COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Giubileo: Porte di Dio aperte al mondo.

Giubileo: si aprono le Porte Sante nelle diocesi.

Per quale motivo il 13 dicembre verranno aperte le Porte Sante in tutto il mondo?

Papa Francesco ha introdotto un’importante novità per il Giubileo della Misericordia. Per la prima volta viene celebrato il rito di apertura della Porta Santa della Misericordia anche nelle singole diocesi, in particolare nella Cattedrale o in una Chiesa particolarmente significativa o in un Santuario di particolare importanza.

Per questa ragione il 13 dicembre Papa Francesco, vescovo di Roma aprirà la Porta Santa della sua cattedrale a Roma, San Giovanni in Laterano. La celebrazione eucaristica inizierà alle 9.30; lo stesso giorno un legato pontificio celebrerà l’Eucaristia e presiederà l’apertura della Porta Santa in San Paolo fuori le mura.
Per lo stesso motivo Papa Francesco aveva voluto aprire la Porta Santa nella Cattedrale di Bangui, nella Repubblica Centrafricana, domenica 29 novembre, “facendola diventare capitale mondiale della pace e strumento di misericordia” aveva spiegato l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione.
E al tempo stesso, Papa Francesco aveva rilanciato con l’apertura di quella Porta Santa, fatta di legno e pochi orpelli, un messaggio a tutto il mondo, un invito a guardare alle periferie del mondo, agli ultimi, ai dimenticati, ma non da Dio.
Papa Frances_4.jpg

Dalla Cattedrale di Santo Spirito a Istanbul in Turchia alla Chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Ratnapuranello Sri Lanka, dalla Chiesa di Cristo Re de Mushasha a Gitega in Burundi a quella di San Giuseppe a Dunedin in Nuova Zelanda, dalla Chiesa di Nostra Signora della Presentazione a Natal in Brasile alla Chiesa di Myeong a Seoul in Corea del Sud fino alla Chiesa San Giorgio nell’arcidiocesi maronita di Beirut in Libano: tantissimi saranno i fedeli di tutto il mondo che domenica 13 dicembre potranno partecipare al rito dell’apertura della Porta Santa nella propria città.
Sul sito della propria diocesi è possibile trovare le informazioni complete su come e quando partecipare alla Messa e al rito di apertura della Porta Santa.
Ilaria Solaini
PortaSanta 3

Ecco un riepilogo non esaustivo su cosa è in programma in alcune delle principali città italiane.

ROMA
Ciascuna delle quattro Basiliche papali in Roma (San Pietro in Vaticano, San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore e San Paolo fuori le Mura) ha una Porta Santa.

Il 13 dicembre (Terza domenica d’Avvento) Papa Francesco aprirà la Porta Santa di San Giovanni in Laterano, sua cattedrale a Roma. L’inizio della celebrazione è fissato alle 9.30. Sempre domenica 13 dicembre, alle 10.30, il cardinale James Harvey, delegato del Papa, aprirà la Porta santa di San Paolo fuori le Mura. Infine il 1° gennaio Papa Francesco varcherà quella di Santa Maria Maggiore e celebrerà la Messa alle 17.

Queste sono Chiese giubilari, dove recarsi in pellegrinaggio per ottenere l’indulgenza adempiendo alle condizioni previste che avevamo già spiegato qui. Nel resto del mondo, sono da considerare Chiese giubilari la Chiesa e gli eventuali Santuari in cui ciascun Ordinario locale avrà disposto l’apertura di una Porta della Misericordia.
A Roma, alle quattro Basiliche papali si aggiungono le tre chiese che, insieme ad esse, compongono l’itinerario tradizionale delle “sette chiese”, vale a dire San Lorenzo fuori le Mura, Santa Croce in Gerusalemme e San Sebastiano fuori le Mura.
Sul sito della diocesi di Roma questa guida al Giubileo della Misericordia.
MILANO
A Milano sono state individuate 9 “Chiese giubilari”. Insieme al Duomo, cattedrale e chiesa madre dei fedeli ambrosiani, e alla basilica di Sant’Ambrogio, meta di pellegrinaggi alle reliquie del patrono da parte di fedeli delle diverse confessioni cristiane, sono altre sette le “chiese giubilari”, una per ogni zona pastorale. Si tratta di luoghi di culto nei quali il tema della misericordia trova una particolare declinazione e in due casi, il Santuario del Beato Carlo Gnocchi a Milano (zona 1) e la Chiesa dell’Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone (zona 6), edifici sacri collegati a istituzioni in cui le opere di misericordia intessono la trama della vita quotidiana.
Sono state indicate 59 “Chiese penitenziali”, distribuite su tutto il territori diocesano, nelle quali offrire con maggiore continuità l’accesso al sacramento della Penitenza. In esse sarà possibile trovare presbiteri disponibili alle confessioni e vivere l’esperienza del perdono ricevuto e condiviso.
Inoltre, il 22 ottobre 2016 la Chiesa di Milano sarà in pellegrinaggio a Roma.
Sul sito della diocesi di Milano tutti i dettagli e l’elenco delle Chiese penitenziali e giubilari.
SICILIA
Il 13 dicembre a Palermo l’arcivescovo Lorefice apre la Porta Santa in cattedrale. Ma il Giubileo in Sicilia partirà ufficialmente sabato 12 a Trapani con l’apertura della Porta nella cattedrale di San Lorenzo. Il 13 dicembre, festa di Santa Lucia, si apriranno le porte per l’indulgenza plenaria nelle altre diocesi: Catania, Agrigento, Messina e delle altre diocesi siciliane. A Palermo successivamente saranno aperte Porte Sante al Santuario di Santa Rosalia a Monte Pellegrino e alla missione di Biagio Conte, dove dal 1991 vengono accolti con amore vagabondi, giovani sbandati, alcolisti, ex detenuti, separati, prostitute, profughi e immigrati. Attualmente sotto i portici della Stazione Centrale di Palermo la missione assiste circa 800 persone in tre comunità: due destinate all’accoglienza di uomini e una per l’accoglienza di donne sole o mamme con bambini.
Un altro gesto significativo per la Sicilia è rappresentato dal Crocifisso che il presidente cubano Raúl Castro ha donato a papa Francesco al termine della visita del pontefice a Cuba e che il Papa ha deciso di donare all’arcidiocesi di Agrigento da collocare nella parrocchia di Lampedusa. Il Crocifisso (nella foto) sarà portato in pellegrinaggio in occasione dell’apertura dei luoghi giubilari, per essere consegnato, domenica 17 gennaio 2016, in occasione della giornata mondiale dei Migranti, alla parrocchia San Gerlando di Lampedusa.
crocifisso.jpg
SARDEGNA
La prima Porta Santa in Sardegna sarà aperta sabato prossimo, 12 dicembre, a mezzanotte, dall’arcivescovo di Cagliari, Arrigo Miglio che varcherà nel Duomo di Santa Maria la porta giubilare. Domenica 13 dicembre analoga celebrazione in tutte le Cattedrali dell’isola. Saranno 28 le chiese e i santuari scelte dai vescovi sardi per essere Porte Sante, «dove chiunque entrerà potrà sperimentare l’amore di Dio che consola, che perdona e dona speranza».
CALABRIA
Sono undici le porte sante che saranno aperte in Calabria per la celebrazione del Giubileo della Misericordia. Si inizia con Reggio Calabria che avrà una particolare connotazione mariana. Il Quadro della Madonna della Consolazione è rimasto in Cattedrale fino all’apertura della Porta Santa, prevista per sabato 12 dicembre, quando la comunità diocesana si riunirà in cammino dietro al Quadro della Madonna della Consolazione proprio in occasione del primo pellegrinaggio giubilare diocesano, previsto per domenica 13 dicembre.

TORINO
Domenica 13 dicembre l’arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia apre la prima Porta Santa nella Cattedrale di Torino; mentre domenica 20 dicembre verrà aperta domenica 20 dicembre nella chiesa della Piccola Casa della divina Provvidenza, meglio nota come il Cottolengo, dal nome del suo fondatore. «Con questo ulteriore segno» ha spiegato l’arcivescovo Cesare Nosiglia «vogliamo sottolineare che per un cristiano la vera porta d’accesso alla salvezza è quella dei poveri».
 GENOVA
Domenica 13 dicembre alle 15.30 il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova guiderà la processione che partirà dalla chiesa di San Matteo per raggiungere la Cattedrale di San Lorenzo. L’apertura della piazza San Lorenzo per i fedeli, che entreranno attraverso varchi controllati, sarà alle ore 14. In piazza San Lorenzo si terrà il rito dell’apertura della Porta Santa. Per l’occasione sarà aperto il portone centrale di San Lorenzo. Entrerà, quindi, la processione presieduta dal cardinale Bagnasco, con sacerdoti, diaconi, seminario e servizio liturgico. A seguire entreranno i fedeli. Per tutti gli altri pellegrinaggi giubilari che si terranno da lunedì 14 dicembre la Porta Santa sarà quella del Battistero, in piazza San Giovanni il Vecchio. Ogni venerdì dalle 16 alle ore 18 in Cattedrale ci sarà l’Adorazione Eucaristica.
BOLOGNA
A Bologna l’apertura della Porta Santa in Cattedrale coincide con l’ingresso del nuovo arcivescovo Matteo Zuppi. Sabato 12 dicembre 2015 il vescovo Zuppi visiterà diversi luoghi simbolo del capoluogo emiliano, prima di recarsi in San Petronio per l’Eucaristia, seguirà la processione fino alla Cattedrale di San Pietro, dove sarà aperta la Porta Santa.

NAPOLI

Il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli presiederà l’apertura della Porta della Misericordia in Duomo sabato 12 dicembre alle 17. Il pellegrinaggio diocesano a Roma è previsto per il 12 marzo 2016, ma dal sito della arcidiocesi di Napoli è possibile avere tutti i dettagli sulle celebrazioni per il Giubileo della Misericordia.

VENEZIA
Domenica 13 dicembre anche a Venezia si terrà la solenne celebrazione, presieduta dal patriarca Francesco Moraglia, per l’apertura della Porta Santa della Basilica di San Marco e l’avvio diocesano del Giubileo della Misericordia.
FIRENZE
A Firenze, il cardinale Giuseppe Betori aprirà la Porta santa della Cattedrale di Santa Maria del Fiore domenica 13 dicembre, dopo una processione che partirà alle 16 dalla basilica di San Lorenzo. Come “Porta della misericordia” l’arcivescovo di Firenze, Betori ha indicato la porta sulla fiancata della Cattedrale vicina al Campanile. Ma in diocesi ci saranno anche altre due “Porte della Misericordia”, legate alla devozione mariana: saranno nella Basilica di Santa Maria all’Impruneta e nel Santuario della Santissima Annunziata. La prima sarà aperta sabato 19 dicembre alle 18; la seconda la mattina di domenica 20 dicembre, alle 10.
Avvenire 12 dicembre 2015
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13/12/2015 da in Attualità ecclesiale, Giubileo, ITALIANO con tag , , , .

  • 327.379 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 734 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: