COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Turchia, sotto attacco anche le chiese cristiane


Come in Egitto dopo la destituzione del presidente Morsi, così in Turchia dopo il tentato golpe contro Erdogan. A torto o a ragione, i luoghi cristiani finiscono per essere il capro espiatorio preferito di chi intende sfogare la sua rabbia ad ogni ribaltamento politico.

Migliaia di cittadini, dopo il fallito golpe di venerdì, hanno occupato piazza Taksima Istanbul inneggiando a Erdogan


Due chiese altamente simboliche per la minoranza cristiana in Turchia sono state prese di mira la sera del 16 luglio, nel corso delle manifestazioni a sostegno del governo.

La prima è la chiesa di Santa Maria a Trebisonda, dove il 5 febbraio 2006 fu ucciso don Andrea Santoro, sacerdote romano fidei donum, la seconda è la chiesa protestante di Malatya, la città dove il 18 aprile del 2007 furono sgozzati tre cristiani evangelici, un tedesco e due convertiti dall’islam.

A dare notizia degli assalti è stato il canale turco di Sat7, network significativo dei cristiani in Medio Oriente, e rilanciato da Mondo e Missione, la rivista del Pime. Secondo quanto riferito dal sito, a Malatya sono state scagliate pietre contro le finestre della chiesa, mandandole in frantumi.

A Trebisonda, invece, una decina di persone si sono dirette verso la chiesa cercando di forzarne l’ingresso, senza tuttavia riuscire a entrare perché alcuni vicini musulmani hanno lanciato l’allarme. In entrambi i casi si è trattato solo di danni lievi a edifici in quel momento fortunatamente vuoti.

Un avvertimento che non mancherà di allarmare le piccole comunità cristiane. Proprio il 16 luglio, tutti i capi religiosi del Paese (musulmani, cristiani di rito greco ortodosso, armeno, caldeo e assiro ed ebrei) hanno rilasciato una dichiarazione congiunta contro la violenza. «Il terrore e la violenza, si legge nella dichiarazione, ovunque siano e da chiunque provengano, non possono mai essere difesi e considerati come legittimi.

Uccidere una sola persona è come uccidere l’umanità intera, e questo non può assolutamente essere accettato dai credenti». In Turchia i cristiani rappresentano lo 0,15 per cento del totale della popolazione turca (80 milioni), ossia 130 mila fedeli. Sono in gran parte ortodossi (80mila armeni, 10 mila antiocheni e 3mila greci) oltre a 10mila siriaci. I cattolici sono circa 30 mila, di cui 20mila latini, gli altri caldei e siro-cattolici.

Camille Eid
Avvenire 20 luglio 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20/07/2016 da in Attualità sociale, Cristiani perseguitati, ITALIANO con tag , .

  • 402.325 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 832 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: