COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

«Disse no a Hitler». Oggi sugli altari Josef Mayr-Nusser

«Disse no a Hitler». Morì di stenti sul treno verso Dachau

Il nuovo beato Josef Meyr-Nusser tiene sulle spalle il figlio Albert nato dal matrimonio con Hildegard. Cresciuto nell’Azione cattolica  diede vita a un’esperienza di cattolicesimo vissuto dentro una minoranza di giovani coraggiosi, alternativa a quel culto del capo che l’ideologia nazista inculcava

Il nuovo beato Josef Meyr-Nusser tiene sulle spalle il figlio Albert nato dal matrimonio con Hildegard. Cresciuto nell’Azione cattolica diede vita a un’esperienza di cattolicesimo vissuto dentro una minoranza di giovani coraggiosi, alternativa a quel culto del capo che l’ideologia nazista inculcava

«Signor maresciallo, io non posso giurare questo». Aveva 33 anni la recluta delle SS Josef Mayr-Nusser quando si rifiutò «per motivi religiosi» di promettere «fedeltà e coraggio» ad Adolf Hitler. Era consapevole di firmare così la sua condanna: morì di stenti il 24 febbraio 1945 a Erlangen sul carro bestiame destinato al campo di concentramento di Dachau.

Sarà proclamato beato oggi alle 10 durante la Messa presieduta dal cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, nel Duomo di Bolzano, indicato come «martire della coscienza », ucciso dalla follia nazifascista, testimone di una fede cristallina e radicale. Sottolinea il suo biografo don Josef Innerhofer che ha seguito come postulatore la causa di beatificazione apertasi nel 2005: «Ciò che caratterizza Josef Mayr-Nusser non sono tanto le grandi gesta, le parole, e neanche le grandi rinunce ma è vivere l’essere cristiano nella quotidianità in modo coerente e semplice ». Il piccolo “Pepi” (come lo chiamavano nella famiglia contadina) era nato il 27 dicembre 1910 in quel maso «dalle porte sempre aperte ai poveri» in località Piani, da dove ieri sera è partito un pellegrinaggio giovanile che è arrivato alla sua tomba, ora trasferita da Stella di Renon al Duomo di Bolzano.

Dopo gli studi commerciali aveva coltivato da autodidatta la formazione cristiana ( Tommaso d’Aquino, Tommaso Moro e Francesco d’Assisi i suoi auto- ri preferiti), trovando lavoro come impiegato in una ditta di manifattura dove conoscerà anche la collega Hildegard, sua futura moglie. Nel 1936 entrò nell’Azione cattolica, osteggiata dal regime fascista. Fu presidente del gruppo di Bolzano e, con la guida spirituale di don Josef Ferrari, diede vita a un’esperienza di cattolicesimo vissuto dentro una minoranza di giovani coraggiosi, alternativa a quel culto del capo che l’ideologia nazista inculcava nelle masse. «Se nessuno avrà mai il coraggio di rifiutare il nazionalsocialismo, le cose non cambieranno mai», scrisse in una delle sue lettere, ancora attuali come i discorsi alla guida della Gioventù cattolica sudtirolese.

Nel 1939, davanti alle “Opzioni” stabilite da Hitler e Mussolini, a differenza della maggioranza degli altoatesini di lingua tedesca che scelse la Germania, Mayr-Nusser optò per rimanere come cittadino italiano di lingua tedesca, accettando le repressioni subite da tutti i “Dableiber” e operando nel movimento di resistenza “Andreas Hofer-Bund” che si riuniva nel suo maso. Sposatosi il 26 maggio 1942, divenne padre di Albert che in questi anni è stato il primo testimone dell’impegno concreto per il bene comune del padre, affinché non lo si consideri un “santino” ma un uomo del suo tempo, legato alla sua comunità etnica e, insieme, all’ideale del bene comune. Dalle lettere alla moglie emerge una condivisione piena e un sostegno reciproco. «Prega per me, Hildegard, affinché nell’ora della prova io agisca senza paura o esitazioni secondo i dettami di Dio e della mia coscienza », le scrive anticipandole la sua obiezione di coscienza: «Tu non saresti mia moglie, se ti aspettassi da me un comportamento diverso».

«Mayr-Nusser è ancora un grande dono per la nostra Chiesa », osserva il vescovo di Bolzano- Bressanone, Ivo Muser, che al suo esempio ha dedicato la recente Lettera pastorale per la Quaresima: «Agire secondo una coscienza formata Il nuovo beato Josef Meyr-Nusser tiene sulle spalle il figlio Albert nato dal matrimonio con Hildegard. Cresciuto nell’Azione cattolica diede vita a un’esperienza di cattolicesimo vissuto dentro una minoranza di giovani coraggiosi, alternativa a quel culto del capo che l’ideologia nazista inculcava significa dare a Dio lo spazio che gli spetta nella nostra vita». Anche il vescovo Karl Golser, morto nel Natale scorso, così aveva sottolineato nel 2010 il martirio di Josef: «Anche il rifiuto del giuramento fu la conseguenza logica della sua vita totalmente rivolta alla sequela di Cristo, ed egli si sentì obbligato in coscienza in questo caso serio a mettere in gioco anche la sua vita, nonostante i doveri verso la moglie e il figlio».

Diego Andreatta
Avvenire sabato 18 marzo 2017



 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20/03/2017 da in Fede e Spiritualità, ITALIANO con tag , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.336 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com

  • 127,389 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

Aborto Advent Advento Africa Alegria Ambiente America Amor Amore Amoris laetitia Anthony Bloom Arabia Saudita Arte Arte cristiana Arte sacra Asia Bibi Ateismo Avent Avvento Bellezza Benedetto XVI Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Bruno Forte Capitalismo Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Church Cibo Cina Cinema Confessione Contemplazione Cristianesimo Cristiani perseguitati Cristianos perseguidos Cristãos perseguidos Cuaresma Cuba Cultura Curia romana Daesh Dialogo Dialogo Interreligioso Dialogue Dio Diritti umani Domenica del Tempo ordinario (A) Domenica del Tempo Ordinario (C) Domenica Tempo ordinario (C) Donna Ecologia Economia Ecumenismo Enciclica Enzo Bianchi Epifania Estados Unidos Eucaristia Europa Evangelizzazione Fame Famiglia Famille Family Família Fede Fondamentalismo France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giovedì Santo Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La Madonna nell’arte La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lectio della Domenica - A Lectio Divina Lent LENT with Gregory of Narek Le prediche di Spoleto Libia Libro del Génesis Libro della Genesi Litany of Loreto Litany of Mary Livre de la Genèse Livro do Gênesis Madonna Magnificat Maria Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Medio Oriente Migranti Misericordia Mission Missione Morte México Natale Navidad Nigeria Noël October Oración Oração Pace Padre Cantalamessa Padre nostro Padri del Deserto Paix Pakistan Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paraguay Paul VI Paz Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione anti-cristiani Persecuzione dei cristiani Pittura Pobres Pobreza Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Preghiera Profughi Quaresima Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa Rifugiati Rosary Sacramento della Misericordia Santità Scienza Sconfinamenti della Missione Settimana del Tempo Ordinario Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Solidarietà Spiritualità Stati Uniti Sud Sudan Synod Terrorismo Terrorismo islamico Testimoni Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Viaggio apostolico Violenza Virgin Mary Von Balthasar Zundel
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: