COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

Siria, al vertice di Vienna accordo in nove punti per cercare la pace.

siria4
​Con la presenza, per la prima volta, dell’Iran al fianco della grande avversaria, l’Arabia Saudita, si è tenuta oggi a Vienna la nuova riunione internazionale per tentare di avviare un negoziato di pace per la Siria. Ne è scaturito un risultato positivo. I 17 partecipanti, oltre a Onu e Unione Europea, si sono accordati su 9 principi e propositi di un processo politico che porti alla pace in Siria. Ovvero:

1) Sono fondamentali l’unità della Siria, la sua indipendenza, la sua integrità territoriale e il suo carattere secolare.
2) Le istituzioni dello Stato resteranno intatte.
3) I diritti di tutti i siriani devono essere protetti senza distinzioni religiose o di appartenenza etnica.
4) Imperativo accelerare gli sforzi diplomatici per mettere fine alla guerra.
5) Si garantirà l’accesso umanitario a tutto il territorio e si aumenteranno gli sforzi per i rifugiati.
6) Bisogna sconfiggere l’Isis e altri gruppi terroristici.
7) Si chiede all’Onu di convocare rappresentanti del governo e dell’opposizione siriana per avviare un processo politico che porti alla formazione di un governo credibile, inclusivo, non settario, che elabori una nuova Costituzione e convochi libere elezioni, supervisionate dall’Onu.
8) Questo processo politico deve essere diretto dai siriani e i siriani decideranno il futuro del loro Paese.
9) I Paesi partecipanti e l’Onu individueranno le modalità di un cessate il fuoco parallelo al processo politico.

Il clima, quindi, sembra confermare l’ottimismo di molti, come il ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, che si è detto fiducioso che si possano fare progressi se “tutti sono pronti a contribuire alla de-escalation del conflitto siriano” che in quattro anni e mezzo ha causato 250.000 morti.
Restano, ovviamente, molti nodi da sciogliere. Ad esempio, come ha confermato la Russia, nella riunione non si è discusso dell’uscita di scena di Bashar al-Assad. Mosca, come anche l’Iran, restano ferme sulle loro posizioni: solo il popolo siriano può decidere se il presidente deve restare al potere o meno. Ma da Mosca arrivano notizie che Assad è disposto a discutere emendamenti alla costituzione e a convocare elezioni.

Aperta la strada verso una transizione politica in Siria
Di fatto questo appare essere uno degli esiti del vertice viennese. “Non sono state suprate le differenze – ha detto ai giornalisti il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni – ma si è convenuti su un punto essenziale: la via non è quella militare, ma di una transizione politica, che per noi deve portare all’uscita di Assad”. Si tratta di un processo che andrà inevitabilmente in quella direzione “e rispetto al quale l’Iran non è pregiudizialmente contrario”, ha aggiunto Gentiloni.

La Russia e gli oppositori al regime siriano
La Russia ha fatto sapere che alla riunione del Quartetto (Russia, Usa, Turchia e Arabia saudita) sulla crisi siriana, svoltasi giovedì sempre a Vienna, ha consegnato ai partner la lista “dei nomi di praticamente tutti i gruppi di opposizione con i quali parla, con i quali è pronti a comunicare, e che porterebbero essere invitati a incontri tra le forze siriane”. Fonti Onu hanno riferito che, dopo questo summit, Iran e Arabia Saudita potrebbero tornare a parlarsi anche in altre sedi per discutere dei conflitti in Iraq e Yemen.

Intanto gli Usa imprimono una svolta alla battaglia contro l’Isis. Barack Obama ha autorizzato, per la prima volta, il dispiegamento di “meno di 50” unità di forze speciali nel nord della Siria, dove “aiuteranno a coordinare le locali forze di terra e gli sforzi della coalizione” contro il califfato, come riferito da un’alta fonte dell’amministrazione Usa. Washington ha inoltre deciso di schierare aerei A-10 e jet F-15 nella base turca di Incirlik, nel sud della Turchia.

Avvenire 30 ottobre 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31/10/2015 da in Attualità, Società, Cultura, ITALIANO con tag , , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.372 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
ottobre: 2015
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

  • 150,539 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

Aborto Advent Advento Adviento Africa Afrique Alegria Ambiente America Amor Amore Amoris laetitia Anthony Bloom Arabia Saudita Arte Arte cristiana Arte sacra Asia Bibi Ateismo Avent Avvento Bellezza Benedetto XVI Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Bruno Forte Capitalismo Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Church Cibo Cina Cinema Colombia Confessione Contemplazione Cristianesimo Cristiani perseguitati Cristianos perseguidos Cuaresma Cuba Cultura Curia romana Daesh Dialogo Dialogo Interreligioso Dialogue Dio Diritti umani Domenica del Tempo ordinario (A) Domenica del Tempo Ordinario (C) Domenica Tempo ordinario (C) Donna Ecologia Economia Ecumenismo Enciclica Enzo Bianchi Epifania Estados Unidos Eucaristia Europa Evangelizzazione Fame Famiglia Famille Family Família Fede Fondamentalismo France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giovedì Santo Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Italia Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La Madonna nell’arte La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lectio della Domenica - A Lectio Divina Lent LENT with Gregory of Narek Le prediche di Spoleto Libia Libro del Génesis Libro dell'esodo Libro della Genesi Litany of Loreto Litany of Mary Livre de la Genèse Livro do Gênesis Madonna Magnificat Maria Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Medio Oriente Migranti Misericordia Mission Missione Morte México Natale Nigeria Noël October Oração Pace Padre nostro Padri del Deserto Paix Pakistan Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paraguay Paul VI Paz Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione anti-cristiani Persecuzione dei cristiani Pittura Pobres Pobreza Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Preghiera Profughi Quaresima Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa Rifugiati Rosary Sacramento della Misericordia Santità Scienza Sconfinamenti della Missione Settimana del Tempo Ordinario Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Solidarietà Spiritualità Stati Uniti Sud Sudan Synod Terrorismo Terrorismo islamico Testimoni Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Viaggio apostolico Violenza Virgin Mary Von Balthasar

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: