COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Ungheria: quando manca la memoria…

Il viaggio della speranza:
Frontiere aperte per i profughi?

bimbo arrivato in Austria sventola felice la bandiera europea (LaPresse)

La svolta è arrivata nella notte per le migliaia di profughi siriani da giorni fermi in Ungheria in attesa di poter andare verso la Germania. Nella notte, dopo che ieri centinaia di persone avevano deciso di compiere il tragitto a piedi, prendendo l’autostrada e bloccando il traffico, i governi di Berlino e Vienna hanno dato il via libera al transito dei profughi. Nella notte sono stati predisposti numerosi pulman e sono partiti i primi treni per Vienna e Monaco di Baviera. E proprio a Monaco nel pomeriggio i profughi sono stati accolti con applausi scroscianti da parte di decine di persone (tedeschi ma anche turchi e sinisni) che affollavano la stazione. La folla ha cantato a squarciagola l’inno europeo e gridato più volte “Germania, Germania” …

??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Il governo ungherese ha dichiarato che, finita l’emergenza di questi giorni, non ci saranno più pullman messi a disposizione dalle stesse autorità ungheresi per portare i profughi alla frontiera. E non si placa lo scontro politico, con Budapest che accusa l’Unione europea e la Germania. Quello che succede in Ungheria avviene “per due motivi: il fallimento della politica europea e le irresponsabili dichiarazioni di alcuni politici”, ha dichiarato il ministro degli Esteri Peter Szijarto. Ancora più duro il premier Viktor Orban, che ha parlato di milioni di profughi in arrivo e ha annunciato “grandi cambiamenti” dopo il 15 settembre. “Metteremo la frontiera sotto controllo passo dopo passo. Invieremo la polizia e quindi, se il governo otterrà dal Parlamento l’approvazione della propria proposta, schiereremo anche l’Esercito”.

Avvenire 5 settembre 2015       

Quando erano gli ungheresi a camminare alla ricerca di un futuro diverso …

Ungheria 1956

23 ottobre al 10/11 novembre 1956. I giorni del brutale intervento armato sovietico in Ungheria per schiacciare l’insurrezione ungherese. 250mila cittadini, il 3% della popolazione, lasciarono il Paese e tutti trovarono accoglienza e futuro in altre Nazioni dell’Europa occidentale, Stati Uniti, Canada e Austrália.

Ungheria1956

Posted by Il sismografo

Annunci

Un commento su “Ungheria: quando manca la memoria…

  1. Popo a poc esperamos todos ir recuperando “la Memoria”,….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 05/09/2015 da in ITALIANO.

  • 327.354 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 734 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: