COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

I trucchi e le violenze di Pechino per fermare i giovani cinesi alla Gmg

Il governo ha bloccato un gruppo di 50 giovani pellegrini, già imbarcati su un aereo diretto a Cracovia. Interrogati per ore all’immigrazione, sono stati “ammoniti” e rimandati a casa con l’ordine di non contattare nessuno all’estero. Nel frattempo, per i luoghi centrali della Giornata mondiale della Gioventù si aggirano “giovani cattolici cinesi”, in gruppi di cinque o sei persone, che hanno il compito di spiare i compatrioti. Lavorano per Istituti culturali o aziende cinesi in Polonia.


I trucchi e le violenze di Pechino per fermare i giovani cinesi alla Gmg.jpg


Cracovia (AsiaNews) – Il governo cinese ha fermato un gruppo composto da 50 giovani pellegrini, imbarcati su un aereo diretto a Cracovia, e li ha costretti a scendere e tornare a casa. I funzionari politici dell’aeroporto di Pechino hanno bloccato l’aeroplano, già sulla pista di partenza, e hanno prelevato i ragazzi: interrogati per ore all’immigrazione, sono stati “ammoniti” e rimandati a casa con l’ordine di non contattare nessuno all’estero. Lo dice ad AsiaNews un giovane cattolico cinese, già in Polonia, che aveva avuto dal suo parroco il compito di guidare la delegazione.

Il gruppo bloccato era composto da ragazzi di Pechino e delle diocesi circostanti. Non avendo trovato sponsor europei che garantissero per loro, si sono semplicemente recati all’ufficio consolare polacco nella capitale cinese per chiedere il visto. Ottenuto il documento, hanno comprato i biglietti e si sono imbarcati. Il governo li accusa oggi di aver “violato le direttive per i viaggi all’estero”, ha ritirato loro i passaporti e ha minacciato il parroco di “gravi conseguenze” se avessero di nuovo “violato la legge”.

La fonte di AsiaNews, anonima per motivi di sicurezza, racconta che nonostante tutto la presenza cinese – dal continente, Hong Kong, Macao e Taiwan – è comunque “considerevole. Parliamo di diverse migliaia di persone, forse addirittura 8mila in tutto dal mondo cinese. Siamo contentissimi di essere qui e di poter vedere il Papa e pregare con lui”. Tuttavia, rimane una grande ombra sul loro pellegrinaggio in questa XXXI Giornata mondiale della gioventù: “Tutti quelli con cui ho parlato ora sono tristi e hanno paura di quello che succederà una volta tornati a casa. Non è bello vivere così”.

Pechino ha intenzione di controllare da vicino i connazionali che sono riusciti a sfilarsi dalla rete messa intorno alla Gmg, e per farlo ha rispolverato un trucco dell’epoca maoista: ha chiesto ai dipendenti delle aziende cinesi in Polonia e ai funzionari di diversi Istituti culturali cinesi sul territorio polacco di andare in giro per i luoghi della Giornata con la bandiera cinese, avvicinando gli altri gruppi cattolici di conterranei e cercando di ottenere più informazioni possibili.

Questa mattina, nella grande piazza Mariacki dominata dalla cattedrale dedicata alla Madonna, uno di questi gruppetti sventolava con grande enfasi la bandiera rossa. Avvicinati, hanno dichiarato di essere della provincia dell’Hebei – “roccaforte” del cattolicesimo cinese – e hanno spiegato che era stato “facilissimo” arrivare qui con i giovani di tutto il mondo. Interrogati sulla loro diocesi di provenienza, non hanno però saputo rispondere; alla domanda su chi fosse il loro vescovo – posta anche in lingua cinese – hanno chiesto cosa fosse un vescovo. L’ultima richiesta, su chi fosse il sacerdote che li accompagnava, hanno risposto di “non averne bisogno”.

Vincenzo Faccioli Pintozzi
26/07/2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31/07/2016 da in Attualità ecclesiale, ITALIANO con tag , , .

  • 328.690 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 735 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: