COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

I calcoli politici e l’indifferenza dell’Europa uccidono più delle onde del mare

Don Buonaiuto: “Istituire corridoi umanitari sistematici e continuativi”


img800-i-calcoli-politici-e-l-indifferenza-dell-europa-uccidono-pi-delle-onde-del-mare-146627


MANUELA PETRINI
26 luglio 2019
http://www.interris.it

Il calcolo politico e l’indifferenza di tutta l’Europa uccidono più delle onde del Mediterraneo”. E’ quanto ha denunciato don Aldo Buonaiuto, sacerdote della Comunità Papa Giovanni XXIII fondatore del quotidiano online In Terris, dalle pagine del sito online di Famiglia Cristiana. Il sacerdote si riferisce alla nuova tragedia che si è verificata al largo della Libia dove due barconi sono affondati. A bordo di quelle che vengono definite “carrette del mare” c’erano circa 300 persone, 150 delle quali sarebbero morte. La notizia è stata resa nota da Charlie Yaxley, portavoce dell’Agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr).

Istituire corridoi umanitari sistematici e continuativi

“La nuova tragedia in mare ci addolora e ci deve scuotere profondamente senza far finta che non ci riguardi. Questo dramma conferma che senza una gestione concertata dei flussi migratori non è possibile scongiurare l’Olocausto nel Mediterraneo di cui parla incessantemente Papa Francesco – ribadisce il sacerdote – L’unico modo per impedire che il canale di Sicilia si trasformi sempre più in una bara d’acqua è istituire corridoi umanitari sistematici e continuativi, che tolgano ai trafficanti di carne umana la loro fonte di crudele arricchimento”.

Le istituzioni cooperino nella lotta contro i trafficanti

Per don Buonaiuto, è di vitale importanza che l’Unione europea, l’Onu e i governi di entrambe le sponde del Mediterraneo cooperino “per lottare con ogni mezzo contro i trafficanti, bloccare alla partenza chi non ha i requisiti per ottenere asilo, ma soprattutto soccorrere chi sta annegando”. “La Chiesa è presente nei Paesi di origine, di transito e di destinazione, quindi ha esperienza e conoscenza perché si possa intensificare ogni forma di collaborazione con gli Stati che può fare fronte ad un numero di sbarchi tutto sommato limitato rispetto ad altre estati – sottolinea – Purtroppo mentre nelle nazioni europee si discute di accoglienza, nel mare si continua a morire”.

Una Giornata Internazionale del Migrante Ignoto

Per non dimenticare chi muore in mare, per far sì che nessuno si volti più dall’altra parte facendo finta di non vedere cosa succede alle porte della sua casa, proprio dalle pagine di In Terris, don Aldo Buonaiuto ha lanciato una petizione – indirizzata a Sua Santità Papa Francesco, al segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, al presidente del Parlamento europeo David Sassoli, e al premier italiano Giuseppe Conte – affinché venga istituita una Giornata Internazionale del Migrante Ignoto. “Ad una questione sovranazionale non si può rispondere con misure nazionali – ha spiegato a Famiglia Cristiana – I nostri fratelli che scompaiono nel Mediterraneo hanno i nostri stessi diritti di vedersi riconosciute dignità e umanità. Invece oggi il loro valore non viene riconosciuto nemmeno dopo la scomparsa e i loro familiari non hanno neppure una lapide su cui poter deporre un fiore. Ormai l’opinione pubblica è talmente assuefatta a queste tragedie che quasi non fanno più notizia, perciò o impariamo a riconoscerci in questi drammi infiniti oppure dovremo renderne conto a Dio e alla storia. L’Europa del rigore finanziario e del libero commercio se c’è batta un colpo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26/07/2019 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , .

  • 535.792 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 928 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: