COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

L’Africa senza protezione sociale

L’82 per cento della popolazione non riceve assistenza. 

Africa-Missione.jpg

Mentre in diverse parti del mondo si sono registrati progressi nell’allargamento delle protezioni sociali, in Africa l’82 per cento della popolazione non ha ancora diritto alla sicurezza sociale. È quanto emerge dall’ultimo rapporto dell’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo) presentato dal direttore regionale per l’Africa Cynthia Samuel-Olajuwon nella capitale nigeriana Abuja.
Secondo i nuovi dati presentati nel World Social Protection Report 2017-2019, solo il 45 per cento della popolazione globale è effettivamente coperto da almeno un’indennità speciale, mentre il rimanente 55 per cento, pari a circa quattro miliardi di persone, non ha alcuna protezione. Il rapporto dimostra che esistono significative mancanze nelle coperture di bambini, madri con neonati a carico, lavoratori disoccupati e persone con disabilità. Per l’Ilo, lo sviluppo di protezioni sociali è una priorità urgente per l’Africa.
«La mancanza di protezioni sociali rende le persone vulnerabili nell’affrontare malattie, povertà, disuguaglianze ed esclusione sociale nel corso delle loro vite» ha dichiarato Samuel-Olajuwon. È dunque necessario incrementare la spesa pubblica sulla protezione sociale per rafforzare la copertura e assicurare almeno una protezione sociale di base per tutti.
Il rapporto analizza poi le misure rivolte ai bambini. È emerso che il 35 per cento dei minori in tutto il mondo hanno accesso effettivo a protezioni sociali. Tuttavia, 1,3 miliardi di bambini sono ancora senza alcuna copertura, la maggior parte dei quali in Africa e in Asia. «È assolutamente necessario che i governi esaminino tutte le possibili soluzioni finanziarie per promuovere uno sviluppo socioeconomico nazionale basato sull’occupazione e la protezione sociale» ha dichiarato Isabel Ortiz, direttrice del dipartimento della protezione sociale dell’Ilo. «La gamma di soluzioni che permettono di generare delle risorse per la protezione sociale è molto larga». Tra queste soluzioni, si annovera ad esempio il lobbying a favore degli enti sociali e dell’assistenza sanitaria a chi non può permetterselo.
Un’altra pubblicazione congiunta dell’Ilo, dell’Unicef e dell’Onu Donne del 2017 propone anche diverse raccomandazioni sulle molteplici opzioni alle quali i governi possono ricorrere perché la protezione sociale diventi realtà. Per esempio, l’Indonesia, il Ghana e altri paesi utilizzano le sovvenzioni ai carburanti per sviluppare la protezione sociale. Il Brasile ha applicato una tassa sulle transazioni finanziarie per estendere la protezione sociale. Bolivia, Mongolia e Zambia finanziano le pensioni di anzianità e le prestazioni familiari grazie alle tasse sulle estrazioni minerarie e sul gas.
L’Osservatore Romano, 16-17 dicembre 2017.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18/12/2017 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.674 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

  • 201,039 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

1-2 Samuele Africa Afrique Ambiente Amore Ano B Anthony Bloom Arabia Saudita Arte sacra Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Cibo Cina Contemplazione Cristianos perseguidos Cuaresma Curia romana Dal rigattiere di parole Dialogo Diritti umani Economia Enzo Bianchi Eucaristia Europa Famiglia Família Fede France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lent LENT with Gregory of Narek Le prediche di Spoleto Libro del Génesis Magnificat Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Migranti Misericordia Mission Missione Natale Natale (C) Nigeria P. Cantalamessa Pace Padri del Deserto Pakistan Paolo VI Papa Francesco Papa Francisco Pape François Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione dei cristiani Pittura Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Profughi Quaresima (C) Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa Regola di Vita Rifugiati Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Sud Sudan Terrorismo Terrorismo islamico Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Virgin Mary

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: