COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Giornata mondiale dell’Africa: i più alti tassi di esclusione scolastica nell’Africa subsahariana

map-literacy

Madrid (Agenzia Fides) – Secondo l’Unesco, l’Africa subsahariana registra i più alti tassi di esclusione scolastica al mondo: dei 262 milioni di giovani e bambini senza istruzione, 97.3 milioni vivono nell’Africa sub-sahariana. Lo ricorda oggi, Giornata mondiale dell’Africa, l’ong gesuita per l’educazione e lo sviluppo “Entreculturas”.
A causa di conflitti, sfollamenti, povertà, disuguaglianza e molte altre cause, 262 milioni di bambini non possono andare a scuola. Di questi, 64 milioni sono ragazzi e ragazze in età di scuola primaria, 61 milioni di scuola secondaria e 138 milioni di scuola secondaria superiore.
Dei 64 milioni di bambini esclusi dalla possibilità di frequentare la scuola primaria, la maggioranza – 35 milioni – vivono nell’Africa sub-sahariana. Dei 61 milioni privi di istruzione secondaria inferiore, 27 sono nell’Africa sub-sahariana, e dei 138 milioni di scuola secondaria, 67 sono nell’Asia meridionale.
Il testo inviato all’Agenzia Fides riporta anche la divisione geografica dei 262 milioni di giovani e bambini senza istruzione: 97,3 milioni nell’Africa sub-sahariana, 96,7 nell’Asia meridionale, 29,9 nell’Asia orientale e sud-orientale, 18,5 nell’Africa settentrionale e nell’Asia occidentale, 12,6 nell’America latina e nei Caraibi, 5, 2 in Europa e Nord America, 0.9 in Asia centrale e 0.8 in Oceania.
Secondo l’Unesco le ragazze incontrano ancora oggi numerosi ostacoli per accedere all’istruzione nella maggior parte delle regioni del mondo, in particolare nell’Africa sub-sahariana, dove le ragazze di tutte le età hanno maggiori probabilità di essere escluse dall’educazione rispetto ai ragazzi.
Nella convinzione che l’educazione sia lo strumento più potente per combattere la disuguaglianza, e sia un diritto umano che, a sua volta, serve come chiave per accedere al resto dei diritti fondamentali, Entreculturas è presente in 14 paesi dell’Africa. Attraverso azioni di cooperazione allo sviluppo cerca di migliorare le condizioni di vita delle popolazioni vulnerabili attraverso l’educazione, fornendo accesso a un’istruzione di qualità alle popolazioni più svantaggiate, affrontando le situazioni di emergenza o di crisi cronica in cui vivono le popolazioni di vari paesi come il Sud Sudan, la Repubblica Democratica del Congo, l’Etiopia o la Repubblica Centrafricana. Il lavoro viene portato avanti insieme a Fe y Alegría e al Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati.
In Africa la Chiesa cattolica gestisce 18.813 scuole materne frequentate da 2.251.425 alunni; 45.088 scuole primarie per 19.170.537 studenti; 15.238 scuole secondarie per 6.367.769 alunni. Inoltre segue 114.086 studenti di istituti superiori e 127.009 universitari (Annuario statistico della Chiesa). (SL) (Agenzia Fides 25/5/2019)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25/05/2019 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , , .

  • 350.991 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 761 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: