COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa — Blog of MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the life of the world and the church

Un grano di sale, da Henri Nouwen (21)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Una parola, un granello di sale al giorno per dare sapore alla tua giornata.


scelto 2


SCELTO (2)
Tocchiamo qui un grande mistero spirituale: essere scelti non significa che gli altri sono rifiutati. È molto difficile immaginare questo in un mondo competitivo come il nostro. Tutti i miei ricordi di quando sono stato scelto sono legati ai ricordi di altri che non lo sono stati. Quando non fui scelto per una squadra di calcio, quando non fui scelto per essere il capo di una pattuglia di Boy Scout, o quando fui scelto per essere il “senior” del mio corso di studi teologici, o per essere onorato con un premio speciale, ci sono sempre state lacrime accanto ai sorrisi e sorrisi accanto alle lacrime. La competizione e il confronto erano sempre presenti. Quanto spesso ho sentito il bisogno di sentirmi dire: «Il fatto che non sei stato scelto non significa che non sei adatto, ma solo che qualcuno è un pochino meglio». Ma anche queste parole raramente mi consolavano, perché la sensazione del rifiuto era sempre presente. Quando ero scelto e selezionato come il migliore, ero sempre conscio di quanto disappunto avessero gli altri per non essere al mio posto. Allora sentivo il bisogno di sentirmi dire: «Il fatto che tu sia stato scelto non significa che gli altri non siano adatti, ma solo che tu sei un pochino meglio». Però queste parole non mi erano di molto aiuto, perché non ero capace di rendere gli altri felici quanto lo ero io. In questo mondo, essere scelto significa semplicemente essere messo a parte, a differenza di altri. Tu sai che in una società estremamente competitiva, quelli scelti” sono guardati con particolare attenzione.
Riviste intere sono dedicate agli “eroi” dello sport, del cinema, della musica, del teatro e delle altre attività dove si eccelle. Essi sono “quelli scelti”, e i loro fans, siano essi lettori, ascoltatori, spettatori; cercano di trarre qualche piacere compensativo nel conoscerli o nell’avvicinarli.
Essere scelti come gli Amati di Dio è qualcosa di radicalmente diverso. Invece di escludere gli altri, li include. Invece di rifiutare gli altri, come meno validi, li accetta nella loro individuale unicità. Non è una scelta competitiva, ma compassionevole. Le nostre menti hanno grande difficoltà ad afferrare una tale realtà. Forse le nostre menti non la capiranno mai. Forse solo i nostri cuori possono riuscirvi. Ogni volta che sentiamo parlare di “persone scelte”, “talenti scelti” o “amici scelti”, quasi automaticamente cominciamo a pensare a delle élites e ci è difficile non provare sentimenti di gelosia, rabbia o risentimento. Non è raro che la percezione che gli altri sono scelti porti all’aggressione, alla violenza e alla guerra.
Ma ti supplico, non cedere la parola “scelto” al mondo. Osa sostenerla come se fosse tua, anche se è continuamente incompresa. Devi persistere nella verità che sei “quello scelto”. Questa verità è la base fondamentale su cui puoi costruire una vita come Amato. Quando perdi contatto con il tuo “essere scelto”, ti esponi alla tentazione di rifiutare te stesso, e questa tentazione mina la possibilità di ogni crescita come Amato.


da Henri Nouwen, “Essere amati”
Henri Nouwen (1932–1996) fu un sacerdote cattolico olandese, teologo e scrittore, autore di 40 libri sulla vita spirituale. Insegnò nei Paesi Bassi e negli Stati Uniti. Nel 1986 si trasferì a Toronto, dove svolse il suo ministero pastorale presso una comunità di persone handicappate mentalmente e fisicamente.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27/07/2017 da in Fede e Spiritualità, ITALIANO, Un grano di sale con tag .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 593 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

  • 231.277 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: