COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

I sette consigli del cardinale Dolan.

«Difendere i cristiani perseguitati non è un hobby chic».
I sette consigli del cardinale Dolan.

I sette consigli del cardinale Dolan

Invitato a una conferenza, l’arcivescovo di New York ha spiegato che il problema è «urgente» e «dobbiamo dargli risalto incessantemente». «Difendere i cristiani perseguitati non è un hobby chic», ha dichiarato il cardinale Timothy Dolan, invitato il 7 maggio scorso dall’Hudson Institute a New York a una conferenza sul dramma dei cristiani minacciati dallo Stato islamico in Iraq e non solo. L’arcivescovo della Grande Mela ha elencato sette modi con cui i cristiani occidentali possono aiutare i loro fratelli in Medio Oriente e in tutto il mondo per risolvere questa «emergenza internazionale», riporta il National Catholic Register.

1) Gli americani che si preoccupano dei cristiani perseguitati hanno bisogno di percepire «l’urgenza» di questo problema.

2) Mai scusarsi per il solo fatto di tenere viva la questione. «Stiamo parlando di cristiani decapitati, martirizzati, minacciati e perseguitati in tutto il mondo. Dobbiamo dare risalto incessantemente [a questi fatti], dobbiamo essere “Johnny one note”», dal nome del cantante del musical Babes in Arms che cantava in continuazione una sola nota, ma lo faceva benissimo.

3) Il problema è il terrorismo “islamico-cristianofobico”. «Dobbiamo chiamare le cose con il loro nome: parliamo di un terrorismo fanatico, islamico e cristianofobico. Non dobbiamo avere paura di definirlo come tale».

4) Sostenere i musulmani moderati. «Dobbiamo affermare le voci islamiche genuine e moderate e unirci a loro quando vogliono uscire allo scoperto. Dobbiamo creare uno spazio per loro, soprattutto negli Stati Uniti».

5) Sostenere la causa dei cristiani perseguitati. «Dobbiamo sostenere la loro causa davanti al nostro governo, ma anche davanti ai governi delle nazioni dove avviene la cristianofobia. Se questa azione poi viene dai laici è molto più convincente».

6) Azione interreligiosa. «Abbiamo bisogno di un’azione interreligiosa. I leader ebraici mi guardano negli occhi e mi dicono: “Perché voi cristiani siete così? Imparate da noi. Dovete parlarne continuamente o andrà sempre peggio”».

7) Preghiera e aiuto umanitario. «Non possiamo mai dimenticare l’ottica della fede. Mai sottovalutare il potere della preghiera. Mai smettere di parlare della sofferenza dei cristiani nel mondo a Messa, mai smettere di pronunciare le parole di Tertulliano: “Il sangue dei martiri è il seme della Chiesa”. Mai smettere di aiutare le organizzazioni che curano le ferite dei cristiani in pericolo, come Aiuto alla Chiesa che soffre».

maggio 14, 2015 Redazione

http://www.tempi.it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

  • 403.787 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 832 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: