COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Sud Sudan. I missionari: «Servono viveri per i profughi»

La testimonianza di frate Erich Fischnaller, missionario di origini altoatesine che da anni opera nel Paese africano: «L’intera zona di Lomin è terreno di battaglia»


Avvenire Paolo M. Alfieri venerdì 5 maggio 2017


Sfollati in un campo alle porte della capitale sudsudanese Juba (Ansa/Ap)

follati in un campo alle porte della capitale sudsudanese Juba (Ansa/Ap)

Una situazione sempre più drammatica, con i combattenti che ormai passano di casa in casa razziando tutto quello che trovano, per poi cercare di rivendere la refurtiva nei campi profughi dell’Uganda. Il Sud Sudan, come testimoniato all’agenzia Sir da frate Erich Fischnaller, missionario di origini altoatesine che da anni opera nel Paese africano, è sull’orlo dell’abisso. Il riaccendersi del conflitto interno ha reso impraticabile la zona di Lomin, quella in cui frate Erich aveva la sua missione, che è stata saccheggiata.

Lo stesso frate Fischnaller è stato costretto a scappare verso l’Uganda. “La situazione a Lomin è peggiorata – racconta il missionario – ho chiesto di poter entrare nella regione per portare via alcuni materiali rimasti nella missione, ma mi è stato proibito, almeno per le prossime due settimane. L’intera zona di Lomin, infatti, è terreno di battaglia tra le forze governative e i ribelli, che vogliono impedire all’esercito di raggiungere i campi profughi in Uganda”. Tra il materiale in vendita nei campi profughi, frate Erich è riuscito a rintracciare un’Ape e dei generatori di corrente che appartenevano alla missione.

Frate Erich racconta di aver impiegato nei giorni scorsi i fondi inviati dall’Alto Adige per acquistare viveri per gli stessi profughi, che al momento non ricevono alcun aiuto. Con una generosa donazione, fatta pervenire al religioso attraverso l’ufficio missionario diocesano da parte del vescovo di Bolzano-Bressanone Ivo Muser, il missionario riferisce di aver ha acquistato “1.600 sacchi di farina da 5 chili ciascuno, 600 sacchi di fagioli da 5 chili, mille chili di zucchero e 200 chili di sale”.


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 06/05/2017 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , .

  • 329.551 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 737 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: