COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Basilica di Santa Maria Novella, Michelangelo la chiamava “La mia sposa”


Siamo giunti a Firenze nella splendida Basilica di Santa Maria Novella, il nostro viaggio continua tra i capolavori fiorentini

Santa Maria Novella

FIRENZE , 23 agosto, 2019 (ACI Stampa)
Di Veronica Giacometti

Capolavori straordinari, tra cui la Trinità di Masaccio, gli affreschi del Ghirlandaio nella Cappella Tornabuoni e il Crocifisso di Giotto. Sono queste alcune delle opere che si trovano nella Basilica di Santa Maria Novella a Firenze.

Giotto, Duccio di Buoninsegna, Brunelleschi, Botticelli, Masaccio, Domenico Ghilrlandaio, Filippino Lippi, Giorgio Vasari, Paolo Uccello e persino Michelangelo. Questi sono solo alcuni dei nomi associati con la ricchissima storia artistica e religiosa del complesso.

La basilica di Santa Maria Novella è una delle più importanti chiese di Firenze e sorge sull’omonima piazza, a pochi passi dalla stazione. Se Santa Croce era ed è un centro antichissimo di cultura francescana e Santo Spirito ospitava l’ordine agostiniano, Santa Maria Novella era per Firenze il punto di riferimento per i domenicani.

La sua costruzione fu iniziata nel 1246 e completata nella prima metà del 1300 da Jacopo Talenti: la bellissima facciata fu ripresa nella metà del XV secolo da Leon Battista Alberti. La decorazione interna è stata curata dai maggiori artisti del XIV secolo. La cura e la bellezza dei suoi ornamenti può essere riassunta con il nome di Michelangelo il quale chiamava la chiesa di Santa Maria Novella “La mia sposa”.

La facciata marmorea di Santa Maria Novella è fra le opere più importanti del Rinascimento fiorentino, pur essendo stata iniziata in periodi precedenti. Venne completata definitivamente solo nel 1920.

Facendoci caso, si nota come la facciata di Santa Maria Novella sia adorna di due curiosi oggetti: una sfera armillare ed una meridiana. Si tratta di due strumenti astronomici impiantati all’ epoca del Granducato di Cosimo I, dal Padre Egnazio Danti, illustre matemtico, astronomo e cosmografo, che si serviva dell’ armilla e dell’ orologio solare per lo svolgimento degli studi che andava conducendo. I suoi studi saranno fondamentali quando verrà nominato dal pontefice Gregorio XIII a far parte della commissione per la riforma del calendario giuliano.

Come in tutti i conventi dei Predicatori Domenicani, anche a Santa Maria Novella la preghiera, lo studio e l’attività di evangelizzazione si integrarono in maniera armonica.

Oggi i Domenicani continuano a svolgere un un importante ruolo spirituale e culturale accogliendo nella loro basilica visitatori e fedeli desiderosi di conoscere la loro storia ed il loro carisma.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 08/09/2019 da in Arte e fede, ITALIANO con tag .

  • 352.564 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 764 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: