristi”.

Il video della decapitazione dei 21 copti rapiti in Libia all’inizio di gennaio è stato messo in linea dai siti jihadisti nella giornata di ieri, 15 febbraio. All’alba di oggi, aerei dell’esercito egiziano hanno attaccato e bombardato postazioni dei jihadisti in Libia, soprattutto nell’area di Derna. “La vendetta per il sangue degli egiziani – si legge nel comunicato diffuso delle forze armate egiziane in merito ai raid compiuti in territorio libico – è un diritto assoluto e sarà applicato”. L’Egitto – si legge nel testo – rivendica il diritto di difendere la propria sicurezza e stabilità dagli atti criminali compiuti da “elementi e formazioni terroriste all’interno e all’esterno del Paese”. La Presidenza egiziana ha decretato 7 giorni di lutto nazionale per la strage dei 21 copti. (GV) (Agenzia Fides 16/2/2015).

http://www.fides.org
16 febbraio 2015

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16/02/2015 da in Attualità sociale, Cristiani perseguitati, ITALIANO con tag , .

  • 406.655 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 833 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: