COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

Taybeh: l’ultima città tutta cristiana in Terra Santa

Taybeh1

Nei pellegrinaggi in Terra Santa è spesso una tappa di diversi gruppi interessati a conoscere le comunità cristiane del Medio oriente. Taybeh: in tutto Israele e nei Territori palestinesi è questo il solo agglomerato cittadino rimasto totalmente cristiano. Situato a circa trenta chilometri a nord di Gerusalemme, poco distante dalla capitale amministrativa palestinese, Ramallah, Taybeh vanta appunto questo primato, essere l’ultimo paese 100% cristiano.

Un record, però, ambivalente: se da un lato i suoi 1.300 abitanti ne vanno giustamente fieri, dall’altro dimostra la precaria situazione dei cristiani nella terra natale di Gesù, ormai ridotti a una sparuta minoranza.

Biblicamente Taybeh è l’antica Efraim, cittadina situata in Samaria, il luogo in cui Gesù si rifugiò nei giorni precedenti alla sua passione. Lo studioso Jean Aulagnier, nel suo testo Au jour le jour avec Jésus, ha ricostruito che il Nazareno lasciò Gerusalemme il 2 febbraio dell’anno 30, per poi abbandonare quel rifugio il 18 marzo: 6 settimane di ‘ritiro’ in territorio straniero per affrontare gli scogli decisivi della sua ultima ascesa nella città del Tempio.

St George´s i Taybeh1

È un incrocio di storia e di tradizione, Taybeh, come raccontano due giornalisti, l’olandese Falk van Gaver e il palestinese Kassam Maaddi, nel loro recente testo Taybeh. Dernier village chrétien de Palestine (Rocher), da poco pubblicato in Francia (a breve sarà tradotto anche in inglese). Qui si possono ammirare le rovine di un’antichissima chiesa dedicata a San Giorgio e a Elia, risalente al IV secolo. Poco lontana la tradizione ha additato esserci una caverna dove il profeta biblico si riposò durante un viaggio a Gerico.

Incrocio di tradizioni, si diceva, l’antica Efraim: tale grotta è considerata luogo santo sia da cristiani che da islamici; a Taybeh convivono tre chiese (cattolica latina, cattolica melkita, ortodossa) e alcune celebrazioni vengono realizzate insieme. Nel 1889 e nel 1898 sostò qui, per vari giorni, il beato Charles de Foucauld durante i suoi viaggi in Terra Santa alla ricerca del volto ‘quotidiano’ di Cristo. Nel 1962 padre René Voillaume, fondatore dei Piccoli fratelli di Gesù, la congregazione che si ispira alla spiritualità di Charles de Foucauld, portò una cinquantina di membri del suo istituto per un ritiro di un mese proprio in questa località. E, altro particolare, sono stati numerosi i preti italiani parroci in questa enclave cristiana a metà tra ebraismo e islam: don Chiariglione, don Piccardo, don Bressolin, colui che ha fatto costruire la chiesa più recente, nel 1971.

Si parlava poc’anzi del carattere emblematico di questo piccolo villaggio: 1300 anime, ma sono ben 8000 i cittadini di Taybeh che attualmente vivono all’estero, dove hanno cercato una vita e un futuro migliore per sé e i propri figli. Segno eloquente di un’emorragia di abitanti che incide sul presente e sul futuro di questa comunità.

Taybeh beerTaybeh vanta poi una curiosità davvero singolare: è sede dell’unica festa della birra di tutto Israele. Il tutto nasce quando nel 1994 i fratelli Khoury, appunto originari di Taybeh, ritornano nella loro città dagli Stati Uniti e vi fondano una birreria intitolata alla loro città: un prodotto bio, di gran successo, e che ha dato avvio (dal 2000, si tiene ancor oggi) all’unica festa dedicata alla ‘bionda’ alcolica della Terra santa. Ogni anno sono migliaia le persone – arabi, israeliani, cristiani, musulmani ed ebrei, stranieri di ogni dove, cooperanti e immigrati – che si ritrovano insieme, dimenticando con un sorso di birra (magari analcolica) divisioni religiose, tensioni geopolitiche, differenze etniche.

LORENZO FAZZINI
Avvenire 10 ottobre 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12/10/2015 da in Attualità ecclesiale, ITALIANO con tag , , , , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.563 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
ottobre: 2015
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

  • 200,208 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

1-2 Samuele Africa Afrique Ambiente Amore Anthony Bloom Arabia Saudita Arte sacra Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Cibo Cina Contemplazione Cristianos perseguidos Cuaresma Curia romana Dal rigattiere di parole Dialogo Diritti umani Economia Enzo Bianchi Eucaristia Europa Famiglia Família Fede France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lent LENT with Gregory of Narek Libro del Génesis Magnificat Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Migranti Misericordia Mission Missione Natale Natale (C) Nigeria P. Cantalamessa Pace Padri del Deserto Pakistan Paolo VI Papa Francesco Papa Francisco Pape François Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione dei cristiani Pittura Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Profughi Quaresima (C) Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa RDC Regola di Vita Rifugiati Sconfinamenti della Missione Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Sud Sudan Terrorismo Terrorismo islamico Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Virgin Mary

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: