COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Auguri di una Pasqua… seria!


Sulla croce

Pasqua 2020

Cari amici,
Qualche settimana fa un’emittente televisiva, per sensibilizzare sulla gravità del momento, diceva: il Corona virus non è un gioco, è una cosa seria! Questo aggettivo SERIO mi ha accompagnato in queste settimane di quaresima e di quarantena come un invito pressante a rivedere la nostra scala di valori, e discernere su quello che è serio, secondario o insignificante nella nostra vita.
Sì, il Corona virus è una cosa seria!
Vita e morte sono cose serie!
Vivere con Dio o senza Dio è una cosa seria!
La fede nel Risorto è una faccenda molto seria!

Dopo la quaresima è arrivata la Pasqua, come dopo l’inverno è arrivata la primavera che noi abbiamo potuto contemplare solo dalla finestra o dal balcone. La Pasqua è speranza certa ma il nostro presente rimane tempo di passione sotto il segno del virus o di tanti mali che ci tengono prigionieri. Diciamolo chiaramente: Cristo è risorto, ma noi? Non rimaniamo noi ancora inchiodati alla nostra croce? Cos’è cambiato per me, per noi? Una cosa però è cambiata sì, ed è algo veramente serio: la croce di Gesù, – e con la sua anche la nostra! – non è più vuota, è diventata una dimora di Gesù, del suo passaggio attraverso la sofferenza, l’estrema solitudine e la morte. Ed è diventata gloriosa!

Mi sono chiesto quale potrebbe essere il mio posto nel mistero di questa insolita Pasqua. Mi ha illuminato un’immagine che raffigura il dialogo tra il cosiddetto buon ladrone e Gesù. Con la sua croce sottostante a quella di Gesù, il viso pieno di fiducia e tenerezza rivolto verso Lui… Ecco dove vorrei essere: al posto di Dimas, il compagno dell’ultimissima ora, a cui Gesù ha dato appuntamento in Paradiso. Vorrei chiedergli come eredità il suo posto alla destra di Gesù e la sua preghiera: “Gesù, ricordati di me!” perché viviamo solo se Dio si ricorda di noi. Sperando di sentire anch’io dalle labbra di Gesù: “ARRIVEDERCI IN PARADISO!” … con tutti voi!

Vostro
P. Manuel João Pereira Correia
Castel d’Azzano (Verona)
p.mjoao@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17/04/2020 da in Fede e Spiritualità, ITALIANO con tag .

  • 468.148 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 880 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: