COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Pakistan, strage di cristiani.

Pakistan, strage di cristiani.jpg

​Una strage. Nel giorno di Pasqua, mentre i cristiani festeggiano e le famiglie vanno al parco per passare una giornata di svago. Li hanno colpiti lì, nel più grande parco cittadino di Lahore, con un attentato kamikaze destinato a uccidere i più deboli: la minoranza cristiana, le donne e i bambini. Così è stato rivendicata la strage da Jamaat-ul-Ahrar, un gruppo di talebani pakistani, che ha affermato “l’obiettivo era colpire la minoranza cristiana”.

Il bilancio: 72 morti. La polizia: i cristiani sono 10. Un portavoce della polizia di Lahore, Qaiser Abbas, ha comunicato che il bilancio dell’attentato kamikaze di ieri è di 72 morti e 359 feriti.
Tra i morti ci sono 18 donne e 17 bambini, mentre 20 dei feriti sono in condizioni critiche. Secondo Abbas i cristiani morti sono 10, mentre quelli feriti sono 49. In mattinata il premier Nawaz Sharif è arrivato a Lahore per incontrare le autorità cittadine. Un ufficiale di polizia, Haider Ashraf, ha comunicato che sono almeno otto. Ashraf ha affermato inoltre che “la maggioranza delle vittime sono musulmani”. Il premio Nobel per la pace Malala Yousafza si è detta “sconvolta per questo assassinio insensato”.

Quindici arresti. L’antiterrorismo pakistano ha arrestato 15 persone, tra cui 3 fratelli del kamikaze che si è fatto esplodere a Lahore, uccidendo almeno 72 persone. Lo riferisce l’emittente televisiva locale GeoTV, aggiungendo che il kamikaze è stato identificato come Yousuf Farid, nato l’1 gennaio 1988 e residente a Lahore nel distretto di Muzzafargah.

Il papa Prega per le vittime. “La strage orribile di decine di innocenti nel parco di Lahore getta un’ombra di tristezza e di angoscia sulla festa di Pasqua. Ancora una volta l’odio omicida infierisce vilmente sulle persone più indifese”. Lo dichiara padre Federico Lombardi, sull’attentato in Pakistan. “Insieme al Papa – che è stato informato – preghiamo per le vittime, siamo vicini ai feriti, alle famiglie colpite, al loro immenso dolore, ai membri delle minoranze cristiane ancora una volta colpite dalla violenza fanatica, all’intero popolo pachistano ferito”.

Avvenire 28 marzo 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28/03/2016 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , , .

  • 311.126 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 705 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: