COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sul mondo e sulla Chiesa — MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the world and the Church

La regina Isabel e la sua ragnatela d’affari

ISABEL-2.jpeg


Quando si dice far politica per il bene comune. A dispetto del cognome che si porta addosso, Isabel dos Santos – figlia dell’ex presidente eterno dell’Angola José Eduardo dos Santos, al potere dal 1979 fino a settembre del 2017, e donna più ricca d’Africa con un patrimonio stimato da Forbes di 3,5 miliardi di dollari – continua ad allargare la sua ragnatela di affari nelle banche che controlla in Angola e Portogallo, dopo essere stata licenziata dal nuovo presidente angolano appena eletto, João Lourenço, da capo della potente società petrolifera statale Sonangol.

Isabel – studi a Londra, donna bellissima mezza africana e mezza russa (da parte di madre) – è sposata con Sindika Dokolo, figlio di un miliardario di Kinshasa a sua volta sposato con una danese. Insomma, questa donna ha preso il peggio degli affaristi occidentali e dei plutocrati africani e continua a tessere la sua tela nella finanza e nei salotti che contano.

Negli ultimi 20 anni ha seduto nelle poltrone di numerose società quotate in borse europee. La sua rete spazia in diversi settori economici: telecomunicazioni, media, retail, banche, finanza, energia. In Angola e soprattutto nell’ex paese colonizzatore, il Portogallo, diventato ultimamente terreno di conquista per la figlia dell’ex presidente grazie ai proventi dei petrodollari e alla crisi dei debiti sovrani europei. Isabel è principale azionista della Unitel, holding delle tlc con sede in Olanda, che controlla la società multimedia Zon, partecipata dalla spagnola Telefonica, che controlla anche la tv satellitare Zap diffusa nei paesi a lingua portoghese (Portogallo, Angola, Mozambico),

Controlla anche Trans Africa Investment, un veicolo finanziario con sede a Gibilterra, fondato assieme alla madre che si occupa del business dei diamanti. Un’altra holding che controlla la bella Isabel è la Santoro Finance, azionista nella banca portoghese BPI. Altre due holding in mano alla signora sono la Condis, holding di Luanda che gestisce tutto il business legato al commercio e alla grande distribuzione. E, in un ultimo, la Esperanza Holding, sede ad Amsterdam, con giro di conti in qualche paradiso fiscale, attiva nei settori sensibili per l’Angola: petrolio ed energia.

Ora Isabel, licenziata dal nuovo presidente da capo della Sonagol – carica che ricopriva in evidente conflitto di interessi –, vuol fare cassa per allargare ancora la sua ragnatela, più simile a una piovra. Ha intenzione di mettere sul mercato, nel primo trimestre del 2019, il 25% del Banco de Fomento Angola, seconda banca del paese, controllata al 51% da Unitel, la sua holding olandese di tlc e media partecipata da Portugal Telecom.

Il Banco de Fomento è partecipato, inoltre, per il 49% dal Banco Português de Investimento, che la figlia maggiore di dos Santos controlla attraverso una holding con il 9,99% del capitale, e dalla spagnola Caixa. Dos Santos vuole anche vendere, nel primo trimestre 2018, le azioni del Banco Bic, istituto di credito portoghese-angolano, che la figlia dell’ex grande capo controlla con il 43%. A questo punto sorge spontanea una domanda, ma anche la risposta: dove sono finiti i soldi dell’Angola?

di Riccardo Barlaam
19.1.2018
http://www.nigrizia.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 06/08/2018 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 481 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

  • 207.037 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: