COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

La bisaccia del mendicante (25)

Rubrica di Enzo Bianchi


Arcabas

Arcabas

Il Vangelo unica vera ispirazione  

Si è ormai introdotta una crepa nella chiesa italiana: a poco a poco e in modo sempre crescente appare la diversità, fino a essere una vera e propria opposizione, tra cattolici che vogliono ispirarsi al Vangelo e cattolici “del campanile”, per i quali la prima preoccupazione è la tradizione, l’identità cattolica localista. Non è una novità nella storia della nostra chiesa. Non si può infatti dimenticare che Benito Mussolini, uno dei tanti timonieri invocati e venerati dagli italiani, diceva con orgoglio: “Io sono cattolico e anticristiano!”.

La chiesa che trova molte testimonianze e alcune ispirazioni in papa Francesco sempre di più viene sentita come una novità offensiva rispetto alla religione praticata e vissuta. Lo rivelano molti episodi. Un presbitero si rifiuta di leggere in chiesa la “preghiera dell’alpino”, in quanto preghiera non pacifica e dunque non conforme allo spirito del Vangelo, ed ecco insorgere popolo e politici, che invocano la tradizione cattolica attestata dall’epoca della prima guerra mondiale in poi. In un’altra regione italiana un vescovo chiede che sia rispettata la libertà religiosa, e dunque che anche i musulmani possano avere il loro luogo di culto, la moschea, ed ecco nascere una chiassosa opposizione da parte della gente, mentre i governanti fabbricano la paura dello straniero, del diverso. E ancora, in una scuola cattolica sono ammessi bambini immigrati e i genitori dei bambini cattolici organizzano la protesta. Si potrebbe continuare con altri esempi, ricordando parole e comportamenti anche degli stessi presbiteri, che rifiutano il funerale agli immigrati, o li additano come futuri occupanti delle chiese sempre più deserte…

Sì, siamo in una situazione di aporia, di incertezza e anche di “scisma” non più occulto tra posizioni e “gente di chiesa”. Di fronte a tale scenario, indubbiamente si possono nutrire sentimenti di rincrescimento e di preoccupazione, ma credo si debba anche riconoscere che questo è il prezzo da pagare perché il Vangelo emerga con la sua egemonia nella comunità cristiana. È il Vangelo, infatti, che ha cambiato e cambia il nostro modo di essere cattolici, che ci ricorda che siamo cristiani perché discepoli di Gesù ben prima di esserlo per tradizione, cultura, appartenenza a una terra e a una storia. C’è stata purtroppo una confusione tra carattere popolare della fede cristiana e appartenenza culturale tipica della “religione civile”, e così oggi dei cattolici che si pensavano tra i più militanti si ritrovano in contraddizione con l’emergere del primato del Vangelo. E significativamente anche in contraddizione con il magistero di papa Francesco, che quando interviene sulla condizione dei migranti, sulla loro mancata accoglienza in Europa, sulla bontà dell’incontro tra persone di diversa cultura, religione e terra, finisce per infastidire ed essere sordamente contestato, in ogni caso non ascoltato.

Non a caso si è manifestata la domanda: “Ma papa Francesco è cattolico?”, invece di quella, sempre necessaria: “Ma io sono cristiano perché ispirato dal Vangelo e impegnato a tentare di seguirlo, oppure sono amante del campanile?”. Nella chiesa, soprattutto in Italia, si era giunti a voler essere cattolici riconosciuti perché visibili, a costo di privilegiare il possesso, il successo, l’organizzazione, il numero degli adepti, la compattezza della forza. La chiamavano “cultura della presenza”, e per instaurarla si servivano di tutto e di tutti, affinché diventasse “religione di popolo”, senza nessuna preoccupazione per le sorti e il primato del Vangelo. E invece è il Vangelo che giudica ogni appartenenza religiosa e ogni forma in cui si vive la fede cristiana, ieri, oggi e sempre.

Nei prossimi anni questa frattura crescerà sempre di più e, come sempre, chi vorrà seguire solo il Vangelo sarà perdente, mentre la religione troverà nuovi assetti mondani. Ma il Vangelo, come fuoco deposto sotto la brace, anche se coperto di cenere, divamperà ancora!

Pubblicato su: Jesus
Luglio 2016



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28/08/2016 da in Attualità, Società, Cultura, ITALIANO con tag , , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.343 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
agosto: 2016
L M M G V S D
« Lug   Set »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

  • 131,483 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

Aborto Advent Advento Africa Alegria Ambiente America Amor Amore Amoris laetitia Anthony Bloom Arabia Saudita Arte Arte cristiana Arte sacra Asia Bibi Ateismo Avent Avvento Bellezza Benedetto XVI Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Bruno Forte Capitalismo Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Church Cibo Cina Cinema Confessione Contemplazione Cristianesimo Cristiani perseguitati Cristianos perseguidos Cristãos perseguidos Cuaresma Cuba Cultura Curia romana Daesh Dialogo Dialogo Interreligioso Dialogue Dio Diritti umani Domenica del Tempo ordinario (A) Domenica del Tempo Ordinario (C) Domenica Tempo ordinario (C) Donna Ecologia Economia Ecumenismo Enciclica Enzo Bianchi Epifania Estados Unidos Eucaristia Europa Evangelizzazione Fame Famiglia Famille Family Família Fede Fondamentalismo France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giovedì Santo Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La Madonna nell’arte La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lectio della Domenica - A Lectio Divina Lent LENT with Gregory of Narek Le prediche di Spoleto Libia Libro del Génesis Libro della Genesi Litany of Loreto Litany of Mary Livre de la Genèse Livro do Gênesis Madonna Magnificat Maria Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Medio Oriente Migranti Misericordia Mission Missione Morte México Natale Navidad Nigeria Noël October Oración Oração Pace Padre Cantalamessa Padre nostro Padri del Deserto Paix Pakistan Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paraguay Paul VI Paz Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione anti-cristiani Persecuzione dei cristiani Pittura Pobres Pobreza Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Preghiera Profughi Quaresima Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Radcliffe Raniero Cantalamessa Rifugiati Rosary Sacramento della Misericordia Santità Scienza Sconfinamenti della Missione Settimana del Tempo Ordinario Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Solidarietà Spiritualità Stati Uniti Sud Sudan Synod Terrorismo Terrorismo islamico Testimoni Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Viaggio apostolico Violenza Virgin Mary Von Balthasar
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: