COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Giubileo (13) Scelta e firmata dal Papa per la Treccani. La parola è misericordia.

misericordia

Sentenziava lo scrittore francese Anatole France: «Non esiste una magia come quella delle parole». Affermazione destinata a essere ancor più incisiva se alle parole non si conferisce solo una funzione estetica o blandamente esornativa, ma si affida loro anche e soprattutto il compito di trasmettere messaggi di alto valore morale. Ecco allora che quando Papa Francesco — aderendo all’iniziativa della Treccani, rivolta a una cinquantina di personaggi, di indicare la parola che ha «cambiato la propria vita» — ha scritto sul sito dell’enciclopedia italiana «Per me, lo dico umilmente, è il messaggio più forte del Signore: la misericordia», ben si comprende la forza dirompente contenuta anche in un’unica parola.

Del resto è proprio nella sola parola «misericordia» che si manifesta in pienezza la sintesi del pontificato di Francesco. Nell’accettare l’elezione, il Pontefice ha detto: «Sono peccatore, ma accetto in spirito di penitenza e confidando sulla misericordia e sull’infinita pazienza del Signore nostro Gesù Cristo». Francesco ha quindi indetto l’ormai imminente giubileo della misericordia e la bolla d’indizione è intitolata «Il volto della misericordia». Nelle sue omelie e nei suoi discorsi ricorre costantemente il concetto che quello attuale è «il tempo della misericordia» e che Dio è «tutto e solo misericordia». E per citare un riferimento di questi ultimi giorni, il Papa, durante la visita di martedì scorso a Firenze, indicando il Cristo del Giudizio universale dipinto all’interno della cupola di Brunelleschi, lo ha definito «giudice della misericordia».

Certo è che in un mondo sempre più minacciato dalla logica perversa della violenza e della vendetta, la parola «misericordia» suona come una vera e propria sfida ad andare controcorrente: in essa vibra l’esortazione a cambiare mentalità, così da privilegiare la carità e il perdono.

E in questo scenario ben s’inserisce l’iniziativa promossa dalla Treccani, che nel voler fotografare «le trasformazioni della lingua e della società» in Italia, mira a rivalutare la parola come momento di pausa propizio per fermarsi e pensare in un mondo che, al contrario, è sempre più dominato dalla velocità e dalla fretta.

E come è fondamentale pronunciare e diffondere certe parole, è altrettanto importante che esse siano adeguatamente recepite e valorizzate, affinché non rimangano lettera morta. Non a caso soleva ripetere Michel de Montaigne che «la parola è per metà di colui che parla e per metà di colui che l’ascolta».

Gabriele Nicolò
L’Osservatore Romano, 14 novembre 2015

Un commento su “Giubileo (13) Scelta e firmata dal Papa per la Treccani. La parola è misericordia.

  1. Somos solamente “PORTAVOCES” de la Palabra, pero con “nuestro propio testimonio”.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11/12/2015 da in Fede e Spiritualità, Giubileo, ITALIANO con tag , , , , .

  • 352.657 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 765 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: