COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

Messico: Denuncia di un prete del Chiapas. Indigeni in fuga nella foresta

Chalchihuitán

L’Osservatore Romano

(Nicola Nicoletti) Quasi cinquemila sfollati, uomini, donne, tanti bambini. Dovevano salvarsi la vita, il terrore di essere uccisi li ha assaliti e non hanno esitato a mettersi in viaggio di fretta, tra le foreste, dove le temperature di notte scendono molto rispetto al giorno, arrivando a pochi gradi e possono rivelarsi letali per i più gracili. Un grido di allarme che parte quasi quotidianamente dal Chiapas, una delle regioni più povere del Messico, tra i municipi di Chalchihuitán e di Chenalhó.
Padre Marcelo Pérez, sacerdote indigeno, è la voce di questi senza voce e senza diritti. Sono poveri, vittime di un conflitto per una divisione di confini voluta dalle autorità locali che ha riacceso le violenze facendo fuggire dalle umili abitazioni una comunità. Il freddo delle notti nelle alture ha prodotto le sue vittime: dieci morti di fame e di freddo nei giorni che hanno preceduto il Natale. Tra essi quattro bambini, uno appena nato.
Per problemi di disputa di confine, sorti nel 1973 dopo l’intervento inadeguato della Segreteria di riforma agraria, gruppi armati hanno creato un clima di terrore nella comunità di Chalchihuitán, provocando lo sfollamento forzato di persone che si trovano in uno stato di precarietà, come spiegano dalla diocesi di San Cristóbal de Las Casas. «Ci meraviglia — ha dichiarato il vescovo Felipe Arizmendi Esquivel — l’impunità con cui possono agire i gruppi armati, di fronte a cui né la polizia né l’esercito hanno potuto attivarsi per impedirne le violenze, né disarmare coloro che effettuano il controllo del territorio e della popolazione con la paura. Come persone di fede consideriamo valori fondamentali la vita umana, la giustizia e la pace, così come il rispetto dei diritti che sono stati violati pesantemente, con gravi effetti per lo stato delle persone sfollate, particolarmente bambine, bambini, donne incinte e anziani».
Quasi quattromila persone sono tornate a Chalchihuitán, anche se con il timore di subire violenza, altre 1160 rimangono nella foresta. Padre Marcelo racconta che proseguono le sparatorie, poiché molti sono armati e hanno bloccato alcune vie di accesso. Numerose case sono state saccheggiate, molti campi, dove si coltivavano fagioli e mais, devastati. Si teme che si arrivi a uno scontro armato con conseguenze gravissime, a vent’anni dal massacro di Acteal, quando quarantacinque persone, tutte appartenenti al gruppo pacifista «Las abejas» (le api), vennero trucidate presso la chiesa parrocchiale sulle montagne del Chiapas, nella regione conosciuta come Los Altos. Un gruppo paramilitare uccise i fedeli riuniti in preghiera nella chiesetta. Erano tutti indigeni di etnia tzotzil. Nella regione si attendono aiuti umanitari e soprattutto che il governo detti le regole per una convivenza pacifica tra le comunità in lotta.

L’Osservatore Romano, 9-10 gennaio 2018
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10/01/2018 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.562 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic   Feb »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

  • 200,037 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

1-2 Samuele Africa Afrique Ambiente Amore Anthony Bloom Arabia Saudita Arte sacra Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Cibo Cina Contemplazione Cristianos perseguidos Cuaresma Curia romana Dal rigattiere di parole Dialogo Diritti umani Economia Enzo Bianchi Eucaristia Europa Famiglia Família Fede France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lent LENT with Gregory of Narek Libro del Génesis Magnificat Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Migranti Misericordia Mission Missione Natale Natale (C) Nigeria P. Cantalamessa Pace Padri del Deserto Pakistan Paolo VI Papa Francesco Papa Francisco Pape François Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione dei cristiani Pittura Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Profughi Quaresima (C) Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa RDC Regola di Vita Rifugiati Sconfinamenti della Missione Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Sud Sudan Terrorismo Terrorismo islamico Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Virgin Mary

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: