COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

India: cittadinanza a rifugiati per persecuzione religiosa.

Tibetan Refugees of Nepal Still Struggling for Identity

(Misna, 6 agosto 2015) Con una mossa che avrà implicazioni di vasta portata in Assam e alcune parti del nord-ovest dell’India, il ministero dell’Interno modificherà la legge sulla cittadinanza del 1955, permettendo di concedere la cittadinanza ai rifugiati privi di documenti che sono fuggiti dalla persecuzione religiosa in Pakistan e in Bangladesh. Non solo indù, ma anche buddisti, cristiani, zoroastriani, sikh e giainisti.

“Questa proposta è un’idea emersa dopo che il governo di Modi è salito al potere. Si è scoperto che molte persone fuggite in India temono persecuzioni religiose nei propri paesi e non hanno documenti validi o hanno visti scaduti. Pertanto, queste persone risultano immigrati clandestini e al momento non possono applicare per la cittadinanza. Bisogna quindi introdurre una modifica che permetta ai rifugiati dal Pakistan e dal Bangladesh di non essere classificati come immigranti illegali così da poter offrire loro visti a lungo termine con possibilità di chiedere la cittadinanza dopo un periodo di sette o dodici anni di permanenza nel paese”, ha detto ai giornalisti un alto funzionario del ministero dell’Interno. Secondo i media locali, già diversi incontri ad alto livello si sono svolti tra i diversi ministri interessati e il ministro degli Interni per porre rimedio alla situazione. Il ministero degli Affari esteri ha messo in guardia il ministero dell’Interno che la mossa potrebbe danneggiare i rapporti dell’India con i suoi vicini.

Nella sua prima manifestazione pubblica in Assam, durante la campagna elettorale 2014, Narendra Modi aveva detto ai bengalesi indù che, se eletto, il suo governo li avrebbe rimossi dai campi e dato loro la cittadinanza.
Annunci

Un commento su “India: cittadinanza a rifugiati per persecuzione religiosa.

  1. Una vez más, DIOS escribe recto con reglones torcidos!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 07/08/2015 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , , .

  • 319.501 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 724 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: