COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sul mondo e sulla Chiesa — MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the world and the Church

Dal rigattiere di parole (7)

Abbondare

rigattiere-di-parole1

Tutti sappiamo che cos’è l’abbondanza e che cosa significa abbondare; ma può passare inosservato che il verbo latino abundare deriva direttamente da unda (=onda), da cui prende il suo primo significato: inondare, traboccare, straripare, esondare; quest’ultimo verbo è il più prossimo ad abbondare (le particelle ex e ab possiedono entrambe il senso dell’allontanamento) ma, a differenza del cugino, è rimasto legato soprattutto alle acque dei fiumi.

Abbondare no: è subito passato ai significati figurati nei quali è sempre vivo il principio di essere o avere in gran quantità; insieme all’aggettivo abbondante e al sostantivo abbondanza, è riferito a ciò che eccede la norma o le necessità. Quando la fame era fame, lo si usava soprattutto con riferimenti ai viveri e il sogno dei contadini era un raccolto abbondante.

Abbondanza, nome augurale, era detto il magazzino dove venivano ricoverate le derrate alimentari necessarie alla città o allo Stato: quello che per i latini era l’annona. Il Tommaseo e altri riferiscono che a Firenze i magistrati o gli ufficiali dell’Abbondanza sovrintendevano al magazzino e fissavano il prezzo del pane, dei grani e delle biade. Abbondanziere era tale magistrato: “Quegli al quale per appalto o per altro dovere – spiega il Cardinali Borrelli – spetta la cura dei viveri de’ soldati”; “colui che ha l’impegno di mantenere l’abbondanza dei viveri” (Panlessico). Presso i latini tale incarico era affidato a un pubblico ufficiale, il praefectus annonae.

Il Rigutini-Fanfani, al solito, approfitta dell’esempio per dare la sua sferzatina moraleggiante: “A molti abbondano le ricchezze, a pochi il giudizio”. Il Premoli offre un piccolo ventaglio di verbi, con varie sfumature, sinonimi di abbondare, tra i quali ridondare, esuberare, trabastare. Ma, soprattutto, cita un delizioso detto: “Nuotar nelle lasagne”, che significa avere abbondanza d’agi e di prosperità.

Paolo Stefanato
http://www.ilgiornale.it/sezioni/cultura.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20/04/2018 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 481 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
aprile: 2018
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

  • 206.840 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: