COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sul mondo e sulla Chiesa — MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the world and the Church

Annunciare il Vangelo in un paese ingiusto e violento

brasil


Miguel è un giovane impegnato in una delle nostre parrocchie e devoto nelle pratiche religiose. Da alcuni mesi, è un fan sfegatato di Jair Bolsonaro, possibile candidato alle elezioni presidenziali. Di estrema destra, razzista, alleato dell’esercito e del potere economico dei grandi proprietari di terra, questo politico incita alla violenza, sostiene il diritto delle persone ad armarsi per difendere i propri beni, cancella dalla memoria il dramma della dittatura militare. È stato denunciato per aver offeso pubblicamente con frasi oscene una collega deputata.

Anche Anderson è un giovane vicino a noi comboniani. Lo abbiamo incontrato a Curitiba, nell’accampamento dei movimenti sociali davanti alla prigione dove da più di un mese si trova agli arresti l’ex presidente Lula. Tutti i giorni, una “liturgia laica” ribadisce la solidarietà a Lula, considerato un prigioniero politico: centinaia di persone gridano il buongiorno e la buonanotte all’ex presidente. Nella piazza occupata, si svolgono concerti e dibattiti ogni giorno.

Jefferson è un giovane dirigente del sindacato. Dormiva nell’accampamento quando un uomo ha iniziato a sparare la sua rabbia fanatica dentro le tende. Una pallottola gli ha attraversato il collo: operato, è salvo. È morta, invece, con sette pallottole in corpo, la consigliera comunale di Rio de Janeiro Marielle Franco, uccisa insieme al suo autista Anderson. Marielle denunciava da tempo la violenza della polizia e dell’esercito nella citta del Cristo Redentore.

Uno spaccato del Brasile di oggi. È molto difficile per noi missionari annunciare il vangelo e la profezia di Gesù in un contesto in cui qualsiasi affermazione genera intolleranza, aggressività e violenza. Dove la gente non è più capace di ascoltare e l’analisi sociopolitica è ridotta a facili slogan.

Non si può isolare l’arresto di Lula dalla rapida successione di eventi che hanno scalzato dal potere – senza elementi probatori comprovati – la presidente Dilma Rousseff. Il presidente illegittimo Michel Temer, che l’ha sostituita, ha inanellato una serie di riforme e decreti antipopolari che stanno mettendo in difficoltà ampi settori della popolazione a basso e medio reddito. Inoltre, l’alleanza di questo progetto radicalmente neoliberale con parte del sistema giudiziario ha consentito processi selettivi, a danno del Partito dei lavoratori e del suo leader storico.

La sinistra brasiliana deve fare autocritica, sia per aver ceduto alla corruzione (che domina trasversalmente tutte le forze politiche), sia per le alleanze di potere costruite negli ultimi anni, che hanno tradito i princìpi del programma politico progressista e popolare. Ciò non toglie, però, che i brasiliani abbiano il diritto di esprimersi attraverso il voto. Lula ha ragione quando dice che «non si possono arrestare idee e sogni».

Non riusciamo a immaginare gli sviluppi di questo pasticcio che sta compromettendo la stabilità democratica del paese, la partecipazione popolare, il diritto di libera espressione e anche il coraggio della Chiesa nel prendere posizione.

Quello che sentiamo sulla pelle, con dolore e rabbia, è che il Brasile sta diventando sempre più ingiusto, razzista ed escludente.

Giovane
Molti giovani brasiliani, confusi dalle contraddizioni della politica e dall’assenza di riferimenti chiari, si aggrappano a personaggi che trasmettono sicurezza, propagano slogan populisti e difendono valori conservatori.
Marielle Franco
Marielle era una giovane consigliera, nera, del Partito della solidarietà (Psol). È stata eletta dalle comunità povere di Rio, veniva dalle favelas e difendeva i diritti della gente delle periferie. Le indagini vanno a rilento, e i responsabili della sua uccisione non sono ancora stati identificati.

Comboniani Brasile
12.7.2018
http://www.nigrizia.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11/08/2018 da in Attualità sociale, ITALIANO, Vocazione e Missione con tag , , .

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 481 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

  • 207.394 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

1-2 Samuele Africa Afrique Ambiente Amore Ano B Anthony Bloom Arabia Saudita Arte sacra Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Cina Contemplazione Cristianos perseguidos Cuaresma Curia romana Dal rigattiere di parole Dialogo Diritti umani Economia Enzo Bianchi Eucaristia Europa Famiglia Família Fede France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India ISIS Islam Italia Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lent LENT with Gregory of Narek Libro del Génesis Magnificat Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Migranti Misericordia Mission Missione Natale Natale (C) Nigeria P. Cantalamessa Pace Padri del Deserto Pakistan Paolo VI Papa Francesco Papa Francisco Pape François Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione dei cristiani Pittura Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Profughi Quaresima (C) Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa RDC Regola di Vita Rifugiati Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Sud Sudan Terrorismo Terrorismo islamico Testimonianza Testimonianze Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Virgin Mary

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: