COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Il Papa in Ecuador.

Quei segnali di Bergoglio al governo e alla Chiesa dell’Ecuador.

Francesco con il presidente Correa

Sostegno a Correa ma anche invito al dialogo con le opposizioni. E per i vescovi, la richiesta di un maggiore impegno per la giustizia sociale e l’inclusione (Vaticaninsider, Andrea Tornielli, Quito)

Sta per concludersi la prima tappa del viaggio latinoamericano di Papa Francesco, che domani lascerà l’Ecuador per raggiungere la Bolivia. Dalle omelie, i discorsi e gli interventi di Bergoglio sono emersi dei segnali abbastanza precisi.

È innegabile l’attenzione del Papa per il processo di riforme sociali inaugurate dal presidente Rafael Correa. Francesco ha detto chiaramente che la Chiesa è pronta a collaborare e a sostenere l’impegno in favore degli ultimi, per l’inclusione degli esclusi, per la costruzione di una società più giusta. Un cammino che in Ecuador appare ancora lungo: si sono fatti dei passi significativi in avanti, il Paese sta crescendo, ma molto rimane da fare. Non devono dunque sfuggire i passaggi dei discorsi nei quali Francesco ha invitato al dialogo, cioè alla costruzione condivisa di un futuro migliore. In Ecuador – dove il 2 per cento delle famiglie possiede il 90 per cento delle aziende, e dove Correa è intenzionato a mettere una sorta di tassa «patrimoniale» che ha provocato forti reazioni anche da parte della classe media – c’è bisogno di più dialogo.

Ma non è da sottovalutare nemmeno il filo rosso rappresentato dagli inviti che il Papa ha fatto alla Chiesa. Quello a non essere autoreferenziale e chiusa. Quello a riconoscere il «debito» che il Continente ha con i poveri, e dunque a sostenere i processi di riforma sociale che in Ecuador come in altri Paesi latinoamericani si stanno sviluppando, nel tentativo di mostrare, pur con certi limiti, la possibilità di diversi modelli di sviluppo. Modelli inclusivi, che vedano la partecipazione dei movimenti dal basso.

A volte in questi Paesi la gerarchia cattolica è stata troppo acquiescente nei confronti delle dittature o dei sistemi politico-economici che sfruttavano i poveri. Troppo spesso preti e vescovi vicini al popolo e impegnati a testimoniare il Vangelo, sono stati bollati come «comunisti» e pure il loro martirio è stato guardato con sospetto (emblematico in questo senso, il caso del vescovo salvadoregno Oscar Arnulfo Romero, riconosciuto martire da Papa Francesco). Le parole di Francesco sono dunque l’invito a un nuovo inizio, che a partire dal Vangelo, renda capace la Chiesa di accompagnare senza paure i processi positivi in atto.

Un commento su “Il Papa in Ecuador.

  1. FRANCESCO, NO TIENE MIEDO, y sabe aprovechar todas las circunstancias para hacer llegar su voz, la de PROFETA, basta saber escucharla!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 07/07/2015 da in Attualità ecclesiale, ITALIANO con tag , .

  • 703.620 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 776 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: