COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa — Blog of MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the life of the world and the church

Filippine, oltre 200 preti chiedono il porto d’armi

13.png

Le richieste alla Polizia hanno avuto una impennata a causa degli omicidi di sacerdoti che hanno colpito il paese: tre in sei mesi. I vescovi: «Essere uomini di pace, non di guerra»

Oltre 200 tra sacerdoti cattolici e pastori di altre denominazioni cristiane hanno fatto domanda per avere il porto d’armi nelle Filippine. Lo rende noto il direttore generale della Polizia filippina, Oscar Albayalde. Secondo i dati diffusi e resi noti dall’agenzia Fides, l’ufficio della Polizia che rilascia le licenze sulla detenzione di armi da fuoco ha ricevuto nell’ultimo anno (a partire da giugno 2017) le domande di 188 sacerdoti cattolici e 58 ministri di altre comunità cristiane.

«Come autorità costitutita, possiamo accogliere richieste debitamente qualificate, consentendo la detenzione di armi a membri del clero e a capi di congregazioni religiose», ha detto Albayalde, specificando che finora nessuna delle domande è stata ancora approvata.

Le richieste di porto d’armi tra i preti hanno avuto una impennata a causa degli omicidi di sacerdoti che hanno colpito il paese: tre in sei mesi. Albayalde ha chiarito che la Polizia non è a conoscenza di eventuali minacce di morte ricevute da quanti hanno fatto domanda per ottenere le armi e ha specificato che la Polizia è disponibile anche a «fornire un training ai leader religiosi che desiderano possedere armi da fuoco».

Secondo la nuova legge sulla proprietà delle armi, i preti sono tra i professionisti ai quali è permesso portare armi da fuoco. Nel provvedimento, siglato dall’ex presidente Benigno Aquino III nel 2014, tra le categorie di professionisti che possono ottenere una licenza si includono giornalisti, commercialisti, procuratori, avvocati, medici e altri.

Nei giorni scorsi – informa ancora Fides – vescovi e leader religiosi hanno detto che preti e agenti pastorali non hanno bisogno di portare armi da fuoco per la propria protezione o per legittima difesa. Il vescovo Jose Oliveros, alla guida della diocesi di Bulacan, ha detto che i preti dovrebbero essere «uomini di pace, non di guerra».

Il presidente della Conferenza episcopale delle Filippine, l’arcivescovo Romulo Arguelles ha detto che i sacerdoti «affrontano sempre il pericolo di morte nell’esercizio del loro ministero», ma non devono portare armi, bensì «essere pronti a donare la propria vita a Cristo».

22.6.2018
Vaticaninsider

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27/06/2018 da in Attualità ecclesiale, ITALIANO con tag , , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 420 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
giugno: 2018
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

  • 221.833 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: