COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Il dramma dei bambini soldato.

Sud Sudan, rapiti 89 ragazzini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In Sud Sudan uomini armati hanno rapito 89 ragazzini: lo ha reso noto l’Unicef. Il rapimento è avvenuto nel campo profughi di Malaki, nella regione settentrionale dell’Alto Nilo. Non è chiaro chi siano i responsabili del sequestro.

Secondo quanto riferisce la Bbc, uomini armati hanno circondato il campo profughi, cercando tenda per tenda, e prelevato con la forza i ragazzi di età superiore ai 12 anni. Gruppi di controllo in Sud Sudan accusano da anni le fazioni in guerra nel territorio di reclutare bambini per farne combattenti.

Nelle scorse settimane circa 300 bambini soldato erano stati rilasciati. Il 10 febbraio l’Unicef aveva organizzato a Pibor, nel Sud Sudan orientale, la cerimonia di disarmo. Erano ragazzi tra gli 11 e i 17 anni rilasciati dalla Cobra faction, gruppo di ribelli che si oppone al governo nello stato di Jonglei. Nel Paese, nato nel luglio del 2011 dopo la scissione dal Sudan, è in corso una guerra civile da quando nel 2013 il presidente Salva Kir licenziò il suo vice, Riek Machar, accusato di aver progettato un golpe.

Lo scorso 12 febbraio si è celebrata la Giornata mondiale contro lo sfruttamento dei bambini nei conflitti armati. Secondo stime dell’Unicef, nel mondo sarebbero almeno 250 mila i baby soldato. Il Sud Sudan è tra i paesi più colpiti da questa piaga: solo nel 2014 ne sarebbero stati reclutati 12 mila.

Avvenire 21 febbraio 2015

Unicef: oltre 250mila bambini soldato

I bambini sono sempre a rischio di reclutamento e di utilizzo da parte di gruppi armati, poiché i conflitti in tutto il mondo diventano sempre più brutali, intensi e diffusi: è l’allarme lanciato oggi dall’Unicef e dalle Nazioni Unite, in occasione della Giornata internazionale contro l’uso dei bambini soldato, un fenomeno che secondo le stime vede coinvolti oltre 250 mila minorenni.

“Mentre i governi hanno fatto progressi a riconoscere che i bambini non devono essere parte degli eserciti, il reclutamento dei bambini soldato rappresenta ancora un problema enorme, in particolare nei gruppi armati” ha detto Leila Zerrougui, Rappresentante Speciale del Segretario Generale Onu per i bambini nei conflitti armati.

Le due organizzazioni lanciano un appello per un intervento urgente per porre fine alle gravi violazioni contro i bambini, incluso il loro reclutamento e utilizzo da parte di gruppi armati. Le parti in conflitto devono rispettare gli obblighi previsti dal diritto internazionale.

“Il rilascio di tutti i bambini da parte dei gruppi armati deve avvenire senza ulteriori ritardi. Non possiamo aspettare la pace per aiutare i bambini intrappolati nel mezzo delle guerre – afferma il vicedirettore generale dell’Unicef Yoka Brandt – è assolutamente necessario per il futuro dei bambini investire in interventi per tenerli lontani dalle linee del fronte, anche attraverso il sostegno economico e all’istruzione”.

Avvenire 12 febbraio 2015

 

 

Annunci

Un commento su “Il dramma dei bambini soldato.

  1. Ogni vita deve essere cusdita, sin dal utero,….

    Mi piace

Rispondi a ISIDRO SANS i BALCELLS Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22/02/2015 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , .

  • 327.105 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 734 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: