COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Nigeria: strage di fedeli in chiesa durante la Messa

Nigeria strage di cristiani (2)

Irruzione nella chiesa di St Philip, dove uno o più uomini hanno aperto il fuoco prima su una persona e poi sulla folla presente. Il cordoglio di Papa Francesco: «Profondamente rattristato»

Strage durante la celebrazione della Messa stamane in una chiesa cattolica nel sud-est della Nigeria. Secondo il bilancio fornito dopo molte ore dalle autorità, almeno 11 persone sono state uccise e altre 18 sono state ferite in modo grave. Ma testimoni dicono che i morti sono di più, 12 o 15, e che nella chiesa S.Philip di Ozubulu, nel sud-est nigeriano, è stata compiuta una vera e propria carneficina.

Non del tutto definita anche la dinamica dell’attacco. In un primo momento si era parlato di un commando di almeno cinque uomini armati e con il volto coperto che, dopo aver fatto irruzione nell’edificio, avevano sparato a raffica sulla gente colpendo almeno un centinaio di persone. Successivamente le autorità dello Stato di Ananbra hanno parlato di un solo assalitore, vestito di nero e con un casco in testa, che dopo aver individuato tra i fedeli un uomo che evidentemente conosceva, gli ha sparato a bruciapelo uccidendolo sul colpo. Poi, cercando di fuggire dall’edificio, l’assassino avrebbe continuato a sparare uccidendo e ferendo donne e bambini che partecipavano alla funzione. Un’ultima versione racconta di due killer in azione, ma a tarda sera c’erano ancora incertezze e l’attacco non era stato rivendicato.

Le autorità nigeriane tendono ad escludere che la strage sia stata organizzata o compiuta dagli integralisti islamici di Boko Haram, benché siano centinaia le chiese e i luoghi di culto attaccati, incendiati e distrutti dai fondamentalisti negli ultimi dieci anni. Una forte condanna del “vile attacco sferrato contro la chiesa cattolica di St.Philip” è stata espressa dal ministro degli Esteri, Angelino Alfano. Oggi nell’area è stata compiuta un’altra strage, sicuramente opera di jihadisti. E’ accaduto in Camerun, in un villaggio del nord vicino al confine con la Nigeria, dove un kamikaze si è fatto saltare in aria uccidendo otto civili e ferendone altri quattro.

L’attacco è avvenuto all’alba nel villaggio di Ouro-Kessoum, a due chilometri dalla frontiera nigeriana, in una regione dove gli integralisti islamici Boko Haram hanno compiuto negli ultimi mesi molti sanguinosi attacchi, al punto che alcune piccole località sono state ormai completamente abbandonate dagli abitanti. A metà luglio, un duplice attacco suicida aveva ucciso 15 persone nella città di Wasa, anch’essa nel nord del Camerun e vicina al confine con la Nigeria.

Sulla tragedia si è espresso anche Papa Francesco dicendosi «profondamente rattristato nell’apprendere della perdita di vite umane e dei feriti causati dal violento attacco alla Chiesa cattolica di Saint Philip». In un telegramma di cordoglio, firmato dal cardinale segretario di Stato vaticano Pietro Parolin, il Pontefice ha esteso le sue condoglianze al vescovo Hilary Paul Odili Okeke e a tutti i fedeli nigeriani e in particolare «ai familiari dei deceduti e a tutti coloro che sono stati colpiti da questa tragedia», invocando «la benedizione divina della consolazione e della forza».

Avvenire Redazione Internet lunedì 7 agosto 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 07/08/2017 da in Attualità ecclesiale, Cristiani perseguitati, ITALIANO con tag .

  • 681.604 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 774 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: