COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Gmg 2016 Cracovia (5) Appuntamento a Panama nel 2019



Domenica, 31 luglio 2016

10.00 Santa Messa per la Giornata Mondiale della Gioventù nel Campus Misericordiae
[Inglese, Italiano, Polacco, Portoghese, Spagnolo, Tedesco]
Angelus
[Inglese, Italiano, Polacco, Português, Spagnolo, Tedesco]
17.00 Incontro con i Volontari della GMG e con il Comitato Organizzatore e Benefattori alla Tauron Arena in Kraków
18.15 Cerimonia di congedo all’aeroporto di Balice-Kraków
18.30 Partenza in aereo per Roma/Ciampino
20.25 Arrivo all’aeroporto di Roma/Ciampino

Nel 2019 a Panama. L’annuncio del Papa arriva al termine dell’Angelus al Campus Misericordiae, durante la Messa conclusiva della Giornata mondiale della gioventù di Cracovia. Sarà il piccolo Paese latinoamericano a ospitare, dopo le due a livello diocesano, la prossima Gmg. Una scelta che richiama il valore del dialogo, simboleggiato dal celebre canale che unisce l’Oceano Atlantico con il Pacifico e dal ponte che lo sovrappassa, per decenni l’unico collegamento permanente tra le due Americhe.

Proprio il richiamo alla bellezza dello stare insieme, all’impegno per la fraternità è stato del resto uno dei temi guida della Gmg di Cracovia. Una suggestione rimarcata più volte fino alla fortissima immagine rilanciata nella Veglia di ieri sera; “E’ più facile costruire ponti che innalzare muri”.

Piccolo Paese di circa 3 milioni e mezzo di abitanti, Panama è una repubblica presidenziale guidata attualmente da Juan Carlos Varela, che si sarebbe impegnato personalmente per poter ospitare la Giornata mondiale della gioventù. Anche troppo, secondo le opposizioni che lo accusano di essersi appropriato di meriti che in realtà sono della Chiesa locale, opposizioni che in questi giorni polemizzano anche per i costi del viaggio che ha portato a Cracovia il presidente con la moglie.

La Chiesa cattolica panamense comprende 11 diocesi mentre i vescovi, compresi gli emeriti, sono 24. Presidente della Conferenza episcopale è il cardinale José Luis Lacunza Maestrojuan, religioso degli agostiniani recollati, che in realtà è nato in Spagna, a Pamplona. Settantadue anni, Lacunza è stato creato cardinale da papa Francesco nel Concistoro del 14 febbraio 2015. E’ membro della Congregazione per l’educazione cattolica e del Pontificio Consiglio della cultura. Noto per il suo impegno a tutela degli indios, nel 2012 ha svolto un importante ruolo di mediazione tra il governo e le popolazioni indigene che temevano di essere espropriate delle loro terre.

Riccardo Maccioni, inviato a Cracovia
Avvenire 31 luglio 2016


“Giovani, no all’anestesia dell’anima”
Il Papa saluta Cracovia

“Gesù ci chiama per nome”, “Dio ci ama così come siamo”. E’ un invito a essere protagonisti della propria vita, a sognare secondo Gesù, a non aver paura di dire sì al Signore, il filo rosso dell’omelia del Papa durante la Messa di chiusura della Gmg di Cracovia, seguita secondo i dati comunicati dalle autorità da oltre 1,5 milioni di giovani.

Nel Campus Misericordiae, Francesco, commentando l’episodio evangelico di Zaccheo, mette in guardia i giovani dai rischi dello scoraggiamento, del pensare in piccolo, del considerarsi meno di quel che sono. Soprattutto li invita a non temere “la folla mormorante” che “potrebbe ridere di voi perché credete nella forza mite della misericordia”, che “potrebbe giudicarvi dei sognatori perché credete in una nuova umanità, che non accetta l’odio tra i popoli, non vede confini dei Paesi come delle barriere”.

messa600DPS_0248a_52096320.jpg

Pericoli da conoscere, da affrontare senza paura di dire sì a Dio, un Dio vicino, che “ci invita al coraggio vero”. Ma voi, aggiunge il Pontefice “non lasciatevi anestetizzare l’anima”, non fermatevi alla superficie delle cose e diffidate dalle liturgie mondane dell’apparire”, cercate la connessione più stabile: “Quella di un cuore che vede e trasmette il bene senza stancarsi”.

L’impegno affidato ai giovani allora è quello di essere costruttori di una nuova umanità, lottando per il bene in quanto bene, senza aspettare di sentirsi dire bravi. La Gmg allora “comincia oggi e continua domani a casa perché è lì che Gesù vuole incontrarti d’ora in poi”.

Una curiosità significativa: la preghiera dei fedeli per i cristiani perseguitati viene recitata in cinese.

papadentroDPS_0178a_52096319.jpg

Il regalo della Gmg a Cracovia: le case Caritas

Questa mattina, lasciato l’arcivescovado, Papa Francesco si è trasferito in auto al Campus Misericordiae di Cracovia, predisposto per ospitare i due eventi conclusivi della Gmg 2016: la Veglia di sabato sera e la Messa. In quest’area sono state realizzate due strutture, che resteranno a ricordo dell’evento come segno tangibile di misericordia: una Casa diurna per anziani e un Centro Caritas denominato Il pane della Misericordia. Accolto dal sindaco di Wieliczka, nel cui territorio si trova il Campus, e dal direttore della Caritas diocesana, il Papa è stato accompagnato all’ingresso di una delle due case destinate all’accoglienza di poveri e anziani in difficoltà. Qui ha benedetto i presenti, i locali e una statua della Madonna di Loreto. Dopo la benedizione delle case della Caritas, Bergoglio ha compiuto sulla vettura panoramica un lungo giro in tutta l’area del Campus Misericordiae.

Riccardo Maccioni e Antonella Mariani da Cracovia
Avvenire 31 luglio 2016


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31/07/2016 da in Attualità ecclesiale, ITALIANO con tag .

  • 311.739 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 708 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: