COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sul mondo e sulla Chiesa — MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the world and the Church

A che cosa servono le Nazioni Unite a trazione integrale

per_baldi_-_a_che_cosa_servono_le_nazioni_unite_a_trazione_integrale

di Elianna Baldi, comboniana,
dalla Repubblica Centrafricana

Spesso sono critica riguardo all’istituzione Nazioni Unite. La vita quotidiana della Repubblica Centrafricana, con le sue sfide e contraddizioni, me ne offre motivo. Cerco comunque di non generalizzare e di distinguere le persone dalle istituzioni, anche se sono gli esseri umani che fanno le istituzioni e che portano il cambiamento.

Un pomeriggio, alla vigilia di un viaggio, con tante cose da fare, ho dovuto mettere tutto da parte per aiutare un ospite di passaggio a contattare l’amico di un amico. Di lui aveva solo il nome, M.D., un numero di telefono e il nome della conoscenza comune. Chiamo. Dopo un’ora arriva una 4×4 dell’Onu con i vetri oscurati, simile alle decine di auto che scorrazzano perle vie di Bangui. Alla guida un uomo sulla cinquantina, non molto alto, vestito sportivo: è M.D. Con lui uno più slanciato con aria da intellettuale: è il suo traduttore e assistente.

M.D. è originario della Sierra Leone e comincia a raccontarci la sua storia per spiegare al mio ospite come conosce il suo amico e l’importanza di quel legame. Viene da un piccolo villaggio, case di fango e paglia, nessun servizio pubblico. Per andare a scuola era obbligato a fare più di 25 km al giorno a piedi scalzi. A 8 anni è determinato ad abbandonare la scuola. Lo trattiene l’insistenza e il sostegno di sua madre che continua a dirgli che lo studio è l’unica via per diventare qualcuno nella vita. Promette allora a sua madre che, se davvero fosse diventato qualcuno, con i soldi del primo lavoro avrebbe costruito una scuola al villaggio.

Continua gli studi, ma a un certo momento la mamma non è più in grado di sostenere le spese. Un missionario saveriano italiano prende a cuore la situazione del ragazzo. Inizia un percorso di formazione finché M.D. chiede di poter diventare saveriano e ha così modo di iniziare gli studi di filosofia a Parma. Quando però la guerra civile in Sierra Leone si fa più violenta, chiede di rientrare per sostenere la sua famiglia. Non ritorna più in congregazione. Ma il legame con il religioso italiano rimane saldo, tanto che M.D. arriva dall’Australia per andare al suo capezzale e cogliere i suoi ultimi istanti di vita.

Torniamo alla guerra civile. Una volta al villaggio, si trova di fronte a un rastrellamento da parte di un gruppo armato: catturano alcuni giovani, li accusano di collaborare col nemico e cominciano a farli fuori. M.D. è colpito di striscio alla testa da un proiettile, sviene ed è l’unico a sopravvivere. La sua vita prende un’altra piega, diventa ingegnere, viene assunto all’Onu e lavora in missioni complicate: Afghanistan, Pakistan, Timor Est.

E, con i primi risparmi, costruisce davvero una scuola nel suo villaggio. L’Onu lo prende come testimone per indicare che il cambiamento è possibile anche partendo da situazioni difficilissime, e realizza un cortometraggio su di lui da presentare ai giovani sierraleonesi.

M.D. ora lavora in Centrafrica. Questo incontro è finito troppo in fretta e io sono rimasta con il mio dilemma: come fare perché queste istituzioni nate per l’ideale nobile della pace, possano essere davvero efficaci e non utili solo a pagare i salari delle persone a cui danno lavoro?

http://www.nigrizia.it
22.3.2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 07/08/2018 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 481 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

  • 207.037 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: