COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Bandiere africane, l’importanza dei colori


L’origine delle bandiere nazionali e il simbolismo che in esse si raffigura rappresenta uno studio antico e di assoluto interesse. Le bandiere hanno sempre lo scopo di comunicare e tutte costituiscono segnalibri tra le pagine della storia. Tutti i grandi momenti della storia sono stati segnati da una bandiera: la rivoluzione francese e il tricolore sono oggi un’unica immagine.
Sulla trattazione delle bandiere del mondo vi rimando ad alcuni siti, come quello di Roberto Breschi o al Flags of The World..

liberia

LIBERIA

 

In Africa la prima bandiera fu quella della Liberia (risalente al 1847 e ancor oggi in uso) che chiaramente derivata da quella americana.

 

 

 

 

 

etiopia2

ETIOPIA

La seconda fu invece quella dell’Etiopia (datata 1897, ancor oggi in uso) e costituita da tre colori: il rosso, il giallo e il verde, che in seguito sarebbero diventati simbolo del panafricanismo. Sono anche i colori del rastafarianesimo -i rasta per semplificare – movimento nato appunto in Etiopia negli anni trenta e diffusosi nel mondo, a partir dagli anni ’70 – grazie al musicista Bob Marley.

guinea

GUINEA

Oggi infatti 18 stati africani contengono, nella loro bandiera, i colori rosso, giallo e verde (la bandiera nella foto è della Guinea, che è uguale a quella del Mali).

Pur con variazioni da paese a paese, il rosso che originariamente rappresentava la forza è stato usato per simboleggiare il sacrificio per l’indipendenza (quindi, il sangue versato nella lotta di liberazione), il giallo, che nella bandiera etiope rappresentava la pace e l’amore, è diventato il sole e la ricchezza della terra (spesso l’oro e le risorse minerarie), mentre il verde, che per gli etiopici simboleggiava la terra e la speranza per il futuro ha mantenuto lo stesso significato anche nel simbolismo panafricano.

ghana_flag

GHANA

E’ interessante notare che il Ghana, primo paese dell’Africa nera a giungere all’indipendenza nel 1958 e quindi a dotarsi di una bandiera nazionale, aggiungerà ai colori panafricani una stella nera al centro, che da allora simboleggerà la libertà e l’unità africana.

Nelle bandiere africane fu poi adottato il blu – simbolo del mare e dei fiumi e in genere dell’acqua e il bianco, simbolo di pace e giustizia.

south africa

SUDAFRICA

Tutti i colori, quelli panafricani, assieme al nero, il blu e il bianco si trovano oggi nella nuova bandiera del Sudafrica adottata nel 1994 all’indomani della Costituzione multirazziale (vedi foto).

Il verde, rappresenta anche i colori dell’islam ed è usato, con tale simbolismo, nei paesi del nord Africa come la Libia e l’Algeria, ma anche in Mauritania e nelle Comore.

Testo di Gianfranco Della Valle
http://www.sancara.org

Annunci

Un commento su “Bandiere africane, l’importanza dei colori

  1. Mr Twiki
    04/01/2019

    Veramente molto interessante!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 04/01/2019 da in Cultura, ITALIANO con tag , .

  • 319.818 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 725 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: