COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

Padova e sant’Antonio

Padova, sant’Antonio
e i fondamenti dell’Europa unita.

Padova - sant'Antonio

Sono nella piazza del Santo a Padova. Così viene chiamata l’immensa chiesa dedicata a Sant’Antonio dove le porte sono sempre aperte a un pubblico che entra ed esce senza fare rumore per molte ore del giorno. A riparo dal sole mi godo la pace e la vista di questa costruzione che porta una facciata a capanna, in stile lombardo, quasi a nascondere un continuo succedersi di contrafforti, tamburi cilindrici, calotte emisferiche, campanili a cuspide. Nella ricca cappella al centro della chiesa in silenzio una lunga fila di gente attende il proprio turno per appoggiare per qualche istante le mani sulla tomba di sant’Antonio.

Fuori la città vive i suoi mercati, le piazze, i caffè eleganti e il suo parlare, trascinato e gentile, di una gioventù vivace che riempie i grandi palazzi dell’università, antichi di storia e di studi. La leggenda racconta che intorno al 1182 a.C. Antenore, scampato alla distruzione di Troia, arrivò sulle coste dell’alto Adriatico e seguendo il corso di un fiume mise le fondamenta della città. La storia invece parla di lotte con i Galli, di invasioni di barbari, di potere di vescovi fino a questo padre Antonio, studioso di teologia, passato dagli agostiniani ai francescani minori, nato a Lisbona e morto qui nel 1231. Padova, ogni 13 giugno, ne ricorda il nome con una processione che sembra non avere fine, espressione di questo strano mondo in cui viviamo, spesso privo di fede e di virtù, ma pronto a credere ancora nei miracoli di un santo antico che promette di ascoltare le richieste se accompagnate dalla preghiera. E da un’offerta.

In un momento di distrazione non trovo più i miei occhiali; sto cercandoli, quando una donna mi passa vicino e mi chiede: «Hai perduto qualcosa cosa? Prega il santo: lui te la fa trovare se gli metti una moneta nella scatola delle elemosine». Mi sembra un giusto baratto e appena sentito cadere il mio euro nella cassetta, vedo gli occhiali nella borsa. Non racconto l’episodio agli studenti dell’università che mi hanno invitato a passare un’ora con loro, per ricordare assieme i miei anni di studio, la vita del dopoguerra, il risorgere della democrazia nel nostro Paese, la forza di una politica onesta, ma soprattutto l’inizio dell’idea di un’Europa unita e la speranza ed il lavoro per il suo futuro. Alla fine mi sento dire: «Dobbiamo imparare ad amare questa terra così ricca di diversità e di ingegno, d’arte e di scienza. Dobbiamo riconoscere in ogni Paese del Vecchio Continente la nostra patria europea e curarci di lei, del suo presente e degli anni che verranno».

Avvenire, Ieri e domani
A cura di Maria Romana De Gasperi

Annunci

Un commento su “Padova e sant’Antonio

  1. giuma56
    13/06/2015

    L’ha ribloggato su My Blog LeggiAmo La Bibbia.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13/06/2018 da in Attualità ecclesiale, ITALIANO con tag .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.610 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
giugno: 2018
L M M G V S D
« Mag    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

  • 193,831 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

Advento Africa Ambiente Amore Anthony Bloom Arabia Saudita Arte sacra Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Cina Contemplazione Cristianos perseguidos Cuaresma Curia romana Daesh Dal rigattiere di parole Dialogo Diritti umani Economia Enzo Bianchi Eucaristia Europa Famiglia Family Família Fede France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Italia Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lent LENT with Gregory of Narek Libro del Génesis Magnificat Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Migranti Misericordia Missione Natal Natale Natale (C) Nigeria P. Cantalamessa Pace Padri del Deserto Pakistan Paolo VI Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paz Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione dei cristiani Pittura Pobreza Pope Francis Poveri Povertà Prayers Profughi Quaresima (C) Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa Rifugiati Sconfinamenti della Missione Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Sud Sudan Terrorismo Terrorismo islamico Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Virgin Mary

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: