COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

La Madonna nell’arte (14)

Marko Ivan Rupnik:
l’arte come preghiera

Marko Ivan Rupnik Nozze di Cana

Possiamo concludere questa ricognizione (sulle Madonne dei nostri tempi) con il grande mosaico absidale della cappella della Pontificia Università “Auxilium” delle suore salesiane a Roma, dove Marko Ivan Rupnik ha realizzato una rappresentazione delle nozze di Cana, che nella sua composizione evidenzia quel contributo femminile alla redenzione apportato da Maria da cui siamo partiti. Rupnik, artista sloveno, studia all’Accademia delle Belle Arti di Roma, entra nella Compagnia di Gesù e poi, nel 1985, diventa sacerdote, e organizza l’Atelier dell’arte del Centro Aletti del Pontificio Istituto Orientale per recuperare gli stilemi dell’arte bizantina ripresi dalla tradizione figurativa ortodossa. È sua la decorazione della Cappella Redemptoris Mater, in Vaticano, che l’artista ricopre interamente di mosaici, pieni di luce e di colore.

Il mosaico Le nozze di Cana rappresenta da un lato Maria con un servo che riempie gli otri d’acqua e di fronte il Cristo crocifisso, in mezzo gli sposi. L’artista stesso commenta la sua opera: «Le nozze sono, in tutta l’interpretazione giudaica e poi cristiana, il simbolo dell’alleanza tra Dio e l’uomo… Il servo ubbidisce, ma di fatto solo nella Vergine la sua ubbidienza acquista vita. La giara, infatti, che ha nelle sue mani coincide con il ventre della Madre di Dio… Gesù non è seduto a tavola, ma sta sulla Croce, vestito in bianco per indicare il sacrificio (il bianco è lo Spirito), con gli occhi fissi sull’altare, dove si incontra con lo sguardo di Maria… Allora il Cristo è il vero Sposo e la sua Sposa è rappresentata da Maria, che simboleggia la Chiesa… Dunque la nuova generazione di questo nuovo sposo siamo noi che celebriamo lì la nostra salvezza…».

 

In Rupnik, come nella tradizione orientale, l’arte in un certo qual modo diventa liturgia, l’artista non vuole solo rappresentare oggettualmente la scena che ha in mente, ma vuole coinvolgere la soggettività dello spettatore. Non è più l’arte per l’arte, ma è l’arte come preghiera. L’avere introdotto in Vaticano una cappella mosaicata da Rupnik accanto a tutte le altre cappelle, dalla Niccolina (Beato Angelico) alla Sistina (Michelangelo), che rappresentano il vertice della cultura occidentale, ha significato per Giovanni Paolo II l’inizio di una Chiesa che respira “con due polmoni” almeno sul piano della cultura.

Madonne dei nostri tempi

di Piero Viotto

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14/05/2018 da in Arte, ITALIANO, La Madonna nell’arte, Vergine Maria con tag .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.604 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
maggio: 2018
L M M G V S D
« Apr    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

  • 188,541 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

Advento Africa Afrique Amore Anthony Bloom Arabia Saudita Arte sacra Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Cina Contemplazione Cristianos perseguidos Cuaresma Curia romana Daesh Dal rigattiere di parole Dialogo Diritti umani Economia Enzo Bianchi Eucaristia Europa Famiglia Family Família Fede France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Italia Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lent LENT with Gregory of Narek Libro del Génesis Magnificat Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Migranti Misericordia Missione Natal Natale Natale (C) Nigeria Noël P. Cantalamessa Pace Padri del Deserto Pakistan Paolo VI Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paz Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione dei cristiani Pittura Pope Francis Poveri Povertà Prayers Profughi Quaresima (C) Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa Rifugiati Sconfinamenti della Missione Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Sud Sudan Terrorismo Terrorismo islamico Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Virgin Mary

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: