COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sul mondo e sulla Chiesa — MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the world and the Church

La Madonna nell’arte (31)

I 10 più bei volti della Vergine nell’Arte

La figura della Vergine Maria ha ispirato artisti di tutti i tempi e di tutti i Paesi: le sono state dedicate sculture, affreschi, dipinti, mosaici e altri oggetti devozionali. Ma quali sono i più bei volti con i quali è stata effigiata? Li riportiamo di seguito, secondo le nostre preferenze… E se pensi che ne manchi qualcuno cruciale, non esitare a suggerirlo commentando più in basso!

10. Madonna fra il Battista e S. Sebastiano – Perugino (1493)

perugino - madonna tra il battista e san sebastiano

La Vergine ritratta dal Perugino è una donna che porta su di sé tutte le sofferenze del mondo: si osservi il suo sguardo perso nel vuoto, che da forma ai suoi pensieri. Essa sta probabilmente riflettendo sul tema del martirio: non solo quello futuro di suo figlio, ma anche su quello di San Sebastiano, figura verso il quale muove il capo. Estremamente luminoso, a livello cromatico, l’abbigliamento che l’ammanta: l’abito è turchese e corallo, con un mantello blu scuro; a cingerle i riccioli dorati, un foulard dello stesso colore della gonna.

9. Annunciazione – Leonardo da Vinci (1475 ca.)

annunciazione - leonardo

Quello qui rappresentato da Leonardo è il preciso momento dell’Annunciazione, quando Maria è interrotta nella lettura dall’arrivo dell’Angelo e reagisce con sorpresa alla notizia della sua gravidanza di matrice divina. Il pittore decide di effigiarla con i biondi capelli sciolti, coronata da un’areola e vestita con estrema eleganza. Pur nella sorpresa, la donna non appare turbata, ma anzi dimostra grande dignità e compostezza: il “moto dell’animo” è ravvisabile solamente in quella mano sinistra alzata, in un gesto al contempo di meraviglia, di difesa ma anche di accettazione del proprio destino.

8. Polittico del Giudizio Universale – Van der Weyden (1450 ca.)

polittico del giudizio universale - van der weyden

La Vergine è raffigurata da Rogier van der Weyden in uno dei 9 pannelli di questo polittico monumentale. Essa sta guardando verso il Cristo Giudice in atteggiamento di preghiera, con un’espressione mista d’orgoglio e tenerezza. E’ abbigliata secondo la maniera fiamminga,con una veste blu ed un velo bianco a coprirle la fronte ed il collo: ne fuoriesce solo il volto dal roseo incarnato. La figura si staglia su di uno sfondo dorato, da cui emerge con incredibile vigore e monumentalità.

7. Cristo benedicente e Vergine orante – Campin (1424)

vergine orante - campin

Questa magnifica opera è purtroppo poco conosciuta. E’ stata realizzata dal pittore fiammingo Robert Campin, anche conosciuto con lo pseudonimo di Maestro di Flemalle, ed è conservata a Philadelphia. La vergine è rappresentata in atteggiamento orante dinnanzi al Cristo, verso il quale rivolge il volto pieno d’amore. I tratti del volto sono delicati, la bocca incredibilmente realistica, i riccioli biondi ricadono morbidi sulle spalle e sono avvolti da un meraviglioso mantello blu intenso.

6. Vergine Annunciata – Antonello da Messina (1476)

antonello da messina_vergine annunciata

La figura della Vergine è inserita in uno sfondo completamente nero, ed in questo può essere ravvisato un rimando alla pittura fiamminga. Tale sfondo conferisce maggior vigore al soggetto, di contro estremamente luminoso. La donna è ammantata di un velo blu cobalto, e di lei colpisce in particolar modo lo sguardo dolce e magnetico, come anche il gesto sospeso della mano, che sembra quasi fuoriuscire dal quadro: forse vorrebbe parlarci, comunicarci il mistero a Lei riferito dall’Angelo di Dio! Un mistero che alla fine, però, non ci è dato di sapere!

5. Madonna del Magnificat – Botticelli (1481)

Magnificat

Botticelli decide di raffigurare la Vergine come Regina del Cielo, incoronata da due Angeli. Ad esaltare la grandiosità del soggetto, sono sia le dimensioni (la donna è rappresentata quasi a grandezza naturale) che il copioso utilizzo di vernice dorata, sia nei dettagli decorativi, quali la corona e il ricamo delle vesti, sia in quelle che sono caratteristiche proprie della Madonna, quali i raggi divini che emana, nonché i riflessi dei capelli, in tal modo intensificati. La corona, in particolar modo, è un raffinato capolavoro di oreficeria, totalmente composta di stelle, a richiamare uno degli appellativi dati alla Vergine, ovvero “Stella del Mattino”.

4. Madonna dei Palafrenieri – Caravaggio (1605)

caravaggio-madonna dei palafrenieri

Della bellissima donna che si prestò come modella per questo capolavoro di Caravaggio si conosce nome e cognome, nonché la storia burrascosa: si tratta di Maddalena Antognetti, una cortigiana ben nota a Roma per essere stata amante di molti potenti. L’opera avrebbe dovuto essere esposta presso l’altare maggiore della chiesa di Sant’Anna dei Palafrenieri in Vaticano, ma in concreto vi rimase neanche un mese, in quanto fu rifiutata dai committenti per diverse ragioni: una di esse era legata, per l’appunto, all’identità della modella, nonché all’audace scollatura dipinta nel quadro, che ben poco si confaceva alla donna più pura fra tutte, ovvero alla Vergine.
Una simile rappresentazione è a dir poco rivoluzionaria: la Madonna non viene idealizzata ma, di contro, colpisce proprio per i suoi tratti “popolari”. Interessante la resa cromatica, con l’abito color corallo che accentua il pallore dell’incarnato della donna, come anche quella chiaroscurale, con la luce che le illumina il profilo destro lasciando l’altro nell’ombra.

3. Madonna del Belvedere – Raffaello (1506)

Madonna del Belvedere

Quel che colpisce di quest’opera di Raffaello è la serenità idilliaca che sa trasferire: la figura è inserita in un meraviglioso scenario paesaggistico, che ricorda gli sfondi leonardeschi con quell’azzurrato finalizzato a rendere la prospettiva aerea; Essa si rapporta con il figlio e con il S. Giovannino in maniera affettuosa, e l’espressione del suo volto è composta ed aggraziata. Si tratta di una bellezza più che mai idealizzata: la Vergine, per Raffaello, è l’essenza stessa della bellezza e della purezza.

2. Madonna della Seggiola – Raffaello (1514)

madonna della seggiola

In nessun opera come questa un pittore è riuscito a restituire in maniera tanto potente l’affetto di una madre nei confronti del figlio, suggellandolo mediante un tenero abbraccio. Nonostante lo sguardo della donna sia rivolto al di fuori del quadro, come ad invitarci ad esser parte di quel momento intimo, Essa non si distrae dal privatissimo discorso affettuoso con il suo bambino. Interessanti le scelte cromatiche operate da Raffaello, di modo da concentrare i colori caldi al centro dell’opera e quelli freddi verso l’esterno: così, a coprire le spalle della Vergine è una sciarpa multicolore, mentre avvolto intorno al capo Essa porta un panno rigato color bianco e oro.

1. Madonna con Bambino e due Angeli – Filippo Lippi (1465)

la lippina

Filippo Lippi decide di dare alla Vergine i tratti della donna da lui amata: parlo di Lucrezia Buti, dapprima monaca, quindi amante del frate, infine madre dei suoi figli senza esserne mai la sposa. Il volto della donna, il cui profilo è incorniciato da una linea assolutamente aggraziata, ha un’espressione malinconica: forse sta meditando sul destino del figlio, e tenta di scongiurarlo mediante la preghiera. Interessante, oltre all’espressione del volto, l’elaborata acconciatura con cui il pittore decide di rappresentarla: è costituita da uno chignon raccolto da un velo trasparente e da giri di perle. Questo ritratto ha affascinato molti: ricordiamo in particolare D’Annunzio che, dopo averlo visto, si dichiarerà “il secondo amante di Lucrezia Buti”.

Testi: Claudia Sole
artutto.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31/05/2018 da in Arte, ITALIANO, La Madonna nell’arte, Vergine Maria.

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 481 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com

  • 207.394 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

1-2 Samuele Africa Afrique Ambiente Amore Ano B Anthony Bloom Arabia Saudita Arte sacra Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Cina Contemplazione Cristianos perseguidos Cuaresma Curia romana Dal rigattiere di parole Dialogo Diritti umani Economia Enzo Bianchi Eucaristia Europa Famiglia Família Fede France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India ISIS Islam Italia Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lent LENT with Gregory of Narek Libro del Génesis Magnificat Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Migranti Misericordia Mission Missione Natale Natale (C) Nigeria P. Cantalamessa Pace Padri del Deserto Pakistan Paolo VI Papa Francesco Papa Francisco Pape François Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione dei cristiani Pittura Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Profughi Quaresima (C) Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa RDC Regola di Vita Rifugiati Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Sud Sudan Terrorismo Terrorismo islamico Testimonianza Testimonianze Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Virgin Mary

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: