COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Alla Mecca 717 uccisi dalla ressa

La-Mecca-620x350

Assume dimensioni catastrofiche la tragedia della Mecca, in Arabia Saudita, dove almeno 717 pellegrini hanno perso la vita e 805 sono rimasti feriti. La strage è avvenuta nella valle di Mina, a 15 chilometri dalla città santa dell’islam, dove circa 2 milioni di fedeli si stavano radunando per la simbolica cerimonia della lapidazione di Satana. Lo riferisce la protezione civile saudita, aggiungendo che le vittime sono “di diverse nazionalità”.

La calca si è formata durante il pellegrinaggio musulmano annuale dell’Hajj, cui partecipano circa 3 milioni di persone. La televisione panaraba Al Arabiya precisa che la ressa è stata provocata da «una fuga improvvisa» e le morti sono avvenute principalmente per soffocamento.

Sul luogo del disastro sono arrivate oltre 200 ambulanze e sono al lavoro 4 mila volontari. L’incidente è avvenuto nella tendopoli dove alloggiano i pellegrini durante le celebrazioni.

Alla Mecca 717 uccisi dalla ressa1
Le cause non sono ancora chiare. Il portavoce del ministero dell’Interno di Riad, Mansur al Turki, ha detto che un’inchiesta è stata aperta e che le prime ipotesi indicano come possibili cause il sovraffollamento e il fatto che una parte dei pellegrini non ha rispettato i sensi unici pedonali. Ma le autorità dell’Iran, Paese sciita rivale dell’Arabia Saudita sunnita in diversi conflitti nella regione (dalla Siria, all’Iraq, allo Yemen), hanno puntato il dito contro i responsabili sauditi. Said Ohadi, capo dell’agenzia iraniana che gestisce i pellegrinaggi dei suoi connazionali, ha fatto sapere che gli iraniani rimasti uccisi sono 41 e i feriti 60 e ha affermato che i sauditi hanno commesso “errori nel campo della sicurezza”. Anche il leader supremo Khamenei ha puntato il dito contro le autorità di Riad.

Si tratta del secondo grande incidente con molte vittime questo mese a La Mecca. Il primo risale all’11 settembre, quando almeno 107 persone rimasero uccise e oltre 200 ferite per il crollo di una gru sulla Grande moschea della città, dove si concluderanno i riti dell’Hajj.

Il pellegrinaggio a La Mecca è uno dei cinque pilastri dell’islam, insieme alla ‘shahada’ (cioè la professione di fede), l’elemosina, la preghiera e il digiuno nel mese di Ramadan.

Avvenire 24 settembre 2015

Annunci

Un commento su “Alla Mecca 717 uccisi dalla ressa

  1. Las reglas de seguridad son válidas para todos!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24/09/2015 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , , , , .

  • 327.081 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 734 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: