COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa — Blog of MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the life of the world and the church

Il Papa chiede ai governi un Patto Mondiale sui Rifugiati

4

Mercoledì la Giornata del Rifugiato; dopo l’Angelus, il Papa esorta gli Stati a creare le condizioni per una migrazione “sicura, ordinata e regolare”. Un forte appello in favore delle popolazioni stremate dello Yemen

Nel dopo Angelus, Papa Francesco ha ricordato che mercoledì prossimo, 20 giugno, ricorrerà la Giornata Mondiale del Rifugiato, “promossa dalle Nazioni Unite per richiamare l’attenzione su ciò che vivono, spesso con grandi ansietà e sofferenze, i nostri fratelli costretti a fuggire dalla loro terra a causa di conflitti e persecuzioni”.

Francesco ha inoltre evidenziato che la Giornata, quest’anno, cade nel vivo delle consultazioni tra i Governi “per l’adozione di un Patto Mondiale sui Rifugiati, che si vuole adottare entro l’anno, come quello per una migrazione sicura, ordinata e regolare”.

Il Papa ha quindi auspicato che gli Stati coinvolti in questi processi “raggiungano un’intesa per assicurare, con responsabilità e umanità, l’assistenza e la protezione a chi è forzato a lasciare il proprio Paese”.

Il Francesco ha poi esortato ogni persona a contribuire all’accoglienza e all’integrazione. “Ma anche ciascuno di noi è chiamato ad essere vicino ai rifugiati – ha detto Francesco -, a trovare con loro momenti d’incontro, a valorizzare il loro contributo, perché anch’essi possano meglio inserirsi nelle comunità che li ricevono”. Il Papa ha concluso sottolineando che “in questo incontro e in questo reciproco rispetto e appoggio c’è la soluzione di tanti problemi”.

E ancora una volta la voce del Papa si è levata per porre all’attenzione del mondo un conflitto e delle popolazioni dimenticate. Francesco ha parlato dello Yemen, esprimendo la sua preoccupazione per una guerra senza fine e facendo appello alla comunità internazionale perché favorisca un negoziato che argini la situazione già disastrosa. Quindi ha invitato i fedeli a pregare Maria per il Paese: Con preoccupazione seguo la sorte drammatica delle popolazioni dello Yemen, già stremate da anni di conflitto. Faccio appello alla comunità internazionale perché non risparmi alcuno sforzo per portare con urgenza al tavolo dei negoziati le parti in causa ed evitare un peggioramento della già tragica situazione umanitaria. Preghiamo la Madonna per lo Yemen: “Ave Maria…”.

Una drammatica guerra civile insanguina lo Yemen con oltre 10 mila morti e milioni di persone che soffrono la carestia. A contrapporsi senza soluzione, finora, le truppe degli Emirati Arabi e i ribelli houti sostenuti dall’Iran, che nel 2014 hanno deposto il governo di Sanaa.

Avvenire 18 giugno 2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18/06/2018 da in Attualità ecclesiale, Attualità sociale, ITALIANO con tag , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 593 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
giugno: 2018
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

  • 231.348 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: