COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

Patriarca Sako: mondo aiuti i cristiani a tornare nelle loro terre

Medio Oriente una chiesa devastata - RV

Negli ultimi quindici anni, le comunità cristiane presenti soprattutto nelle regioni settentrionali dell’Iraq hanno subito una grande sofferenza a causa della feroce persecuzione e delle efferate violenze dei terroristi del sedicente Stato islamico. L’Iraq è un Paese che a causa delle guerre e degli scontri settari è stato devastato sia economicamente che politicamente: se negli anni ’90 i cristiani erano oltre 1 milione, nel 2006 se ne contavano a mala pena 300mila.

La situazione dei cristiani è grave in tutto il Medioriente. Secondo il recente rapporto della  Cnewa, Catholic Near East Welfare Association, l’agenzia fondata da Papa Pio XI nel 1926 per il sostegno dei poveri, sono 14 milioni e mezzo i cristiani mediorientali che vivono tra Cipro, Egitto, Iraq, Israele, Giordania, Libano, Cisgiordania, Gaza, Siria, Turchia. Un dato, riferito alla prima metà del 2017 che, se messo a confronto con quello analogo del 2010, quando i cristiani erano 14 milioni e 700 mila, mostra un calo di circa 200 mila fedeli. Questo dossier infatti, incrociando i dati provenienti da diverse fonti, tra cui l’Annuario pontificio della Santa Sede, il “World fact book” della Cia, l’Onu, la Banca mondiale, l’Ufficio del censimento degli Usa, ha cercato di dare un quadro chiaro della situazione dei cristiani in questa tormentata parte del mondo.

Partendo proprio dall’ Iraq, il grande esodo dei cristiani è iniziato dal 2006,  diventando  sempre più intenso soprattutto dal 2010 al 2014, a causa dei continui attentati nelle chiese e nei quartieri, che hanno portato alla morte di decine di migliaia di civili.

Anche nella vicina Siria, distrutta dalla guerra civile scoppiata nel 2011, la popolazione cristiana si è dimezzata. Per il Cnewa i cristiani sono passati da 2,2 milioni del 2010 all’1,1 milione del 2017. In centinaia di migliaia hanno dovuto lasciare il Paese.

Mentre la più grande comunità cristiana mediorientale si trova in Egitto, dove i fedeli copti sono il 10% della popolazione totale, circa  9,4 milioni. Ma anche qui, le agitazioni politiche ed economiche si sono unite ad atti di violenza settaria di matrice islamica che hanno visto 76 chiese bruciate in questi ultimi anni.

In Israele, invece  come spiega il rapporto, oggi si contano 170mila cristiani, in larghissima maggioranza arabi israeliani, che corrispondono al 2,4% della popolazione. Nel 1948, anno di nascita di Israele, i cristiani raggiungevano il 20%, ma con lo scoppio del conflitto arabo-israeliano molti palestinesi di fede cristiana hanno lasciato il Paese. In Cisgiordania i cristiani sono 59mila, a Gaza, invece, sono solo 1.300 su 2 milioni di abitanti. A Gerusalemme i cristiani sono 15.800 su una popolazione, di 870mila abitanti.

In Giordania attualmente vivono  circa 350mila cristiani, poco più del 2,2% della popolazione che è in larghissima maggioranza musulmana sunnita. Ma a causa della persecuzione dell’Is, il Regno Hashemita ha visto l’arrivo, negli ultimi tre anni, di oltre 30mila cristiani iracheni. Analoga situazione  in Libano dove nel 1932, spiega Cnewa, la metà della popolazione era cristiana. Oggi la percentuale dei cristiani è intorno al 40%, in quanto molti libanesi a causa della mancanza di lavoro si vedono costretti ad emigrare all’estero.

Sulla situazione dei cristiani in Medio Oriente, il patriarca di Babilonia dei Caldei, Louis Raphaël I Sako afferma: “Io penso che il mondo intero deve aiutare i cristiani a rimanere in questi Paesi. Noi adesso abbiamo tanti problemi, è in corso una tragedia, una persecuzione. Ma abbiamo anche una vocazione e una missione che è molto importante: anche quando siamo fuori dobbiamo parlare della nostra presenza, della nostra apertura e dei nostri valori che sono importanti anche per il mondo musulmano. Quindi possiamo aiutare anche questi nostri fratelli musulmani più estremisti ad aprirsi un pò di più e a vedere che nel mondo tutti devono essere rispettati. Penso che i cristiani, abbiano in questo senso molto da dare e da fare”.

Il patriarca Sako sottolinea comunque che “la situazione è un po’ migliorata rispetto al passato, ma c’è paura del futuro, perché ci sono ancora conflitti, il Daesh (il sedicente Stato islamico) non è stato ancora sconfitto e la gente ha paura di questa ideologia che è ancora forte, un pensiero che va contro i non musulmani”. Poi nella Piana di Ninive ci sono ancora difficoltà per il ritorno dei cristiani. “il governo non ha soldi. La Chiesa ha iniziato a ricostruire le case. I cristiani vogliono ritornare”. Ma permangono grandi difficoltà.

di Marina Tomarro
03/08/2017 13:30
http://it.radiovaticana.va


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 04/08/2017 da in Attualità religiosa, ITALIANO con tag , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.373 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug   Set »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

  • 151,040 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

Aborto Advent Advento Adviento Africa Afrique Alegria Ambiente America Amor Amore Amoris laetitia Anthony Bloom Arabia Saudita Arte Arte cristiana Arte sacra Asia Bibi Ateismo Avent Avvento Bellezza Benedetto XVI Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Bruno Forte Capitalismo Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Church Cibo Cina Cinema Colombia Confessione Contemplazione Cristianesimo Cristiani perseguitati Cristianos perseguidos Cuaresma Cuba Cultura Curia romana Daesh Dialogo Dialogo Interreligioso Dialogue Dio Diritti umani Domenica del Tempo ordinario (A) Domenica del Tempo Ordinario (C) Domenica Tempo ordinario (C) Donna Ecologia Economia Ecumenismo Enciclica Enzo Bianchi Epifania Estados Unidos Eucaristia Europa Evangelizzazione Fame Famiglia Famille Family Família Fede Fondamentalismo France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giovedì Santo Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Italia Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La Madonna nell’arte La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lectio della Domenica - A Lectio Divina Lent LENT with Gregory of Narek Le prediche di Spoleto Libia Libro del Génesis Libro dell'esodo Libro della Genesi Litany of Loreto Litany of Mary Livre de la Genèse Livro do Gênesis Madonna Magnificat Maria Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Medio Oriente Migranti Misericordia Mission Missione Morte México Natale Nigeria Noël October Oração Pace Padre nostro Padri del Deserto Paix Pakistan Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paraguay Paul VI Paz Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione anti-cristiani Persecuzione dei cristiani Pittura Pobres Pobreza Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Preghiera Profughi Quaresima Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa Rifugiati Rosary Sacramento della Misericordia Santità Scienza Sconfinamenti della Missione Settimana del Tempo Ordinario Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Solidarietà Spiritualità Stati Uniti Sud Sudan Synod Terrorismo Terrorismo islamico Testimoni Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Viaggio apostolico Violenza Virgin Mary Von Balthasar

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: