COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Archivio mensile:luglio 2016

Un grano di sale, da Thomas Merton (28)

Ogni vera preghiera, non importa quanto semplice, richiede la conversione di tutto il nostro essere verso Dio, e finché ciò non si è attuato — o attivamente per mezzo dei nostri sforzi, o passivamente per azione dello Spirito Santo — non entriamo nella «contemplazione» e non possiamo impunemente diminuire nostri sforzi per stabilire il contatto con Dio.

12/07/2016 · Lascia un commento

“A lista do Padre Carreira”

«Eu não me deitei e andei a noite toda, furando Roma, mudando caminhos, acordando padeiros para trazer sacos de farinha, no dia seguinte, fazer papas com manteiga. E tive de tratar da distribuição, de descarregar os mantimentos, de encorajar as freiras e ouvir as mulheres que não sabiam dos maridos e de alguns filhos.»

11/07/2016 · Lascia un commento

Appello della Chiesa in Sud Sudan: si rischia il genocidio

Il presidente del Sud Sudan, Salva Kiir, ha ordinato il cessate il fuoco immediato dopo giorni di scontri a Juba, capitale del Paese. Anche l’ex leader dei ribelli Riek Machar, oggi vicepresidente, ha chiesto ai suoi di porre fine ai combattimenti. La decisione arriva dopo giorni di sanguinosi scontri nella capitale. Machar ha detto di essere ancora in Sud Sudan, senza spiegare dove.

11/07/2016 · Lascia un commento

Liturgie: pas de changement au Missel romain

Pas de nouvelles directives liturgiques, ni changements au Missel romain dont les indications restent en vigueur. C’est la mise au point du père Federico Lombardi, le 11 juillet 2016, après des propos du cardinal Robert Sarah, préfet de la Congrégation pour le culte divin et la discipline des sacrements, sur la célébration de la messe.

11/07/2016 · Lascia un commento

Giappone, la lunga strada della conversione

Il Centro studi asiatici, nato per iniziativa dei missionari Saveriani in Giappone, ha appena completato una interessante raccolta di storie di conversioni locali alla fede cattolica narrate in prima persona in un decennio. Della conversione in Giappone – realtà che sarà evidenziata quest’anno dal 50° anniversario della pubblicazione de Il Silenzio, opera più nota dello scrittore cattolico giapponese, Shusaku Endo, morto vent’anni fa, ma anche dall’uscita entro l’anno del film Silence, diretto da Martin Scorsese e ispirato dal libro – abbiamo parlato con padre Tiziano Tosolini, missionario in Giappone da 17 anni, studioso e saggista, che del Centro saveriano è ispiratore e direttore.

11/07/2016 · Lascia un commento

Fuggito dal gulag

C’è un globetrotter particolare, un fragile giovane di aspetto estremoorientale, claudicante quando scende dalla sella, che in queste settimane sta percorrendo l’Europa in bicicletta con la determinazione di consegnare due semplici lettere. Mittente: lui stesso; destinatari: il padre detenuto in un campo di lavoro e il capo del regime nordcoreano Kim Jong-Un; tramite: le rappresentanze diplomatiche della Corea del Nord nelle capitali e nelle sedi Onu del Vecchio continente.

11/07/2016 · 1 Commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (27)

Meditare vuol dire pensare. Eppure una buona meditazione è molto più che ragionare o pensare. Molto più che degli «affetti», molto più che una serie di «atti» per cui si passa.

11/07/2016 · 1 Commento

Totalitarismi: Nolte contro Habermas

Fu una scintilla quel Passato che non vuole passare di Ernst Nolte, pubblicato il 6 giugno ’86 sulla liberale ‘Frankfurter Allgemeine Zeitung’; una scintilla che accese le discussioni della cultura europea, divampate allora forse per l’ultima volta nell’estate di trent’anni fa. Ne derivò l’Historikerstreit, la controversia tra gli storici, che la ‘New York Review of Books’ del 17 gennaio ’87 definì più pragmaticamente la ‘guerra’ degli storici tedeschi.

10/07/2016 · Lascia un commento

Come mendicanti bussando alle porte di Dio

Le prediche di Spoleto / 7
Termina oggi alle 17 nella chiesa di San Domenico la serie 2016 delle «Prediche di Spoleto», organizzate dalla diocesi di Spoleto-Norcia nel contesto del Festival dei Due Mondi, e – secondo tradizione – l’onere di chiudere il ciclo dei 7 incontri spetta proprio all’arcivescovo di Spoleto-Norcia Renato Boccardo. Quest’anno l’argomento prescelto erano le parabole e a monsignor Boccardo tocca quella detta «dell’amico importuno» (Lc 11, 5-13); della sua omelia diamo in questa pagina un ampio stralcio.

10/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (26)

Per mantenerci spiritualmente vivi dobbiamo di continuo rinnovare la nostra fede. Siamo come piloti di una nave immersa nella nebbia, che scrutano la foschia, tendono l’orecchio ai segnali delle altre navi, e soltanto se stiamo bene all’erta potremo raggiungere il nostro porto. La vita spirituale è quindi anzitutto questione di vigilanza.

10/07/2016 · Lascia un commento

Lettera dalla Colombia

Cari amici che mi seguite dall’Italia, vi racconto che in questi ultimi mesi stiamo passando nel quartiere dove vivo una situazione piuttosto difficile. Tra i mesi di maggio e giugno … Continua a leggere

09/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (25)

La vita spirituale è innanzitutto una vita.
Non è soltanto qualche cosa che va conosciuta e studiata, bisogna viverla. Come ogni vita, si ammala e muore quando è sradicata dal suo elemento. La grazia è innestata nella nostra natura e tutto l’uomo viene santificato dalla presenza e dall’azione dello Spirito Santo

09/07/2016 · Lascia un commento

Il buon SEMINATORE fa fiorire anche le pietre

A un primo impatto, l’impressione che si ha leggendo la parabola del seminatore (Lc 8, 5-8.11 15), è che siamo di fronte a un contadino quanto meno sprovveduto e poco accorto, che non conosce il proprio mestiere. Getta il seme a caso, sprecando in abbondanza un bene prezioso e mettendo a rischio il buon esito del raccolto.

08/07/2016 · Lascia un commento

Rosenzweig, così il Messia interrompe il progresso

Chiamate in attesa (27)
A cura di José Tolentino Mendonça.
Uno dei libri più straordinari del XX secolo fu scritto quasi interamente su piccole cartoline postali, inviate dal fronte durante la prima guerra mondiale. Fu così che Franz Rosenzweig, in ore tenebrose della storia dell’Occidente, lo costruì, intitolandolo La stella della redenzione.

08/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (24)

L’orgoglioso ama la sua illusione e la sua autosufficienza. Chi è povero in spirito ama proprio la sua insufficienza. L’orgoglioso esige rispetto perché crede di avere ciò che gli altri non hanno. L’umile chiede in elemosina una parte di ciò che ogni altro ha ricevuto. Egli pure desidera di essere colmato della bontà e della misericordia di Dio.

08/07/2016 · Lascia un commento

Dentro la bellezza (93)

Siamo nell’anno della Misericordia eppure sembra che la misericordia sia fuggita dal nostro mondo. Rimane solo perché chiamata a gran voce dalla fede della Chiesa e dalle lacrime dei credenti. Sieger Köder, artista scomparso recentemente, sacerdote tedesco che ha illustrato quasi tutta la Bibbia, condensa tutte le sette opere di misericordia dentro una casa. Le rivisita con un’edizione, per così dire, familiare. Certo non è una casa qualunque, è la casa di Betania, la casa di Marta, di Maria, di Lazzaro. È la casa degli amici di Gesù.

07/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (23)

Che cosa significa conoscere e sperimentare il mio «nulla»?
Per conoscere davvero il nostro «nulla» dobbiamo pure amarlo.
Per amare il nostro nulla dobbiamo amare in noi tutto ciò che l’orgoglioso ama quando ama se stesso. Ma dobbiamo amarlo proprio per l’opposta ragione.

07/07/2016 · Lascia un commento

Luoghi dell’Infinito (7) La GMG di Cracovia

Dal 25 al 31 luglio i giovani di tutto il mondo popoleranno le strade di Cracovia, per pregare, gioire insieme e incontrare papa Francesco. È la seconda volta che la Gmg tocca la Polonia. Nel 1991 Giovanni Paolo II chiamò ragazzi e ragazze di tutto il pianeta a Częstochowa. Alla Polonia, al suo presente e al suo passato, ai tesori di una cultura millenaria e alla vitalità dell’oggi, al suo ruolo nel disegnare un mondo nuovamente libero, è dedicato lo speciale del nuovo numero di “Luoghi dell’Infinito”, mensile di cultura, arte e itinerari, in edicola con “Avvenire” da martedì 3 luglio.

07/07/2016 · Lascia un commento

Ethiopian Bible, the oldest and complete bible on earth

Written in Ge’ez an ancient dead language of Ethiopia, it’s nearly 800 years older than the King James Version and contains 81-88 books compared to 66. It includes the Book of Enoch, Esdras, Buruch and all 3 Books of Maccabee…
The incredible relic has been kept ever since in the Garima Monastery near Adwa in the north of the country, which is in the Tigray region at 7,000 feet.
Experts believe it is also the earliest example of book binding still attached to the original pages.
The survival of the Gospels is incredible considering the country has been under Muslim invasion, Italian invasion and a fire in the 1930s destroyed the monastery’s church.

07/07/2016 · Lascia un commento

Codex Purpureus, il libro illustrato più antico

Torna in Calabria il Codex Purpureus Rossanensis,
celeberrimo evangelario Patrimonio dell’Umanità,
forse il più antico libro illustrato della storia.
Il manoscritto di 188 pagine, che risale al V-VI secolo e fu trovato a Rossano a metà Ottocento ha concluso i lavori di restauro di un’opera unica al mondo, e Patrimonio Unesco. Dal 2 luglio sarà possibile ammirarlo nel museo diocesano della città del Cosentino.

06/07/2016 · Lascia un commento

GMG – Giovani, quel sorriso d’umanità vera

Ci sono tanti modi di guardare alla Gmg. Uno è quello di tenersi negli occhi l’immagine di una spianata ripresa dall’elicottero: migliaia e migliaia di puntini colorati. Chi tiene questo punto di osservazione, di solito, si ferma a un’immagine superficiale e rischia di lasciarsi prendere da una domanda: ha ancora senso un raduno del genere, che ha il sapore di uno schieramento di forze?

06/07/2016 · Lascia un commento

Europa rialzati: senza radici sei perduta

Una civiltà tiepida, che non sa riconoscere la drammaticità del nostro tempo, incapace di coltivare e amare anche un solo valore per cui valga la pena dare la vita, è una civiltà condannata. Terrorismo e profughi non fanno che metterne in luce le debolezze.

06/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (22)

Non esiste alternativa tra la gratitudine e l’ingratitudine. Chi non è grato comincerà presto a lamentarsi di tutto. Chi non ama, odia. Nella vita spirituale non esiste una specie di indifferenza all’odio o all’amore. Ecco perché la tiepidezza (che ha la parvenza di essere indifferente) è tanto detestabile. Si tratta di odio camuffato da amore.

06/07/2016 · Lascia un commento

Bruno Forte: La Patria Europa

Il 21 aprile 1954 Alcide De Gasperi teneva un memorabile discorso: «La nostra patria Europa». Alla Conferenza Parlamentare europea di Parigi, il grande Statista affermava tra l’ altro: «È la volontà politica unitaria che deve prevalere. È l’ imperativo categorico che bisogna fare l’ Europa per assicurare la nostra pace, il nostro progresso e la nostra giustizia sociale che deve anzitutto servirci da guida… Tutta la nostra costruzione politico-sociale presuppone un regime di moralità internazionale.

05/07/2016 · Lascia un commento

Affrontare le due “W”

La nuova fase della guerra del terrore scatenata dal Daesh non si può combattere sul terreno né si può vincere con i droni, i bombardamenti e gli obiettivi mirati. Perché il nocciolo, il core business del Califfato non sono, nonostante l’orrore di cui sono capaci, gli squadroni di macellai e di tagliagole che – con atti di suprema viltà – continuano a sequestrare e colpire inermi, schiavizzare donne, decapitare statue, disprezzare bellezza e armonia del creato. Il cuore nero del Daesh sopravvive grazie a un fiume di denaro e una capillare propaganda attraverso internet

05/07/2016 · Lascia un commento

Propaganda e jihadisti delle scuole di élite

La storia e la propaganda wahhabita, finanziata dalle monarchie sunnite del Golfo, dietro la strage. Ecco perché in Bangladesh è cresciuta l’intolleranza

05/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (21)

L’Eucaristia — il Sacrificio di lode e di ringraziamento — è il focolare sempre acceso della conoscenza di Dio perché nel Sacrificio, Gesù, rendendo grazie al Padre, offre ed immola se stesso interamente per la gloria del Padre e per salvarci dai nostri peccati. Se non Lo «conosciamo» nel suo Sacrificio, come è possibile che questo abbia per noi tutto il suo valore? «La conoscenza di Dio vale più degli olocausti» (Os 6,6). Se non siamo grati e non lodiamo il Padre con Lui, non Lo conosciamo.

05/07/2016 · Lascia un commento

Profughi, «chi non poteva pagare, ucciso per la vendita degli organi»

Venduti a un gruppo di egiziani, uccisi e usati per la vendita degli organi: è la tremenda sorte dei profughi che non hanno il denaro necessario a pagare il viaggio verso le coste italiane.
A raccontarlo è il primo pentito di una rete criminale che gestisce il traffico dei migranti

04/07/2016 · Lascia un commento

Missionari italiani in Bangladesh: rischiare la vita per il Vangelo

Scortati dalla polizia, preti e suore europei sono tra i possibili obiettivi dei terroristi.
Il paradosso è quello di rischiare la vita mentre si fa del bene alla popolazione locale, mentre ci si dedica all’assistenza dei malati, degli emarginati o dei bambini.
Ma come si è giunti a questo punto? Spiega il missionario Pime Franco Cagnasso: «Da decenni i paesi del Golfo hanno messo in atto uno sforzo di rieducare i musulmani del Bangladesh, depurando l’islam locale da tradizioni e da commistioni con altre culture o con la modernità. Migliaia di madrase hanno instillato nelle menti di milioni di ragazzi e giovani la visione di un islam duro e intollerante».

04/07/2016 · Lascia un commento

Bangladesh; el aumento de la violencia que atemoriza a los cristianos

Después del ataque terrorista de Dacca, la tensión es alta y la vida de las minorías religiosas no islámicas es precaria. Los misioneros viven con escolta. El Papa: barbarie en contra de Dios y de la humanidad.

04/07/2016 · Lascia un commento

Pakistan: Christian life in the ghetto

A visit to Lahore’s “Joseph Colony”, a degraded slum where Christians are forced to live amid indifference and discrimination.
“Joseph Colony” was an easy target when, in March 2013, a crowd of Muslims set it alight, enacting a “mass punishment” of Christians. Very few were brave enough to protest against this parody of justice.

04/07/2016 · Lascia un commento

Il Dio dei millennials. Sempre più giovani (tre su dieci) si dichiarano non credenti

E tra chi continua a professare la fede cresce il disinteresse per la preghiera, il che non vuol dire la fine del sacro. Una serie di ricerche e di saggi indagano il fenomeno – Il Dio dei millennials è morto o sta poco bene. Così dicono le ultime inchieste sulla fede delle nuove generazioni. Sono sempre di più i ragazzi che si dichiarano atei, agnostici o indifferenti, pur provenendo non da un background laico ma da un’ educazione cattolica (e mai da una mala educación).

04/07/2016 · Lascia un commento

Ratzinger: sono riuscito a sciogliere la “lobby gay” in Vaticano

In un libro di memorie di prossima pubblicazione il Papa emerito Benedetto XVI ammette l’esistenza di un gruppo di potere composto da quattro-cinque persone.
Il libro deve ancora uscire ma fa già discutere. S’intitola «Ultime conversazioni», è un’intervista condotta dal giornalista tedesco Peter Seewald, che già aveva al suo attivo tre libri tratti da conversazioni con Joseph Ratzinger, due da cardinale e una da Papa.

04/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (20)

La mia speranza sta in ciò che gli occhi non hanno mai visto. Dunque, non lasciarmi credere in ricompense visibili. La mia speranza sta in ciò che il cuore umano non sa percepire: non lasciarmi credere ai sentimenti del mio cuore. La mia speranza sta in ciò che la mano dell’uomo non ha mai toccato: non lasciarmi credere a quanto posso afferrare tra le dita. La morte allenterà la loro stretta e la mia vana speranza si dileguerà.

04/07/2016 · Lascia un commento

Hace cuarenta años, la Declaración Universal de los Derechos de los Pueblos.

El 4 de julio 1976 en Argel, por iniciativa de Lelio Basso, fue proclamada la Declaración Universal de los Derechos de los Pueblos, que fue el resultado de un proceso complejo que coincidió con la época de la descolonización empezada en la segunda posguerra.

04/07/2016 · Lascia un commento

Report on freedom of religion shows horrific persecution of Christians worldwide

A horrific catalogue of human rights abuses of Christians and other believers is listed in the latest freedom of religion or belief report from the European Union.
The report calls on the EU to “use political and financial power to end persecution of religious minorities worldwide.” It finds “significant restrictions” exist on religion worldwide, including the near extinction of Christians in Syria and Iraq.

03/07/2016 · Lascia un commento

Turchia, la sfida al mondo cristiano: il muezzin torna a cantare da Santa Sofia

Non succedeva da 85 anni, da quando è stata trasformata da moschea in struttura artistica. Un passo verso l’islamizzazione di un paese fondato da Ataturk come repubblica laica.

ISTANBUL – In una Istanbul vuota di turisti stranieri dopo l’attentato di martedì sera all’aeroporto internazionale Ataturk, il canto del muezzin è risuonato dopo 85 anni a Santa Sofia, nella Piazza Sultanahmet oggetto già a gennaio di un attacco kamikaze che uccise 10 visitatori tedeschi. E’ la prima volta che accade da quando il museo, uno dei gioielli architettonici della Turchia, fu convertito in struttura artistica dopo essere stato prima una basilica e poi una moschea.

03/07/2016 · Lascia un commento

Ecumenismo: Congresso «Juntos Pela Europa» pede às igrejas a plena comunhão

Munique, Alemanha, 02jul – O congresso Juntos Pela Europa, que terminou este sábado em Munique (Baviera, Alemanha), apelou aos responsáveis das diferentes igrejas cristãs que “ultrapassem as divisões”.
“Enquanto cristãos, queremos viver juntos, na reconciliação e em plena comunhão”, pedem no documento final os cerca de dois mil participantes reconhecendo o contra-testemunho que é dado pela divisão das igrejas

03/07/2016 · Lascia un commento

Elie Wiesel, a beacon of light

Elie Wiesel, Holocaust survivor, Nobel Peace prize winner, dies aged 87
‘This is what we must do: not to sleep well when people suffer anywhere in the world, not to sleep well when someone is persecuted, not to sleep well when people are hungry all over here or there, not to sleep well when there are people sick and nobody is there to help them, not to sleep well when anyone somewhere needs you.’

03/07/2016 · Lascia un commento

Porziuncola: 800 anni di misericordia

Da otto secoli è un vero e proprio santuario della misericordia e della riconciliazione che attrae migliaia di pellegrini e che il mondo conosce come la Porziuncola. “Piccola porzione di terra” vuol dire quel vocabolo legato al nome di Francesco che deve la sua notorietà alla «remissione di tutte le colpe» chiesta dal santo a Cristo e alla Vergine nel 1216. Un “dono” del cielo che ha fatto del Perdono di Assisi una delle indulgenze più note della cristianità che ogni anno, fra il 1° e il 2 agosto, può essere ottenuta entrando nella chiesetta ospitata all’interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli ai piedi di Assisi.

03/07/2016 · 1 Commento

Prediche di Spoleto: lo scarto dello SGUARDO

Il fariseo e il pubblicano della parabola sono due uomini che vengono da modi di vita profondamente diversi, oserei dire opposti; nella parabola, però, li troviamo nella stessa situazione: salgono al tempio per pregare. Ma anche qui emergono le profonde differenze tra loro sia nel modo di porsi davanti a Dio, sia nel contenuto della loro preghiera. Uno appare soddisfatto di se stesso, mentre l’altro non si sente per niente tranquillo. Il fariseo poi, nella sua preghiera, pronuncia ben ventinove parole, mentre il pubblicano ne utilizza solamente sei.

03/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (19)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50) Un granello di sale quotidiano per dare sapore alla tua giornata. Il cristiano ideale … Continua a leggere

03/07/2016 · Lascia un commento

Sudão do Sul: milhares de pessoas em fuga após violentos ataques

Sudão do Sul: Fundação católica alerta para «milhares de pessoas» em fuga após «violentos ataques» Lisboa, 30 jun 2016 (Ecclesia) – A Fundação Ajuda à Igreja que Sofre (AIS) informa … Continua a leggere

02/07/2016 · Lascia un commento

L’abbraccio del Padre, per rialzarsi sempre

Parabole dei due mondi
Oggi nella chiesa di San Domenico, alle ore 17, il cardinale Angelo Comastri, vicario generale per la Città del Vaticano, propone la sua meditazione, di cui anticipiamo ampi stralci, su “La pecora, la moneta, il figlio perduto e il figlio fedele” (Luca 15, 4-32). È la quarta tappa delle “prediche” di Spoleto (parte del Festival dei Due Mondi e curate dalla diocesi di Spoleto-Norcia), dedicate quest’anno alle parabole, dopo quelle di Fausto Bertinotti, di Ambrogio Spreafico, vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentillo, con il rabbino Yosef Levi e l’imam Izzaddin Elzir e del direttore di “Avvenire”, Marco Tarquinio.

02/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (18)

Se conosciamo quanto è grande l’amore di Gesù per noi, non avremo mai paura di andare a Lui in tutta la nostra povertà e debolezza e miseria e infermità spirituale. Anzi, quando arriviamo a comprendere di che genere sia il suo amore per noi, preferiamo di andare a Lui in veste di poveri e derelitti: Non ci vergogneremo mai della nostra miseria. La miseria torna tutta a nostro vantaggio quando non abbiamo da cercare altro che misericordia.

02/07/2016 · Lascia un commento

Sinodo pan-ortodosso: chiusura e Messaggio

Preceduto da una pluriennale preparazione, condotta con tanta fatica e tanto amore; celebrato nonostante significative assenze ma con tanta diligenza e operosità, nel pomeriggio del 25 giugno il tanto sospirato sinodo pan-ortodosso ha concluso i suoi lavori. La mattina di domenica 26, “Domenica di tutti i Santi”, i lavori sono stati sigillati dalla concelebrazione dei dieci primati sotto la presidenza del patriarca ecumenico, nella Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo a Canea. Durante la liturgia è stato letto il Messaggio del sinodo al popolo ortodosso e ad ogni uomo di buona volontà.

01/07/2016 · Lascia un commento

In ascolto, rubando il mestiere a Dio

Le prediche di Spoleto/3
La parabola del giudice disonesto e della vedova importuna (Luca 18,1-8)
Ma se cominciamo ad ascoltare, non riusciamo più a fermarci. Rendiamo inquieti i nostri giorni, impariamo a scavare persino dentro la quotidianità, dentro le spese che facciamo, i divertimenti che cerchiamo e il lavoro che svolgiamo, imponendoci di ragionare non tanto su ciò che garantiscono a noi, ma sull’“effetto che fanno” al mondo e alle tante altre persone che, con tutta la nostra “cultura dei diritti”, non riusciamo a pensare uguali a noi…

01/07/2016 · Lascia un commento

FP.it 7/2016 Dalla distanza alla festa

Ritiro spirituale guidato dal Papa Francesco in occasione del Giubileo dei Sacerdoti.
Cominciamo questa giornata di ritiro spirituale. Credo che ci farà bene pregare gli uni per gli altri, in comunione. Un ritiro, ma in comunione, tutti.
Ho scelto il tema della misericordia. Prima una piccola introduzione, per tutto il ritiro.

01/07/2016 · Lascia un commento

FP.pt 9/2016 Bom odor de Cristo

Neste terceiro encontro, proponho-vos meditar sobre as obras de misericórdia, quer debruçando-vos sobre uma delas – a que sentirmos mais relacionada com o nosso carisma – quer contemplando-as todas juntas, vendo-as com os olhos misericordiosos de Nossa Senhora

01/07/2016 · Lascia un commento

FP.pt 8/2016 O recetáculo da Misericórdia

Depois de termos rezado sobre aquela «dignidade envergonhada» e «vergonha dignificada», que é o fruto da misericórdia, prosseguimos com esta meditação sobre o «recetáculo da Misericórdia». É simples. Poderia dizer uma frase e ir-me embora, porque é um só: o recetáculo da Misericórdia é o nosso pecado.

01/07/2016 · Lascia un commento

FP.pt 7/2016 Do distanciamento à festa

Se a misericórdia do Evangelho è um excesso de Deus, um transbordamento inaudito, a primeira coisa a fazer é ver onde o mundo de hoje, e cada pessoa, mais precisa de um excesso de amor assim.

01/07/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (17)

Pigrizia e ignavia sono due dei più grandi nemici della vita spirituale. Tanto più pericolosi degli altri quando si camuffano da «discrezione». Questa illusione non sarebbe tanto fatale se la discrezione non fosse una delle virtù .più importanti per chi conduce una vita spirituale. Difatti è proprio la discrezione che ci fa vedere la differenza che passa tra ignavia e discrezione. Se il tuo occhio è semplice… ma se la luce che è in te è tenebra…

01/07/2016 · Lascia un commento

  • 539.073 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 931 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie