COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa — Blog of MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the life of the world and the church

Mercoledì delle Ceneri

Mercoledì delle Ceneri
Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà
Mt 6,1-6.16-18

 MERCOLEDÌ DELLE CENERI.jpg

Iniziamo oggi il cammino verso la Pasqua, 40 giorni dal mercoledì delle Ceneri al mercoledì santo, che ci porterà a celebrare il Triduo pasquale e la Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo.

La Quaresima è il tempo favorevole per ascoltare la sua Parola e orientare il nostro cuore al Signore. “Convertitevi a me”, ci dice il profeta Gioele nella prima lettura, perchè noi ci siamo allontanati da Dio, ma Egli non si è allontanato da noi, ci conduce sempre al suo cuore.

Il Vangelo ci suggerisce i tre mezzi per vivere il tempo della Quaresima come tempo favorevole: la preghiera, l’elemosina e il digiuno. Nello stesso tempo ci invita ad esaminare il nostro comportamento ipocrita, poichè spesso desideriamo una ricompensa da chi ci circonda, qui e ora, per quello che siamo e abbiamo… Belle sono le nostre celebrazioni… però lo saranno di più se oltre le labbra il nostro cuore sta con il Signore. La verità è che Gesù ha rifiutato la pubblicità che si creava attorno ai suoi miracoli, ritirandosi a pregare in luoghi solitari.

“Profumati il capo e lavati il volto” perchè non si fanno le cose per farsi notare ma per dimorare dentro, nel cuore, dove il Padre vede nel segreto e, nell’amore più profondo, nel cuore di Dio.

Dov’è il tuo cuore? Dove vanno i nostri segreti?

Imparare a vivere nel tempo di Dio è il segreto della saggezza, diceva S. Francesco di Assisi e Chiara aggiungeva: è la fonte di una grande pace. Il nostro cuore deve rivolgersi a Dio e allontanarsi da qualsiasi timore. Quando Dio parla, produce sempre qualche effetto. Con Gesù la Parola stessa di Dio produce effetti decisivi, si rivela a chi è disponibile ad accoglierla e se entriamo nell’intimità di Dio arriveremo anche ad un altro tipo di intelligenza, l’amore. Il nostro Dio è il Dio dei vivi. Il grande sforzo di amare sta nell’arrendersi all’amore di Dio. Di che ci nutriamo materialmente e spiritualmente? A volte delle nostre meschinità. Dice il salmo 101: “di cenere mi nutro come del pane e alla mia bevanda mescolo il pianto … ma tu sorgerai”. Come pure, il Signore ci consola nelle nostre tribolazioni (2 Cor 1,4) e riempie il nostro cuore del suo amore.

La nostra preghiera sarà un’avventura che ci introdurrrà nel cuore di Dio perchè la sua sapienza ci trasformi. Trascorrendo molto tempo con Lui, comprenderemo la nostra storia e la storia di Dio nel mondo.

Il digiuno è un mezzo per farci scopi3ire e sconfiggere il nemico, per mantenerci vigilanti. Il papa Benedetto XVI, ci dice che “il digiuno ci viene offerto come un mezzo per riannodare l’amicizia con il Signore, inoltre è finalizzato a mangiare il “vero cibo”, che è fare la volontà del Padre (cfr Gv 4,34)”. Per i credenti è prima di tutto una terapia che cura tutto quello che impedisce la conformazione alla volontà di Dio, aiuta a mortificare l’egoismo e ad aprire il cuore all’amore di Dio e del prossimo. Privarsi dell’alimento materiale facilita una disposizione interiore ad ascoltare Gesù Cristo. Allo stesso tempo prendiamo coscienza della situazione in cui vivono molti nostri fratelli. Scegliamo liberamente di privarci di qualcosa per aiutare gli altri, dimostrando concretamente che il prossimo che è nella necessità non ci è estraneo.

L’elemosina diventerà un atto di giustizia, perchè di fatto, essere buono è facile, il difficile è essere giusto.

La ricompensa. Possiamo chiederci quale sarà questa ricompensa della quale tanto si ripete in questo brano evangelico, che rimane segreta e che il Padre ci darà.

Sì, camminiamo nell’innocenza e confidiamo in Lui, ci colmerà dei suoi beni, ci dice il salmo. La ricompensa è nel cuore del mio Dio, Egli sa guardare nel segreto. Si china su di noi e vuole che lo preghiamo nel salmo 140: “Poni, Signore, una custodia alla mia bocca, sorveglia la porta delle mie labbra”.

Come lo incontriamo nel nostro cuore? La perla preziosa, il tesoro nascosto. “Per me la sorte è caduta su luoghi deliziosi, è magnifica la mia eredità” (Sl 15). Felice chi ha incontrato la prudenza e la sapienza perché le preferirà all’argento e all’oro (cf Pr 3,3-15). Ci darà la felicità di chi lo cerca con tutto il cuore (Sl 118), la gioia del cuore puro (Sl 50). La ricompensa è Lui stesso, la pace che ci dà e che toglie qualsiasi timore, angoscia, nervosismo o agitazione. “Il mio cuore non temerà e gli canterò con gratitudine”, “di questo gioisce il mio cuore, esulta la mia anima; anche il mio corpo riposa al sicuro, perché non abbandonerai la mia vita nel sepolcro. Mi indicherai il sentiero della vita, gioia piena nella tua presenza, dolcezza senza fine alla tua destra (Sl 15)

Non induriamo il nostro cuore, non resti freddo, come recita l’inno della liturgia delle ore. Apriamo il nostro cuore perché sia riempito dalla sua bontà, riconosciamo il nostro peccato e cantiamo la sua misericordia.

Entriamo nella Parola di Dio, nel suo cuore, lasciamoci abbracciare dal Signore e la nostra vita cambierà, se lo vogliamo.

Maria Chiara Zulato
http://www.figliedellachiesa.org


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28/02/2017 da in ITALIANO, Liturgia con tag .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 421 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

  • 221.847 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: