COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Schiavi a vita per un debito

Schiavi a vita per un debito.
Pakistan, madri e figli nelle fabbriche di mattoni.

A nulla valgono le denunce di alcune organizzazioni non profit. La vita degli operai nelle fabbriche di mattoni è nelle mani dei padroni delle fornaci. Da rifugiati a schiavi, intere famiglie afghane sono vincolate a tempo indeterminato a saldare un debito che passa ai figli. E di fatto non si estingue mai. I proprietari dei forni negano che esistano condizioni di schiavitù. La legge, che pure vieta il lavoro sotto i 14 anni, non intercetta la particolare condizione dei minori che vivono al fianco dei genitori all’interno delle cittadelle operaie, e lascia un vuoto in cui chi vuole può arricchirsi senza scrupoli. Il lavoro di una famiglia per un intero giorno vale poco più di dieci dollari. Soldi che vengono scomputati da un debito che cresce comunque di giorno in giorno perché qualunque cosa, dal cibo alle medicine alla baracca in cui vivere, deve essere pagato al datore di lavoro.

Le giornate lavorative durano dodici e più ore, e si lavora tutti i giorni dell’anno. Nella polvere, tra i fumi nocivi dei forni, accovacciati nella terra con lo sguardo allucinato, bambini di pochi anni imparano presto i gesti compiuti senza sosta i genitori. Le foto dell’Associated Press scattate da Muhammed Muheisen, nella fabbrica di Mandra, vicino Rawalpindi, provano a raccontare tutto questo. La loro angosciante monocromia, la fissità delle pose, l’infanzia annerita dallo strato di polvere che ricopre i bambini sono l’ennesima denuncia, rivolta a chi può cambiare le cose.

Annalisa Guglielmino

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

http://www.avvenire.it

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30/04/2015 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , , , .

  • 542.021 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 931 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: