– COMBONIANUM – Formazione e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

UGANDA – I missionari comboniani: “Affrontare la crisi dei rifugiati”


Kampala (Agenzia Fides) – L’impegno evangelico dei missionari Comboniani in Uganda tocca una delle più gravi crisi relative alla presenza di rifugiati su tutto il continente, mentre crescono povertà e disuguaglianze sociali. Sebbene in Uganda si sia registrato negli ultimi anni un lieve miglioramento degli indicatori economici, resta irrisolto il problema dell’indigenza: “Il governo non pensa al bene di quelli che per noi sono importanti”, dichiara all’Agenzia Fides padre Sebhatleab Ayele Tesemma, missionario Comboniano nell’arcidiocesi di Gulu. “La povera gente, le donne e i giovani sono completamente dimenticati”, aggiunge.

Circa il 65% degli ugandesi vive con meno di 2 dollari al giorno. Solo il 14% ha accesso alla corrente elettrica. La siccità, la crisi in Sud Sudan (tra i maggiori importatori dei prodotti ugandesi), i prezzi elevati delle materie prime, hanno inciso negativamente sull’economia. La maggior parte della popolazione vive di agricoltura, ma solo l’8% ha un impiego regolare. “I pochissimi ricchi diventano sempre più ricchi e la maggioranza povera, resta sempre più povera. Questa è la sfida che noi abbiamo”, rileva il missionario comboniano.

Secondo recenti dati dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, in Uganda sono circa 1,6 milioni le persone in fuga dal Sud Sudan, Congo, Burundi, Somalia ed Eritrea. Nonostante gli sforzi encomiabili del Paese, oggi le razioni di cibo sono state drasticamente ridotte e le strutture sanitarie sono al collasso. “La gente è lì e manca di ogni cosa – ha proseguito padre Tesemma – è senza tetto e senza nulla da mangiare”. La mancanza di contributi negli ultimi mesi, sta mettendo a rischio la fornitura dei servizi essenziali: “Solo il 15% delle risorse loro destinate – conclude il missionario – viene destinato ai rifugiati”, soprattutto a causa del fenomeno della corruzione. (ES)
(Agenzia Fides 2/3/2019)

LINK
La video intervista a Sebhatleab Ayele Tesemma, sul canale Youtube dell’Agenzia Fides -> https://www.youtube.com/watch?v=XZbUR9RhHb8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 03/03/2019 da in ITALIANO, Vocazione e Missione con tag , , , .
Follow – COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com

Categorie

Traduci – Translate

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: