COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

La crisi nel Golfo. Il Qatar non si arrende ai «vicini»

Lunedì scade l’“ultimatum”. E il ministro degli Esteri, in visita a Roma, ha annunciato che Doha respingerà le «condizioni» di Arabia Saudita, Emirati, Barhein ed Egitto per una soluzione

QATARLo skyline di Doha (Ansa)

Nonostante l’isolamento regionale, il Qatar non si arrende. Doha respingerà la lista delle 13 richieste formulate da Arabia Saudita, Emirati, Bahrain ed Egitto per riprendere i rapporti diplomatici con il piccolo emirato “ribelle”, additato dai vicini come «sponsor del terrorismo» e sottoposto, dall’inizio di giugno, a sanzioni diplomatiche e commerciali: una sorta di ultimatum che scade lunedì 3 luglio. Lo ha detto il ministro degli Esteri del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman al-Thani, ieri in visita a Roma, dove ha tenuto una conferenza stampa sull’evoluzione della crisi diplomatica in corso nel Golfo.

«Una violazione della nostra sovranità»

Si tratta di richieste «contrarie al diritto internazionale e di una violazione della sovranità del Qatar», ha spiegato il ministro, sottolineando che «vanno contro la libertà espressione e vogliono imporre un sistema che va contro il Qatar». Il capo della diplomazia qatariota ha sottolineato di volere «un rapporto costruttivo con il Kuwait, che, con il sostegno degli Usa, sta svolgendo un ruolo di mediatore».

“Siamo disponibili ad avviare un dialogo nelle giuste condizioni”, ha detto l’esponente del Qatar, precisando però che Doha non intende chiudere la base militare turca sul suo territorio né interrompere le trasmissioni dell’emittente al-Jazeera, come richiesto dai Paesi alleati dei sauditi. Al-Thani ha poi respinto le accuse di finanziare il terrorismo, dicendo che il Qatar è “in fondo” alla lista dei finanziatori degli estremisti.

Un tentativo di mediazione lo sta facendo pure il presidente russo Vladimir Putin, che ieri ha telefonato all’emiro del Qatar, Sheikh Tamim bin Hamad al-Thani. La crisi è iniziata dopo la visita del presidente Usa Donald Trump in Arabia Saudita. Il tycoon ha “incoraggiato” Riad a mettere nel mirino il terrorismo, e l’Iran. Il Qatar è appunto considerato “colpevole” di aver sempre mantenuto un atteggiamento dialogante con Teheran.

 avvenire Redazione Esteri sabato 1 luglio 2017


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 02/07/2017 da in Attualità, Società, Cultura, ITALIANO con tag .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.563 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

  • 181,193 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

Advento Africa Amore Anthony Bloom Arabia Saudita Arte Arte cristiana Arte sacra Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Cibo Cina Contemplazione Cristiani perseguitati Cristianos perseguidos Cuaresma Curia romana Dialogo Economia Enzo Bianchi Eucaristia Europa Famiglia Family Família Fede France Gabrielle Bossis Gianfranco Ravasi Giovani Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La Madonna nell’arte La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lectio Divina Lent LENT with Gregory of Narek Libro del Génesis Madonna Magnificat Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Migranti Misericordia Missione Natal Natale Natale (C) Nigeria Noël P. Cantalamessa Pace Padri del Deserto Pakistan Paolo VI Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paz Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione dei cristiani Pittura Pope Francis Poveri Povertà Prayers Profughi Quaresima (C) Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa Rifugiati Rosary Sconfinamenti della Missione Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Sud Sudan Terrorismo Terrorismo islamico Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: