COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa — Blog of MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the life of the world and the church

RDC: Chi si oppone, sparisce

CHI SI OPPONE, SPARISCE
Nel ricco Congo che continua a far gola alle multinazionali, la vita infernale produce milioni di morti e sfollati


RDC



di Sonia Berti
22.7.2018
http://www.combonifem.it

C’è un paese ricco, dove le persone non valgono niente.

Siamo nel cuore dell’Africa, nel paese che nutre ogni giorno l’industria tecnologica nel mondo. Pieno di materie prime come diamanti, oro, stagno, gas, petrolio, uranio, coltan, foreste e acqua, il Congo raccoglie donne e uomini di molte tribù sotto il dominio dittatoriale di Kabila. Da oltre vent’anni il dittatore promette elezioni democratiche, risolte tutte ancora con un nulla di fatto.

In questo clima di caos interno, le ricchezze del Congo continuano a fare gola alle multinazionali europee, cinesi e americane, che finanziano i paesi confinanti – primo tra tutti il Ruanda – per attaccare da tutte le parti questo enorme scrigno del tesoro. Ma dal momento che la guerra sembra interna all’Africa, nessuno può accusare gli Stati Uniti e altre potenze occidentali di sfruttare le risorse e le ricchezze del Congo. È molto più conveniente lasciare che i paesi si ammazzino tra di loro, appoggiando le dittature che crescono nel Congo e la milizia ruandese e ugandese.

Le condizioni della guerra sono estreme: povertà sostenuta, condizioni pessime, stupri continui che hanno portato l’Aids al 20% circa della popolazione. Senza contare il virus dell’Ebola che continua a diffondersi.

In tutto questo caos, alimentato dalle potenze mondiali, c’è chi tenta di opporsi al regime e ai fatti. Il risultato, ad oggi, è sempre stato però lo stesso: chi si oppone, sparisce. I morti, in 20 anni di guerra, sono quasi sei milioni. La metà di loro, bambini. Molti ritrovati in fosse comuni, nascosti lontano, nel tentativo che questo genocidio passi sotto silenzio.

Ma l’Europa e il mondo sanno bene cosa sta succedendo e spesso ci chiediamo il perché non se ne parli.

Il silenzio uccide potente come il suono delle mitragliatrici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24/07/2018 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 593 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
luglio: 2018
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

  • 231.348 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: