COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Un grano di sale (7) di Guglielmo di Saint-Thierry

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Un granello di sale quotidiano per dare sapore alla tua giornata.

silenzio e solitudine, luce e bellezza, preghiera e contemplazione  (190)

7. Poiché, dunque, in questo modo i miei occhi interiori sono fallaci, offuscati e ciechi, ti prego di aprirmeli al più presto, non però come si aprirono gli occhi carnali di Adamo, perché vedesse la sua confusione, ma perché io veda, o Signore, la tua gloria; perché, dimentico della mia piccolezza e della mia povertà, io mi possa risollevare tutto e correre incontro all’abbraccio del tuo amore, vedendo colui che amerò e amando colui che vedrò; e morendo a me stesso, io incominci a vivere in te e a trovare in te il mio bene, visto che in me ho trovato il male più nefasto. Affrettati, però, Signore, non tardare! Infatti, o Signore, la grazia della tua sapienza o, meglio, la sapienza della tua grazia conosce le scorciatoie: e là dove non si può pervenire in virtù di alcun argomento di carattere razionale o intellettualistico né di alcuna discussione, quasi servissero da scala, si giunge là, al torrente delle tue delizie, alla gioia completa del tuo amore; colui, al quale questo è concesso, se con fede ha cercato, se con fede ha bussato, se lo trova spesso davanti all’improvviso.
Però, Signore, se talora – e questo è così raro! – mi ritrovo a partecipare un poco a questa gioia, io grido, levo la mia voce: Signore, è bello per noi stare qui, innalziamo qui tre tende (Matteo 17,4): una per la fede, una per la speranza e una per l’amore. Ignoro, forse, quel che dico, quando affermo: È bello per noi stare qui? Ma ecco che d’improvviso ricado sulla terra, come morto e, pur guardandomi intorno, non vedo nulla, mi ritrovo al punto di prima, cioè nel dolore del cuore e nell’afflizione dello spirito.

Fino a quando, Signore, fino a quando? Per quanto tempo ancora farà progetti la mia anima e proverà dolore il mio cuore (Salmo 12,1‑2)? Fino a quando il tuo Spirito eviterà di restare negli uomini, perché sono carne, continuando ad andare, a venire e a spirare dove vuole? Ma quando il Signore strapperà Sion dalla sua prigionia, noi saremo come consolati. Allora la nostra bocca sarà piena di gioia e la nostra lingua di esultanza (Salmo 125,1‑2). Frattanto me infelice, perché il mio esilio si è prolungato: ho dimorato con gli abitanti di Cedar, a lungo l’anima mia vi ha soggiornato (Salmo 119,5‑6). Ma mi risponde nel profondo del cuore la verità della tua consolazione e la consolazione della tua verità.

Da “La contemplazione di Dio” di Guglielmo di Saint-Thierry, (1075 circa –1148), monaco, teologo e filosofo francese, una delle voci più elevate della mistica medievale.

Annunci

Un commento su “Un grano di sale (7) di Guglielmo di Saint-Thierry

  1. Benito Amonini
    07/02/2016

    Il 07/02/16, COMBONIANUM – Formazione

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 07/02/2016 da in Fede e Spiritualità, ITALIANO, Un grano di sale con tag , , .

  • 328.445 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 734 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: