COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

“I Gesuiti non cedano alla tentazione di addomesticare le frontiere”

Lo scrive un recente articolo della Civiltà Cattolica in vista della prossima Congregazione generale del 2 ottobre, convocata per eleggere il successore dello spagnolo Adolfo Nicolas, al comando dal 2008

civilta-cattolica

La XXXVI Congregazione generale dei gesuiti, che comincia il 2 ottobre, «certamente verificherà, nella relazione sullo `stato della Compagnia´, se si sia data risposta adeguata» al discorso di Benedetto XVI alla XXXV Congregazione, che «apriva un’epoca nuova per la Compagnia riguardo alle sue relazioni con la Santa Sede». Inoltre, si confronterà con quanto papa Francesco ha già detto e chiesto ai gesuiti dalla sua elezione ad oggi, giacché se è vero che tutti i papi si sono rivolti ai gesuiti, è vero però che il primo papa gesuita nella bimillenaria storia della Chiesa, si rivolge ai confratelli «conoscendo dal di dentro la nostra condizione di gesuiti»: «Con una certa frequenza egli si riconosce esplicitamente gesuita, espone con semplicità, quasi a bassa voce, ma senza giri di parole, i tratti grandi e forti della nostra spiritualità e identità».

In questi termini Civiltà cattolica spiega la novità della prossima Congregazione generale, convocata per eleggere il successore dello spagnolo Adolfo Nicolas, al comando dal 2008, e prepara i lavori della Congregazione andando a vedere come fino ad oggi papa Francesco ha tracciato l’identikit del gesuita, ne ha riconosciuto «le grazie». La rivista romana dei gesuiti le cui bozze sono riviste dalla segreteria di Stato vaticana, lo fa in un recente articolo di padre Elias Royon, che insieme alla precedente intervista del direttore Antonio Spadaro al generale, padre Nicolas, fornisce un utile retroterra per i lavori della Congregazione generale.

Ripercorrendo alcuni dei discorsi del Papa ai gesuiti, l’articolo ne trae alcuni elementi: al centro della vita dei gesuiti, come singoli e come Compagnia, non può che esserci il «Dio delle sorprese», e l’identità della Compagnia di Gesù non può costruirsi che insieme, «non da soli». «La Compagnia – riassume padre Royon analizzando le parole di papa Francesco ai confratelli – sarà `scura´ e si sentirà `sufficiente´ quando non guarderà a se stessa, ma saprà vivere con il desiderio di conformarsi al Cristo povero e umile degli Esercizi, al Dio incarnato in Gesù di Nazaret, il massimo modello di `decentramento´ nella storia». La Compagnia non potrà seguire «cammini paralleli», ma servire all’interno della Chiesa, anche quando dovesse «affrontare incomprensioni» o diventasse «oggetto di equivoci e di calunnie». Il discernimento è lo strumento, ignaziano per eccellenza, che il Papa indica ai confratelli per capire la «volontà di Dio» e realizzare i loro «progetti apostolici».

Infine, i gesuiti sono uomini di «dialogo» e di «frontiera», non cedano alla «tentazione di addomesticare le frontiere», di «portarsi a casa le frontiere», ma vivano «in frontiera» e siano «audaci».

Vaticanoinsider
19/09/2016
redazione
roma


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20/09/2016 da in ITALIANO, Vocazione e Missione con tag .

  • 319.197 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 724 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: