COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Francisco e Jacinta, santi i due pastorelli di Fatima

Saranno canonizzati i beati Francesco e Giacinta Marto, i due fratellini che insieme a Lucia Dos Santos, morta nel 2005, ebbero a Fatima le apparizioni della Vergine.

FATIMA.jpg

(Andrea Galli) Si arricchisce l'”albo” dei santi e dei beati con i decreti di cui il Papa ha autorizzato ieri la promulgazione, ricevendo in udienza il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei santi. Ed è una santità “recente”, riguarda vite e storie che si sono dipanate tutte lungo il ‘900, tranne una. L’ eccezione è quella del beato Angelo Acri, cappuccino, al secolo Luca Antonio Falcone (1669-1739), che sarà canonizzato dopo il riconoscimento di un miracolo avvenuto per sua intercessione. Nato a Cosenza, l’ inizio della sua vita religiosa fu travagliato – entrò e uscì dal noviziato cappuccino per due volte – ma a 31 anni fu ordinato sacerdote. 

Esercitò il suo apostolato come padre provinciale e soprattutto come predicatore in tutto il Mezzogiorno, per 40 anni. Conosciuto come l’«Angelo della pace», compì numerose guarigioni prodigiose. Il suo corpo è venerato nella Basilica di Acri, che è a lui dedicata. Ma nel centenario delle apparizioni di Fatima risalta in modo speciale il riconoscimento di un miracolo attribuito all’ intercessione del beato Francisco Marto (1908-1919) e di sua sorella Jacinta (1910-1920), che insieme alla loro cugina Lucia Dos Santos furono protagonisti di un evento soprannaturale la cui forza riverbera da allora nella Chiesa e nel mondo. Quaranta sono i prossimi beati, di cui è stato riconosciuto il martirio. 

L’ indiana suor Regina (Maria) Vattalil (1954-1995), della congregazione delle Clarisse francescane, fu uccisa in odium fidei, con 54 coltellate, da un giovane fanatico indù. Gli altri 39 prossimi beati vengono dalla Spagna e persero la vita nel corso della guerra civile: un abisso di violenza da cui non smettono di riemergere storie gloriose di sangue versato per Dio. Padre José María Fernández Sánchez (1875-1936), vincenziano, fu assassinato a Madrid con altri 17 sacerdoti, 16 fratelli coadiutori e sei laici dell’ Associazione della Medaglia Miracolosa della Beata Maria Vergine, sempre legati ai Vincenziani. Infine tre sono i nuovi venerabili, ossia servi di Dio di cui sono state riconosciute le virtù eroiche. 

Si tratta del cappuccino italiano Daniele da Samarate, al secolo Felice Rossini (1876-1924) a lungo missionario in Brasile, dove operò fra i lebbrosi, contraendo lui stesso la malattia che lo portò alla morte; di suor Macrina (Elena) Raparelli (18931970), nata a Grottaferrata e morta a Palermo, fondatrice della congregazione delle Suore Basiliane Figlie di Santa Macrina, istituto di rito bi- zantino; e di Daniela Zanetta (1962-1986), nata a Maggiora, in provincia di Novara: fin dalla nascita dovette convivere con una rarissima ma-lattia, l’ epidermolisi bollosa distrofica, a 11 anni incontrò la spiritualità del Movimento dei Focolari e morendo lasciò un diario che testimonia il suo profondo cammino spirituale. 

Sempre ieri il Papa ha approvato i voti favorevoli della sessione ordinaria dei cardinali e vescovi membri della Congregazione circa «la canonizzazione dei seguenti beati: Andrea de Soveral e Ambrogio Francesco Ferro, sacerdoti diocesani, e Matteo Moreira, laico, nonché 27 compagni, martiri, uccisi in odio alla Fede in Brasile il 16 luglio 1645 e il 3 ottobre 1645; Cristoforo, Antonio e Giovanni, adolescenti, Martiri, uccisi in odio alla fede in Messico nel 1529».

Avvenire


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25/03/2017 da in Fede e Spiritualità, ITALIANO con tag , .

  • 327.112 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 734 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: