COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

In Africa, cresce la classe media e il tenore di vita

Nonostante i «progressi sul fonte dello sviluppo umano siano lenti e irregolari», 18 dei 54 Paesi africani hanno raggiunto un tenore di vita medio-alto. Ad affermarlo il rapporto «African Economic Outlook» pubblicato congiuntamente da Banca africana dello sviluppo, Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico e il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite. A segnare la crescita maggiore è il Nord Africa che ormai si avvicina ai livelli medi mondiali, ma anche nella regione subsahariana si registra uno sviluppo interessante.

Economicamente, la crescita media del continente, nel 2016 si è attestata intorno al 2,2% e dovrebbe essere in ripresa nel 2017 (la stima è del 3,4%) e nel 2018 (4,3%). L’Africa Orientale rimane l’area più dinamica, grazie al gigante etiope. La domanda interna, sostenuta dalla crescita della popolazione e dall’aumento delle classi medie, sarà, insieme all’aumento dei prezzi delle risorse naturali, il vero motore dello sviluppo. La classe media, che il rapporto stima in 350 milioni di persone, il cui potere d’acquisto è in costante miglioramento, ha un immenso potenziale in termini di prosperità.

Gli effetti di questa crescita sono anche legati agli investimenti in capitale sociale fatti da numerosi Paesi. Investimenti che stanno migliorando le condizioni di vita delle persone e diventano i presupposti per la crescita economica. In Nord Africa, per esempio, Egitto e Tunisia si sono dotate di sistemi di assicurazione sanitaria che coprono rispettivamente il 78% e il 100% della popolazione. Il Ruanda ha istituito un programma di assicurazione sanitaria che copre nove cittadini su dieci. La spesa per l’istruzione, fondamentale per lo sviluppo, è superiore al 6% del Prodotto interno lordo (Pil) in Sudafrica, Ghana, Marocco, Mozambico e Tunisia. Cinque paesi si distinguono in termini di rispetto di genere: Botswana, Namibia, Ruanda, Lesotho e Mauritius. In queste nazioni, «le donne raggiungono livelli di sviluppo quasi pari a quelli degli uomini».

Nonostante i progressi compiuti negli ultimi dieci anni, c’è ancora molto da fare. In Africa, 544 milioni di africani (su una popolazione di poco più di un miliardo di persone) vivono ancora in condizioni di povertà. La maggior parte della popolazione non ha accesso al combustibile per cucinare, all’elettricità e a servizi igienici. Il cibo per tutti è ancora una sfida importante per l’Africa orientale, mentre la mancanza di scolarizzazione è ancora un problema per l’Africa occidentale. Il rapporto punta il dito contro il fenomeno della disoccupazione giovanile che interessa un terzo della forza lavoro.

«Per migliorare lo sviluppo umano – ha concluso il Presidente del Gruppo Banca africana di sviluppo, Akinwumi Ayodeji Adesina -, i Paesi dovrebbero investire ancora di più sul capitale umano: salute, istruzione e formazione. Solo così la crescita diventerà strutturale e stabile».

Pubblicato il 23 Mag 2017
http://www.africarivista.it


Annunci

Un commento su “In Africa, cresce la classe media e il tenore di vita

  1. marcocostarelli
    03/06/2017

    Un contributo che forse può aiutare su quanto ho potuto vedere in camerun. https://marcocostarelli.com/solo-chiacchiere-e-clandestini/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26/05/2017 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , , .

  • 327.333 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 734 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: